Apri il menu principale
Patrick Nora
Patrick Nora.JPG
Nora con la maglia della Marca (2012)
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 75 kg
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Centrale
Squadra Maritime
Carriera
Squadre di club
1997-2001Jaraguá
2001-2003Atlântico
2003-2004BNL Roma ? (15)
2004Carnicer Torrejon ? (3)
2004-2006Reggio 37 (25)
2006-2008Luparense 34 (17)
2008-2013Marca
2013-2015Luparense
2015-2016Asti
2016-2017Kaos
2017Porto San Giorgio
2017-2018Tenax
2018-2019non conosciuta Curitibanos
2019-Maritime
Nazionale
2004-2010 Italia Italia 41 (12)
Carriera da allenatore
2017Porto San Giorgioall./gioc.
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Brasile 2008
 

Patrick Nora (Curitibanos, 16 maggio 1979) è un giocatore di calcio a 5 brasiliano naturalizzato italiano, in forza al Maritime Augusta.

Assieme ad Humberto Honorio e ad Edgar Bertoni vanta il primato di 6 scudetti vinti in carriera.

CarrieraModifica

ClubModifica

Centrale difensivo mancino dotato di un notevole fiuto del gol[1], fin dalla giovane età dimostra talentuoso, debuttando nei campionati professionistici brasiliani ad appena 16 anni[1]. Due anni più tardi si trasferisce al Jaraguá, mentre nel 2001 passa all'Atlântico Erenchim. Arrivato in Italia, gioca la stagione 2003-04 nelle file della BNL Ciampino, mentre l'anno successivo passa al Reggio Calcio a 5 dove si trattiene per un biennio. Alcuni mesi dall'inizio della stagione 2006-07 viene acquistato dalla Luparense; nella squadra padovana si consacra come uno dei giocatori italiani più affidabili in circolazione sia in ambito difensivo che in quello offensivo. Nonostante i lupi vincano due scudetti, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana, nel finale della seconda stagione il giocatore ha alcuni screzi con il presidente Zarattini che lo convincono a rimanere in patria al termine dei Mondiali in Brasile[1]. Contattato da Massimo Bello proprio durante la rassegna iridata, nell'agosto del 2008 il giocatore si convince ad accettare la corte della Marca Trevigiana, dove rimarrà per cinque stagioni e mezza, vincendo una Coppa Italia, due scudetti e altrettante supercoppe italiane. A causa delle difficoltà economiche della società, nel dicembre 2013 fa ritorno alla Luparense insieme a Edgar Bertoni, Ercolessi, Follador oltre ai giovani Caverzan e Morassi. Il giocatore fu fortemente voluto da Zarattini stesso, nonostante alcune resistenze dell'area tecnica[2]. L'innesto dei giocatori castellani nello scacchiere di Fulvio Colini rilancia le quotazioni della squadra che, dopo aver chiuso la stagione regolare solamente quarta, nei play-off sbaraglia le avversarie laureandosi campione d'Italia. Lo scudetto del 2014 rappresenta sia per la società, sia per Nora stesso il quinto titolo, che permette a entrambi (nonché al capitano Humberto Honorio) di eguagliare il record di trofei vinti nel campionato italiano[2]. Nella stagione 2015-16 il giocatore si trasferisce all'Asti[3] con cui vince nuovamente lo scudetto, diventando temporaneamente il giocatore più titolato nella storia della Serie A[4]. Divenuto per l'ennesima volta campione d'italia, con l'Asti non iscritto al campionato 2016-17 per contrasti con la Federazione, decide a fine giugno di accasarsi al Kaos, dove ritrova il suo ex mister Julio Fernández.[5]

Nell'autunno 2017 diventa un nuovo giocatore del Tenax.

 
Nora e il presidente Zarattini festeggiano lo scudetto 2014 che rappresenta il quinto sia per il giocatore sia per la Luparense

NazionaleModifica

In possesso della doppia cittadinanza in virtù dei natali bellunesi dei propri bisnonni[1], già nella sua prima stagione in Italia viene convocato dalla Nazionale di calcio a 5 dell'Italia[6]. Stimato da Alessandro Nuccorini[7], con la maglia azzurra prende parte al Grand Prix 2006 ma non al Campionato europeo 2007 a causa di un infortunio al retto femorale della gamba destra[7]. L'anno seguente è tra i convocati per il Mondiale giocato in Brasile, nel quale l'Italia chiude al terzo posto; nella manifestazione Nora mette a segno 4 reti[1]. Inizialmente utilizzato anche da Roberto Menichelli, dopo il deludente Europeo 2010 esce dal gruppo della Nazionale.

Il 4 gennaio 2019 torna in Italia firmando con il Maritime Augusta.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Marino Silvestri, Carioca tricolore: Nora uomo degli scudetti, in La Tribuna di Treviso, 24 novembre 2008. URL consultato il 2 aprile 2015.
  2. ^ a b Nora fedele ai Lupi. Zarattini: "Crede nel nostro progetto e resta per vincere tutto" Archiviato il 7 aprile 2015 in Internet Archive. luparensecalcioa5.wordpress.com
  3. ^ Due stelle per gli Orange: Nora e Bertoni![collegamento interrotto] asti-garage.it
  4. ^ Lo scudetto è dell'Asti! Il Real Rieti si arrende ai rigori in gara-4, primo trionfo degli Orange, su divisionecalcioa5.it. URL consultato il 7 settembre 2018 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2016).
  5. ^ Kaos: certi rumors generano ufficialità. Nora torna a lavorare con JF
  6. ^ Il CT Nuccorini ha sciolto le riserve sui 16 azzurri che andranno in Bosnia-Erzegovina ilcalcioa5.com
  7. ^ a b Europei: Nora KO, non ci sarà agli Europei di Oporto daysport.com

Collegamenti esterniModifica