Passeroidea

superfamiglia di uccelli

Distribuzione e habitatModifica

La superfamiglia ha una distribuzione pressoché cosmopolita, essendo presente in tutti i continenti eccetto l'Antartide.[1]

TassonomiaModifica

La superfamiglia Passeroidea è uno dei tre raggruppamenti dell'infraordine Passerida proposti nel 1990 dalla classificazione degli uccelli di Sibley e Ahlquist.[2].
Sebbene la monofilia del raggruppamento sia stata in larga parte confermata da numerosi studi successivi[3][4][5][6], alcune delle famiglie incluse da Sibley e Ahlquist nella loro classificazione risultano attualmente collocate al di fuori dei Passeroidei. In particolare, la famiglia Paramythiidae della Nuova Guinea non viene più considerata parte della radiazione passeroidea ma piuttosto si colloca tra i Corvoidea[7]; anche i Melanocharitidae non sono più inquadrati tra i Passeroidei ma piuttosto sembrano rappresentare un clade basale all'interno dei Passerida[8] mentre gli Alaudidae sono attualmente considerati parte della superfamiglia Sylvioidea[3][4].
Di contro alcune famiglie non considerate nella classificazione di Sibley e Ahlquist sono oggi invece inserite a pieno titolo tra i Passeroidei: tra di esse Arcanatoridae, Promeropidae, Irenidae, Chloropseidae, che costituiscono rami basali della superfamiglia, con stretti legami di parentela con i Nectariniidae[1][4][9].

Alla luce di tali acquisizioni la superfamiglia Passeroidea comprende le seguenti famiglie:

Alcune specieModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Fjeldså J, The global diversification of songbirds (Oscines) and the build-up of the Sino-Himalayan diversity hotspot, in Chinese Birds, vol. 4, nº 2, 2013, pp. 132–143.
  2. ^ Sibley C.G. & Ahlquist J.E., Phylogeny and Classification of Birds. A Study in Molecular Evolution, New Haven and London, Yale University Press, 1990.
  3. ^ a b Ericson PGP, Johansson US, Phylogeny of Passerida (Aves: Passeriformes) based on nuclear and mitochondrial sequence data, in Mol. Phylogenet. Evol., vol. 29, 2003, pp. 126–138.
  4. ^ a b c Barker FK, Cibois A, Schikler PA, Feinstein J & Cracraft J, Phylogeny and diversification of the largest avian radiation (PDF), in Proceedings of the National Academy of Sciences, vol. 101, nº 30, 2004, pp. 11040–45, DOI:10.1073/pnas.0401892101.
  5. ^ Beresford P., Barker F.K., Ryan P.G., Crowe T.M., African endemics span the tree of songbirds (Passeri): molecular systematics of several evolutionary ‘enigmas’, in Proc. R. Soc. Biol. Sci. Ser. B, vol. 272, 2005, pp. 849–858.
  6. ^ Fuchs J, Fjeldså J, Bowie RCK, Voelker G, Pasquet E, The African warbler genus Hyliota as a lost lineage in the oscine songbird tree: molecular support for an African origin of the Passerida, in Mol Phylogenet Evol, vol. 39, 2006, pp. 186–197.
  7. ^ Boyd JH, Paramythiidae, su Aves - A Taxonomy in Flux. URL consultato il 6 febbraio 2014.
  8. ^ Boyd JH, Melanocharitidae, su Aves - A Taxonomy in Flux. URL consultato il 6 febbraio 2014.
  9. ^ Johansson US et al, Phylogenetic relationships within Passerida (Aves: Passeriformes): A review and a new molecular phylogeny based on three nuclear intron markers (PDF), in Molecular Phylogenetics and Evolution, vol. 48, 2008, pp. 858–876.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Mindell, David P., Joseph W. Brown, and John Harshman, Passeroidea., su The Tree of Life Web Project, 2006.
  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli