Apri il menu principale
Patricia Velásquez
South by Southwest 2019 9 (47391801921) (cropped) (cropped).jpg
Patricia Velásquez nel 2019
Altezza177[1] cm
Misure86-60-89[1]
Taglia34[1] (UE) - 4[1] (US)
Scarpe39[1] (UE) - 8[1] (US)
OcchiCastani
CapelliCastano scuro

Patricia Carola Velásquez Semprún (Maracaibo, 31 gennaio 1971) è un'attrice e supermodella venezuelana. In campo cinematografico, è ricordata soprattutto per il ruolo di Anck-su-Namun nei primi due film della trilogia de La mummia.

Indice

BiografiaModifica

Quintogenita di sei figli, Patricia Velásquez nasce a Zulia, in Venezuela, il 31 gennaio del 1971 da padre venezuelano di origini meticcie e da madre venezuelana di etnia wayuu[2][3]. Entrambi i genitori erano insegnanti;[4] suo padre lavorava inoltre per l'UNESCO e, di conseguenza, Velásquez trascorse parte della sua infanzia ed adolescenza in Messico e in Francia. Frequentò la scuola superiore San Vicente de Paul, diplomandosi nel 1987[5]. Dopo un anno di studi al college, partì per Milano per perseguire la carriera di modella. Nel 1989 partecipò al concorso Miss Venezuela rappresentando il dipartimento di La Guajira e piazzandosi settima.

Parla quattro lingue (inglese, francese, italiano e spagnolo).

CarrieraModifica

Nel 1997 studia Arte drammatica a Los Angeles e a New York[6]. Nel 1998 inizia a sfilare in passerella per sfilate di moda prêt-à-porter per stilisti come Antonio Berardi, Bella Freud, Corinne Cobson, Claude Montana, e Dolce & Gabbana. Velásquez è stata testimonial per Chanel's Allure, Roberto Verino's Verino fragrance, oltre che per Victoria's Secret. All'inizio della sua carriera come modella, apparve in diverse edizioni della rivista annuale Sports Illustrated Swimsuit Issue. Ciò le permise di assicurarsi un largo numero di impegni nel settore della moda, che come risultato, le fece ottenere la 45ª posizione tra le "100 Donne più Hot" della rivista Maxim del 2001[7] e la sedicesima tra le "102 Donne più sexy nel mondo" della rivista Stuff Magazine del 2002. In seguito è stata modella per la L'Oréal.

Patricia Velásquez ha inoltre affiancato alla carriera da modella quella di attrice: la fama a livello internazionale le arriva grazie all'interpretazione di Anck-su-Namun nel film La mummia e nel sequel del 2001 La mummia - Il ritorno. Nel primo film, il suo personaggio debutta in scena con il corpo completamente dipinto attraverso un body painting complesso. I titoli di coda dei film in cui Velásquez recita omettono normalmente l'accento acuto sulla a del suo cognome.

In campo televisivo, Velásquez ha interpretato il personaggio di Begoña in diversi episodi di The L Word durante la 5ª stagione (2008). Ha avuto inoltre un ruolo ricorrente in diverse serie televisive come Arrested Development, interpretando Marta Estrella, e in CSI: Miami nell'episodio From The Grave come ospite speciale. Ha avuto anche un ruolo ricorrente nella prima edizione di Rescue Me.

Vita privataModifica

Patricia Velasquez ha attualmente una compagna di nome Jennifer Kriz.[8]

FilantropiaModifica

 
Manifesto della Fundación Wayú Taya

Nel 2002 fonda la Wayúu Tayá Foundation, un'organizzazione non-profit dedicata all'assistenza della tribù venezuelana Wayuu[9].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Video musicaliModifica

VideogiochiModifica

AgenzieModifica

PubblicazioniModifica

Straight Walk: A Supermodel's Journey To Finding Her Truth (2015)

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f (EN) Patricia Velásquez, su Fashion Model Directory, Fashion One Group.  
  2. ^ Mummy Returns, The : Interview with Patricia Velasquez
  3. ^ Iman and Petra support a model cause in New York Archiviato il 15 maggio 2007 in Internet Archive.
  4. ^ Patricia Velasquez Biography (1971-)
  5. ^ Biography, pvelasquez.home.att.net. URL consultato il 19 maggio 2007 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2007).
  6. ^ Patricia Velasquez - Details, Cinema.com. URL consultato il 19 maggio 2007.
  7. ^ FreeJose.com, in Maxim Magazine Hot 100 Women of 2001. URL consultato il 6 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2007).
  8. ^ (EN) Despite Success as a Supermodel, This Mom Struggled With One 'Torturous' Secret. URL consultato l'8 novembre 2018.
  9. ^ Sito ufficiale della fondazione Archiviato il 3 gennaio 2007 in Internet Archive.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN231343447 · ISNI (EN0000 0003 6696 7567 · LCCN (ENno2001091887 · GND (DE114695672X · BNF (FRcb142360244 (data) · WorldCat Identities (ENno2001-091887