Apri il menu principale

Passi furtivi in una notte boia

film del 1976 diretto da Vincenzo Rigo
Passi furtivi in una notte boia - Zelmaide
Titolo originalePassi furtivi in una notte boia - Zelmaide
Paese di produzioneItalia
Anno1976
Durata90 min
Generecommedia
RegiaVincenzo Rigo
SoggettoGiorgio Santi (dal romanzo Zelmaide, un colpo in tre atti)
SceneggiaturaMassimo Franciosa, Mario Garriba, Vincenzo Riga
ProduttoreEuro International Films
FotografiaGino Santini
MontaggioVincenzo Rigo
MusicheNando De Luca, Roberto Rizzo
ScenografiaMarcella D'Ellena
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Passi furtivi in una notte boia - Zelmaide è un film del 1976 diretto da Vincenzo Rigo e tratto dal romanzo di Giorgio Santi Zelmaide, un colpo in tre atti. La pellicola è interpretata da Walter Chiari, Carmen Villani e Gianni Cavina. Gli esterni del film sono stati girati nel centro storico di Riolo Terme (RA), di cui si riconosce la rocca medievale.

TramaModifica

A Castello di Imola la cameriera Ida (alias Zelmaide) serve presso il Bar Ranieri con la speranza di diventare presto proprietaria. Ma le sue entrate sono limitate e anche quelle del fidanzato amante Pompeo Pireti, tecnico della SIP. Per questo i due sono allettati dal piano del geometra Marchesi per svaligiare la banca locale. Nel frattempo anche il ragioniere Evaristo Dolce predispone un piano analogo, ricorrendo però a Pasquale Licata, che svela tutto al maresciallo dei Carabinieri. La doppia operazione favorisce il terzetto Ida-Piretti-Marchesi, i quali si appropriano di una grossa somma e trovano comodi quanto non sospettati alibi nei concorrenti. L'albergo e il bar assumono il nome di Zelmaide. Tuttavia, quando Ida e il geometra Marchesi cominciano a pensare ad un altro colpo, il Piretti prende il largo per paura.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema