Apri il menu principale
Pastin
Pastin sulla griglia.png
Il tipico "pastin" bellunese cotto sulla graticola
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneVeneto
Zona di produzioneVal di Zoldo, Selva di Cadore, Valbelluna, Agordino, e Alpago
Dettagli
Categoriasecondo piatto
RiconoscimentoP.A.T.
Settorecarni (e frattaglie) fresche e loro preparazione
 

Il pastìn (per gli agordini "pastim") è una pietanza tipica bellunese a base di carne tritata alla grossa di maiale e manzo, uguale alla salsiccia, salata e speziata, o più semplicemente l'impasto del salame appena fatto e non stagionato ma con una specifica e corretta percentuale di sale (Belluno). Il pastin è inserito nell'elenco dei prodotti tradizionali regionali[1].

ComposizioneModifica

Il pastin di Zoldo è composto di carne tritata di maiale e manzo nella quale si aggiunge la "conza" (condimento) fatta di un infuso di vino bianco aglio e spezie. Viene solitamente fatto alla griglia nella forma di "rodéla de pastim". Noto fin dal medioevo, è un cibo prevalentemente invernale, ed abbinato alla classica polenta, veniva un tempo consumato al momento dell'abbattimento del maiale. Può essere consumato crudo, spalmato sul pane o alla griglia o può essere parte di ricette più complesse.

Tipico bellunese è il famoso panino con pastin e formaggio alla piastra, classica pietanza servita nelle sagre paesane del bellunese.

NoteModifica

  1. ^ Elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali della Regione Veneto – anno 2012, consultabile su www.regione.veneto.it

Collegamenti esterniModifica