Apri il menu principale
Patrizia Panico
Patrizia Panico 2327.jpg
Patrizia Panico con la tenuta della Lazio CF
Nazionalità Italia Italia
Altezza 164[1] cm
Peso 57[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatrice (ex Attaccante)
Squadra Italia Italia U-15 maschile
Ritirata 2016 - giocatrice
Carriera
Giovanili
1988-1991 Giallo e Nero.svg Borussia
1991-1993 Giallo e Nero.svg Valmontone
Squadre di club1
1993-1996 Lazio CF 71 (32)
1996-1997 Torino 30 (32)
1997-1998 Modena 28 (29)
1998-2003 Lazio CF 209 (191)
2003-2004 ACF Milan 22 (5)
2004-2006 Torino 44 (56)
2006-2009 Bardolino Verona 62 (73)
2009-2010 Torres 22 (17)
2010 Sky Blue 10 (0)
2010-2014 Torres 134 (175)
2014-2015 AGSM Verona 25 (34)
2015-2016 Fiorentina 21 (20)
Nazionale
1996-2014 Italia Italia 204 (110)
Carriera da allenatore
2017-2018 Italia Italia U-16 Maschile, Vice
2018- Italia Italia U-15 Maschile
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al agosto 2018

«Ho ammirato Shevchenko e Pato. E ho cercato di rubare qualcosa a Gazzoli. Come ovviamente rubo anche a Patrizia Panico... infinita, impossibile copiarla»

(Melania Gabbiadini[2])

Patrizia Panico (Roma, 8 febbraio 1975) è un'allenatrice di calcio ed ex calciatrice italiana, di ruolo attaccante, CT della nazionale Under-15 maschile.

Grazie alle sue doti tecniche e risultati ottenuti, è divenuta l'emblema del calcio femminile in Italia raccogliendo il testimone da Carolina Morace. Ha vinto quattordici volte il titolo di capocannoniere della Serie A, in aggiunta al titolo di capocannoniere nella Champions League femminile 2007-2008, superando proprio la stessa Morace, ferma a 12; ha marcato quasi seicento reti, in più di cinquecento incontri, con le maglie di Lazio CF, Torino, Modena, ACF Milan, Bardolino Verona/AGSM Verona, Torres e Fiorentina.

Ha vinto 23 titoli di club ripartiti in 10 Scudetti, 5 Coppe Italia e 8 Supercoppe italiane.

Detiene i record di presenze (204) e di reti (110) nella nazionale italiana, con cui ha vinto l'argento al campionato europeo di Norvegia e Svezia del 1997 e ha preso parte alla fase finale del campionato mondiale degli Stati Uniti del 1999.

Ritiratasi nel 2016, è stata assistente tecnico della nazionale italiana Under-16 maschile prima di divenire ct della nazionale italiana Under-15 maschile: è la prima donna ad allenare una rappresentativa maschile italiana.

CarrieraModifica

GiocatriceModifica

Gli iniziModifica

Appassionata di calcio fin da piccola,[3] come sua sorella maggiore Sabrina[4], all'età di 13 anni entrò nelle giovanili del Borussia, formazione all'epoca di serie C della periferia sudorientale romana (Grotte Celoni), con cui si mise in luce come attaccante. Grazie alle sue doti tecniche in un paio di stagioni fu in serie B al Valmontone.

L'approdo alla Lazio e l'esordio in NazionaleModifica

A 19 anni entrò nella Lazio CF con cui esordì in serie A. Causa esubero nel ruolo di attaccante, tuttavia, trascorse una stagione in prestito al Torino, nel 1995-96, stagione in cui giunsero 32 goal in campionato e la convocazione in nazionale maggiore dall'allora C.T. Sergio Guenza: l'8 aprile 1996 a Venezia Panico esordì in azzurro contro il Portogallo marcando il primo goal italiano e il suo primo personale dopo appena 5 minuti di gioco.

ModenaModifica

Con il passaggio al Modena, nel 1997, corona il sogno di giocare in coppia con Carolina Morace, una delle più forti calciatrici italiane di tutti i tempi, dalla quale erediterà il ruolo di icona del calcio femminile nostrano. Con i colori del Modena Amadio vince scudetto e Supercoppa.

Il ritorno alla Lazio e i mondiali statunitensiModifica

Nel 1998 torna a vestire la maglia della Lazio, che le regala la gioia di un altro scudetto (nel 2003), di due Coppe Italia (nel 1999 e nel 2003) e di quattro titoli consecutivi della classifica cannonieri. La staffetta tra i diversi commissari tecnici che si susseguono alla guida della nazionale (Guenza, Vatta, Facchin, Recagni e Morace) non scalfiscono il suo legame con la rappresentativa azzurra, della quale diviene ben presto capitano. Nel 1999 prende parte alla spedizione azzurra che negli Stati Uniti disputa la fase finale dei Mondiali. L'Italia pareggia con la Germania, perde con il Brasile e batte il Messico, ma torna a casa già dopo il primo turno. Per lei c'è solo la gioia di due gol (sui tre realizzati dalla formazione azzurra).

La crisi della Lazio: la rottura e il passaggio al MilanModifica

Tra il 2003 e il 2004 la Lazio - in quel periodo denominata Ad Decimum Lazio - paga con una grave crisi finanziaria i successi sportivi degli anni precedenti. Nel dicembre 2003 la dirigenza biancoceleste svincola a sorpresa 12 giocatrici della prima squadra e si affida all'organico della formazione Primavera[5]. La Panico, vittima del taglio assieme ad altri elementi della nazionale, resta senza squadra. Medita il ritiro dall'attività agonistica[6], ma poi decide di accasarsi al Milan, dove conclude la stagione senza primeggiare tra i bomber del campionato.

La seconda esperienza nel TorinoModifica

Nell'estate 2004 torna al Torino, dove al termine della stagione 2004-2005 si riprende il titolo di capocannoniere della Serie A, un primato condiviso con Valentina Boni del Bardolino Verona. Le 32 reti della Panico non bastano però alla formazione granata per conquistare il campionato, con la Scudetto vinto dal Bardolino Verona davanti alla Torres. Lo stesso scenario si ripete nella stagione successiva; Panico chiude la stagione con 24 reti, maggiore realizzatrice in campionato, di 2 nuovamente davanti a Boni e di 10 davanti alla seconda marcatrice del Torino, Maria Ilaria Pasqui,[7] tuttavia l'apporto dell'attaccante romana non permette alla sua squadra che di terminare al terzo posto con 46 punti, a 10 dalla capolista Fiammamonza al suo primo titolo nazionale.

I successi con il BardolinoModifica

Solo con l'approdo al Bardolino - nella stagione 2006-2007 - torna a vincere lo Scudetto, il terzo della sua carriera, che viene condito da una Coppa Italia e dall'immancabile successo nella classifica cannonieri. Nel 2007-08 il Bardolino, trascinato dai gol del terzetto Boni-Gabbiadini-Panico, si conferma in Italia per il secondo anno consecutivo (vincendo anche la Supercoppa italiana) e guadagna spessore in campo continentale raggiungendo le semifinali della UEFA Women's Cup, la Champions League al femminile, dove addirittura si laurea capocannoniere con 9 realizzazioni, ex aequo con l'ucraina Vira Djatel e con l'islandese Margrét Lára Viðarsdóttir. Il sogno europeo della formazione veronese si spegne solo davanti ai gol del Francoforte di Birgit Prinz. Per la Panico, che in campionato vince l'ottavo titolo di capocannoniere, questa rimane comunque la migliore esperienza europea della carriera[8].

La qualificazione all'Europeo. Il passaggio alla Torres e i trionfi sardiModifica

Nell'ottobre 2008 due sue reti sono decisive nel doppio confronto tra la nazionale italiana e quella ceca (entrambi vinti, il primo per 1-0 ed il secondo per 2-1) e permettono l'accesso all'Europeo 2009. Vince il suo quinto scudetto trionfando ancora con il Bardolino, che lascia alla fine della stagione 2008-09 per passare alla Torres[9] con cui vince due scudetti di fila: 2009-2010 e 2010-2011 (7° personale, 5° consecutivo), due Supercoppe italiane (2009 e 2010), la Coppa Italia 2010-2011 e il titolo di capocannoniere nel campionato di serie A 2010-2011[10].

Durante l'estate del 2010 ha giocato negli Stati Uniti d'America indossando la maglia delle Sky Blue[11]. Dal 2007 al 2011 ha vinto 5 campionati di fila (3 col Bardolino e 2 con la Sassari Torres). In due campionati (2009-2010 e 2010-2011) giocati con la maglia della Torres, ha disputato 44 partite segnando 43 reti. Nel 2011 ha vinto il suo decimo titolo di capocannoniere della serie A negli ultimi 13 anni (nel 2004-2005 a pari merito con Valentina Boni). Il 1º luglio 2011 rinnova per un altro anno il suo contratto con la Torres[12].

Il ritorno a VeronaModifica

Nell'estate 2014 Panico ritiene conclusa l'esperienza con le isolane e decide di sottoscrivere un contratto con l'AGSM Verona, erede del Bardolino Verona, società veronese con cui giocò dal 2006 al 2009. Alla sua stagione di ritorno con la maglia gialloblu, la 2014-2015, contribuisce a far raggiungere alla società posizioni di vertice nella classifica fin dalle prime giornate di campionato, grazie anche alla sua capacità di realizzazione, al termine del quale conquista il suo decimo scudetto personale e il titolo di campione d'Italia, siglando 34 reti in 25 incontri ottenendo così anche il titolo di capocannoniere del torneo, ritoccando a quattordici il record personale.

Il trasferimento alla Fiorentina Women'sModifica

Nell'agosto 2015 si trasferisce alla Fiorentina Women's[13], nuova realtà del calcio cittadino e istituita come sezione femminile dell'omonimo club maschile. Alla sua stagione d'esordio Panico viene utilizzata dal tecnico Sauro Fattori in 21 dei 22 incontri giocati in campionato, contribuendo, grazie anche alle 20 reti siglate, migliore realizzatrice della squadra ma solo al quarto posto in campionato, a far rimanere la Fiorentina nelle parti alte della classifica di Serie A 2015-2016, a tratti anche al primo posto, e sfiorare l'accesso alla UEFA Women's Champions League, sfumata all'ultima giornata, terminando al terzo posto dietro alle campionesse del Brescia e all'AGSM Verona. In Coppa Italia il percorso invece si interrompe già agli Ottavi di finale per opera del San Zaccaria. Nel torneo Panico realizza le sue uniche reti, una doppietta, al Castelfranco, nell'incontro della prima fase eliminatoria.[14]

Il 16 febbraio 2016 in occasione della presentazione della finale della Champions League 2016 a Reggio nell'Emilia Patrizia Panico (204 presenze e 110 reti in Nazionale) è stata nominata dalla UEFA testimonial della Finale 2016[15]. A fine anno, dopo aver collezionato 21 presenze e 20 gol, si ritira dal calcio giocato.

AllenatriceModifica

Dal 2016 è assistente allenatrice di Daniele Zoratto alla guida dell'Italia U-16 maschile[16]; il 22 marzo 2017, complice l'assenza di Zoratto che doveva seguire un incontro della Under-19, Panico guidò la sua prima partita a Verona contro i pari età della Germania[17].

A giugno 2017, presso il Centro tecnico FIGC di Coverciano, ha intrapreso il corso per allenatori professionisti di 2ª categoria UEFA A per abilitazione alla guida di prime squadre fino alla Lega Pro e qualsiasi squadra giovanile, nonché l'abilitazione di allenatore in 2ª in serie A e B[18]. Il 7 settembre seguente supera con esito positivo l'esame di fine corso.[19]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Aggiornato al 30 gennaio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1993-1994 Lazio CF A 23 8 CI - - - - - - - - - -
1994-1995 A 19 5 CI ? ? - - - - - - 19+ 5+
1995-1996 A 29 19 CI ? ? - - - - - - 29+ 19+
1996-1997 Torino A 30 32 CI ? ? - - - - - - 30+ 32+
1997-1998 Modena A 28 29 CI ? ? - - - SI 1 0 29+ 30+
1998-1999 Lazio CF A 28 49 CI ? ? - - - - - - 28+ 49+
1999-2000 A 29 41 CI ? ? - - - SI 1 1 29+ 41+
2000-2001 A 29 41 CI ? ? - - - - - - 29+ 41+
2001-2002 A 27 48 CI ? ? - - - - - - 27+ 48+
2002-2003 A 26 35 CI ? ? WCL 3 4 SI 1 0 30+ 39+
set.-nov. 2003 A 8 7 CI 0 0 - - - SI 1 1 9 8
Totale Lazio 218 253 0+ 0+ - 3 4 3 2 224+ 259+
nov. 2003- giu. 2004 ACF Milan A 13 9 CI 5 1 - - - - - - 27 6
2004-2005 Torino A 19 32 CI ? ? - - - - - - 19+ 32+
2005-2006 A 20 24 CI ? ? - - - - - - 20+ 24+
Totale Torino 74 88 5+ 1+ - - - - 79+ 89+
2006-2007 Bardolino Verona A 22 21 CI 9 11 - - - SI 1 0 32 33
2007-2008 A 19 27 CI 7 8 WCL 10 9 SI 1 0 37 44
2008-2009 A 21 23 CI 7 14 WCL 5 1 SI 1 0 34 38
Totale Bardolino 62 73 23 33 15 10 3 0 103 116
2009-2010 Torres A 22 17 CI 5 1 WCL 8 5 SI 1 0 36 23
2010   Sky Blue USL W-League 10 0 - - - - - - 10 0
2010-2011 Torres A 22 26 CI 4 3 WCL 2 0 SI 1 0 29 26
2011-2012 A 25 28 CI 4 2 WCL 4 2 SI 1 2 36 37
2012-2013 A 29 35 CI 2 2 WCL 6 8 SI 1 2 38 47
2013-2014 A 30 43 CI 1 1 WCL 6 2 SI 1 1 38 47
Totale Torres 98 106 15 8 20 15 4 5 137 133
2014-2015 AGSM Verona A 25 34 - - - - - - - - 25 34
2015-2016 Fiorentina A 21 20 CI 2 2 - - - - - - 23 22
Totale 549 618 50+ 44+ 38 29 11 6 591+ 653+

Cronologia delle presenze e delle reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
07/04/1996 Venezia Italia   4 - 1   Portogallo Qualif. Europei 1997 1
11/05/1996 Parenzo Croazia   0 – 0   Italia Qualif. Europei 1997 -
09/10/1996 Torino Italia   0 – 1   Svezia -
30/10/1996 Giubiasco Svizzera   0 – 1   Italia -
11/12/1996 Benevento Italia   0 – 0   Germania -
26/02/1997 Lovanio Belgio   1 – 1   Italia -
23/04/1997 Torino Italia   2 – 0   Inghilterra -
31/05/1997 Salem Italia   3 – 0   Australia 1
04/06/1997 Massachusetts Italia   2 – 1   Canada -
08/06/1997 Washington Stati Uniti   2 – 0   Italia -
30/06/1997 Moss Germania   1 - 1   Italia Europei 1997 - Primo turno -
03/07/1997 Lillestrøm Italia   2 – 2   Danimarca Europei 1997 - Primo turno 1
06/07/1997 Lillestrøm Norvegia   0 – 2   Italia Europei 1997 - Primo turno -
09/07/1997 Lillestrøm Italia   2 - 1   Spagna Europei 1997 - Semifinale -
12/07/1997 Oslo Italia   0 – 2   Germania Europei 1997 - Finale -
01/11/1997 Nyon Svizzera   1 – 3   Italia Qualif. Mondiali 1999 1
22/11/1997 Como Italia   0 – 0   Francia Qualif. Mondiali 1999 -
05/02/1998 Catania Italia   0 - 1   Germania -
25/03/1998 Termoli Italia   0 – 0   Cina -
11/04/1998 Blois Francia   2 – 3   Italia Qualif. Mondiali 1999 1
21/04/1998 West Bromwich Inghilterra   1 - 2   Italia -
05/05/1998 Cagliari Italia   1 – 0   Finlandia Qualif. Mondiali 1999 -
16/05/1998 Perugia Italia   2 – 0   Svizzera Qualif. Mondiali 1999 -
27/06/1998 Espoo Finlandia   1 – 2   Italia Qualif. Mondiali 1999 1
06/01/1999 Sydney Canada   0 – 1   Italia 1
08/01/1999 Sydney Australia   1 - 1 (4 - 5 dcr)   Italia 1
21/04/1999 Soverato Italia   1 – 1   Svezia 1
12/05/1999 Fabriano Italia   2 – 2   Norvegia -
26/05/1999 Lugo Italia   4 - 1   Inghilterra 2
20/06/1999 Pasadena Germania   1 – 1   Italia Mondiali 1999 - Primo turno 1
24/06/1999 Chicago Brasile   2 - 0   Italia Mondiali 1999 - Primo turno -
27/06/1999 Boston Messico   0 - 2   Italia Mondiali 1999 - Primo turno 1
22/09/1999 Reykjavík Islanda   0 – 0   Italia Qualif. Europei 2001 -
13/10/1999 Castelfranco di Sotto Italia   1 – 0   Ucraina Qualif. Europei 2001 1
11/11/1999 Isernia Italia   4 – 4   Germania Qualif. Europei 2001 3
07/06/2000 Urbino Italia   1 - 0   Islanda Qualif. Europei 2001 -
17/06/2000 Kiev Ucraina   0 - 0   Italia Qualif. Europei 2001 -
07/07/2000 New York Stati Uniti   4 - 1   Italia -
27/09/2000 San Giorgio di Nogaro Italia   2 – 1   Slovacchia 1
22/11/2000 Portalegre Portogallo   1 - 0   Italia Play-off Europei 2001 -
17/01/2001 Vibo Valentia Italia   3 – 0   Scozia 1
07/03/2001 Rieti Italia   1 - 0   Stati Uniti -
01/05/2001 Monza Italia   2 - 0   Belgio 1
10/05/2001 Troisdorf Germania   1 - 0   Italia -
17/06/2001 Tavarone Italia   2 – 0   Finlandia 1
25/06/2001 Aalen Italia   2 - 1   Danimarca Europei 2001 - Primo turno 2
28/06/2001 Reutlingen Italia   1 - 1   Norvegia Europei 2001 - Primo turno -
01/07/2001 Ulm Italia   0 - 2   Francia Europei 2001 - Primo turno -
13/02/2002 Roma Italia   2 - 0   Paesi Bassi -
24/03/2002 Pozoblanco Spagna   0 – 1   Italia Qualif. Mondiali 2003 -
10/04/2002 Copenaghen Danimarca   4 - 0   Italia -
22/05/2002 Mosca Russia   2 – 1   Italia Qualif. Mondiali 2003 -
08/06/2002 Arzachena Italia   0 - 0   Islanda Qualif. Mondiali 2003 -
13/06/2002 Požarevac Jugoslavia   0 - 6   Italia 1
02/10/2002 Cary Russia   2 - 1   Italia -
06/10/2002 Cary Stati Uniti   4 - 0   Italia -
09/10/2002 Cary Italia   1 – 0   Australia -
13/11/2002 Lovanio Belgio   1 - 5   Italia 2
22/01/2003 Roma Italia   4 – 1   Scozia -
25/02/2003 Viareggio Italia   1 - 0   Inghilterra -
30/03/2003 Trento Italia   8 – 0   Serbia e Montenegro Qualif. Europei 2005 2
16/04/2003 Hoofddorp Paesi Bassi   0 - 5   Italia 1
17/05/2003 Stoccolma Svezia   5 - 0   Italia Qualif. Europei 2005 -
19/07/2003 Vaasa Finlandia   1 - 1   Italia Qualif. Europei 2005 1
09/09/2003 Livingston Scozia   0 - 4   Italia -
27/09/2003 Frauenfeld Svizzera   0 – 1   Italia Qualif. Europei 2005 1
22/10/2003 Kansas City Stati Uniti   2 - 2   Italia -
21/01/2004 Atene Grecia   0 - 3   Italia 1
17/02/2004 Viareggio Italia   2 - 1   Paesi Bassi 1
14/03/2004 Guia Italia   1 – 0   Cina -
16/03/2004 Olhão Norvegia   3 - 0   Italia -
18/03/2004 Lagos Italia   2 - 1   Finlandia 1
20/03/2004 Faro Francia   3 - 3 (7 - 6 dcr)   Italia 2
31/03/2004 Bolzano Italia   0 - 1   Germania -
24/04/2004 Andria Italia   1 – 1   Finlandia Qualif. Europei 2005 1
22/05/2004 Trapani Italia   0 - 0   Svizzera Qualif. Europei 2005 -
26/06/2004 Benevento Italia   2 - 1   Svezia Qualif. Europei 2005 1
04/09/2004 Bergen Norvegia   3 - 1   Italia -
25/09/2004 Nis Serbia e Montenegro   1 - 2   Italia Qualif. Europei 2005 -
13/11/2004 Crotone Italia   2 – 1   Rep. Ceca Play-off Europei 2005 -
27/11/2004 Čáslav Rep. Ceca   0 - 3   Italia Play-off Europei 2005 1
17/02/2005 Milton Keynes Inghilterra   4 – 1   Italia -
23/02/2005 Santa Maria da Feira Portogallo   0 - 2   Italia -
13/04/2005 Genova Italia   1 - 0   Danimarca -
27/04/2005 Fiuggi Italia   0 - 0   Finlandia -
18/05/2005 Mestre Italia   2 - 0   Irlanda 1
06/06/2005 Preston Francia   3 – 1   Italia Europei 2005 - Primo turno -
09/06/2005 Preston Germania   4 - 0   Italia Europei 2005 - Primo turno -
12/06/2005 Preston Norvegia   5 – 3   Italia Europei 2005 - Primo turno -
07/09/2005 Zwolle Paesi Bassi   0 – 2   Italia 1
24/09/2005 Monza Italia   3 - 1   Ucraina Qualif. Mondiali 2007 1
29/10/2005 Bergen Norvegia   1 – 0   Italia Qualif. Mondiali 2007 -
02/11/2005 Sesto al Reghena Italia   6 – 0   Serbia e Montenegro Qualif. Mondiali 2007 2
08/03/2006 Isernia Italia   4 – 0   Scozia -
12/03/2006 Venafro Italia   1 - 0   Giappone -
29/03/2006 Aversa Italia   2 – 0   Grecia Qualif. Mondiali 2007 -
22/04/2006 Atene Grecia   0 – 5   Italia Qualif. Mondiali 2007 4
09/09/2006 Dublino Irlanda   0 – 1   Italia -
23/09/2006 Rimini Italia   1 - 2   Norvegia Qualif. Mondiali 2007 1
28/10/2006 Seul Canada   3 – 2   Italia 1
30/10/2006 Masan Brasile   1 – 1   Italia -
01/11/2006 Changwon Corea del Sud   1 – 2   Italia 1
21/02/2007 Almere Paesi Bassi   2 – 0   Italia -
07/03/2007 Lagos Italia   2 – 1   Islanda 1
09/03/2007 Lagos Portogallo   0 - 1   Italia -
12/03/2007 Silves Italia   4 – 1   Irlanda 1
14/03/2007 Olhão Italia   1 – 0   Germania -
06/04/2007 Perth Scozia   2 – 1   Italia -
05/05/2007 Trento Italia   0 – 2   Svezia Qualif. Europei 2009 -
30/05/2007 Dublino Irlanda   1 – 2   Italia Qualif. Europei 2009 1
01/07/2007 Qinhuangdao Messico   2 – 2   Italia 1
04/07/2007 Shenyang Italia   5 - 0   Thailandia 2
07/07/2007 Qinhuangdao Cina   3 – 1   Italia -
10/07/2007 Shenyang Italia   2 – 1   Thailandia -
27/10/2007 Buk Ungheria   1 – 3   Italia Qualif. Europei 2009 1
31/10/2007 Noceto Italia   5 – 0   Romania Qualif. Europei 2009 1
30/01/2008 Martigues Francia   1 – 0   Italia -
16/02/2008 Villacidro Italia   4 - 1   Irlanda Qualif. Europei 2009 1
05/03/2008 Alvor Norvegia   4 – 2   Italia 1
07/03/2008 Alvor Stati Uniti   2 – 0   Italia -
10/03/2008 Loulé Italia   2 – 0   Cina 1
12/03/2008 Olhão Svezia   3 – 0   Italia -
09/04/2008 Nyon Svizzera   0 – 0   Italia -
07/05/2008 Örebro Svezia   1 – 0   Italia Qualif. Europei 2009 -
24/05/2008 Buftea Romania   1 – 6   Italia Qualif. Europei 2009 1
15/06/2008 Suwon Brasile   2 – 1   Italia -
17/06/2008 Suwon Australia   3 – 0   Italia -
19/06/2008 Suwon Stati Uniti   2 – 0   Italia -
02/10/2008 Montereale Valcellina Italia   3 – 0   Ungheria Qualif. Europei 2009 -
25/10/2008 Praga Rep. Ceca   0 – 1   Italia Play-off Europei 2009 1
29/10/2008 Gubbio Italia   2 – 1   Rep. Ceca Play-off Europei 2009 1
31/01/2009 Sydney Australia   2 – 2   Italia -
07/02/2009 Canberra Australia   1 – 5   Italia 3
08/04/2009 Kilmarnock Scozia   1 – 4   Italia 2
28/05/2009 Helsinki Finlandia   3 – 2   Italia 1
25/08/2009 Lahti Italia   2 – 1   Inghilterra Europei 2009 - Primo turno 1
28/08/2009 Turku Svezia   2 – 0   Italia Europei 2009 - Primo turno -
31/08/2009 Helsinki Italia   2 – 0   Russia Europei 2009 - Primo turno -
04/09/2009 Lahti Germania   2 – 1   Italia Europei 2009 - Quarti di finale 1
19/09/2009 Domzale Slovenia   0 – 8   Italia Qualif. Mondiali 2011 1
23/09/2009 Rieti Italia   2 – 0   Portogallo Qualif. Mondiali 2011 2
24/10/2009 Erevan Armenia   0 – 8   Italia Qualif. Mondiali 2011 1
25/11/2009 Francavilla al Mare Italia   7 – 0   Armenia Qualif. Mondiali 2011 2
24/02/2010 Nicosia Nuova Zelanda   1 – 0   Italia -
26/02/2010 Larnaca Italia   2 – 0   Scozia -
01/03/2010 Nicosia Italia   1 – 1   Paesi Bassi -
27/03/2010 Tocha Portogallo   1 – 3   Italia Qualif. Mondiali 2011 1
31/03/2010 Ascoli Italia   1 – 1   Finlandia Qualif. Mondiali 2011 -
19/05/2010 - Polonia   1 – 5   Italia Amichevole 2
19/06/2010 Montereale Valcellina Italia   6 – 0   Slovenia Qualif. Mondiali 2011 1
23/06/2010 Vantaa Finlandia   1 – 3   Italia Qualif. Mondiali 2011 -
11/09/2010 Besançon Francia   0 – 0   Italia Play-off Mondiali 2011 -
15/09/2010 Gubbio Italia   2 – 3   Francia Play-off Mondiali 2011 1
02/10/2010 Černihiv Ucraina   0 – 3   Italia Play-off Mondiali 2011 1
06/10/2010 Latina Italia   0 – 0   Ucraina Play-off Mondiali 2011 -
23/10/2010 Treviso Italia   1 – 0   Svizzera Play-off Mondiali 2011 -
27/10/2010 Aarau Svizzera   2 – 4   Italia Play-off Mondiali 2011 1
20/11/2010 Padova Italia   0 – 1   Stati Uniti Play-off Mondiali 2011 -
27/11/2010 Bridgeview Stati Uniti   1 – 0   Italia Play-off Mondiali 2011 -
02/03/2011 Larnaca Inghilterra   2 – 0   Italia Cyprus Cup 2011 - Cap. -   64’
04/03/2011 Nicosia Italia   0 – 0   Canada Cyprus Cup 2011 - Cap.
07/03/2011 Larnaca Scozia   0 – 0   Italia Cyprus Cup 2011 - Cap. -   70’
09/03/2011 Larnaca Italia   2 – 0   Russia Cyprus Cup 2011 1 Cap. -   46’
03/06/2011 Osnabrück Germania   0 – 0   Italia Amichevole - Cap. -   62’
17/09/2011 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina   0 – 1   Italia Qualif. Europei 2013 - Cap.
19/11/2011 Pruszków Polonia   0 – 5   Italia Qualif. Europei 2013 1 Cap. -   81’
23/11/2011 Trani Italia   2 – 0   Grecia Qualif. Europei 2013 - Cap. -   72’
08/12/2011 San Paolo Brasile   5 – 1   Italia Torneio Internacional Cidade de São Paulo 2011 - Cap. -   83’
11/12/2011 San Paolo Italia   2 – 2   Danimarca Torneio Internacional Cidade de São Paulo 2011 - Cap. -   84’
18/12/2011 San Paolo Italia   3 – 2   Cile Torneio Internacional Cidade de São Paulo 2011 - Cap.
28/02/2012 Larnaca Paesi Bassi   2 – 1   Italia Cyprus Cup 2012 1 Cap.
28/02/2012 Paralimni Inghilterra   1 – 3   Italia Cyprus Cup 2012 - Finale 3º posto 1 Cap.
31/03/2012 Ferrara Italia   4 – 0   Bosnia ed Erzegovina Qualif. Europei 2013 2 Cap.
04/04/2012 Podol'sk Russia   0 – 2   Italia Qualif. Europei 2013 2 Cap.
16/06/2012 Torino Italia   9 – 0   Macedonia del Nord Qualif. Europei 2013 3 Cap. -   65’
16/09/2012 San Benedetto del Tronto Italia   1 – 0   Polonia Qualif. Europei 2013 1 Cap.
19/09/2012 Atene Grecia   0 – 0   Italia Qualif. Europei 2013 -   75’
10/07/2013 Halmstad Italia   0 – 0   Finlandia Europei 2013 - Primo turno - Cap.
13/07/2013 Halmstad Italia   2 – 1   Danimarca Europei 2013 - Primo turno - Cap. -   72’
16/07/2013 Halmstad Svezia   3 – 1   Italia Europei 2013 - Primo turno -   63’
16/07/2013 Växjö Italia   0 – 1   Germania Europei 2013 - Quarti di finale - Cap.
16/06/2014 Novara Italia   6 – 1   Rep. Ceca Qualificazioni mondiali 2015 1 Cap.
05/04/2014 Vicenza Italia   0 – 0   Spagna Qualificazioni mondiali 2015 - Cap.
10/04/2014 Cluj-Napoca Romania   1 – 6   Italia Qualificazioni mondiali 2015 1 Cap.
08/05/2014 Skopje Macedonia del Nord   0 – 11   Italia Qualificazioni mondiali 2015 1 Cap. -   46’
14/06/2014 Praga Rep. Ceca   0 – 4   Italia Qualificazioni mondiali 2015 2 Cap. -   84’
13/09/2014 Vercelli Italia   4 – 0   Estonia Qualificazioni mondiali 2015 - Cap. -   62’
17/09/2014 Vercelli Italia   15 – 0   Macedonia del Nord Qualificazioni mondiali 2015 2 Cap. -   45+4’
25/10/2014 Rieti Italia   2 – 1   Ucraina Qualificazioni mondiali 2015 - Cap.
29/10/2014 Leopoli Ucraina   2 – 2   Italia Qualificazioni mondiali 2015 1 Cap. -   85’
22/11/2014 L'Aia Paesi Bassi   1 – 1   Italia Qualificazioni mondiali 2015 - Cap.
27/11/2014 Verona Italia   1 – 2   Paesi Bassi Qualificazioni mondiali 2015 - Cap. -   83’
Totale Presenze 193 Reti 104

PalmarèsModifica

ClubModifica

Modena: 1997-1998
Lazio: 2001-2002
Bardolino Verona/AGSM Verona: 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2014-2015
Torres: 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013
Lazio: 1998-1999, 2002-2003
Bardolino: 2006-2007, 2008-2009
Torres: 2010-2011
Modena: 1998
Bardolino: 2007, 2008
Torres: 2009, 2010, 2011, 2012, 2013

IndividualeModifica

2015

NoteModifica

  1. ^ a b Dato presente sulla scheda del sito ufficiale
  2. ^ Calcio femminile, Melania Gabbiadini: «Italia, prenditi il Mondiale» Archiviato il 26 aprile 2015 in Internet Archive. corrieredellosport.it
  3. ^ Dalle note biografiche contenute nel suo sito internet, su patriziapanico.it.
  4. ^ http://www.avvenire.it/agora/pagine/panico
  5. ^ «Lazio in crisi svincola dodici giocatrici», articolo apparso su Il Tempo il 18 dicembre 2003, consultabile sul sito web Calciodonna.it. Per la Lazio, che fino ad allora era stata l'unica squadra ad aver sempre militato nella massima serie, dopo la crisi economica arriveranno due retrocessioni consecutive che la porteranno prima in serie A2 e poi in serie B
  6. ^ «Sono delusa, ho pensato di smettere», articolo apparso su Il Tempo il 23 dicembre 2003, consultabile sul sito web Calciodonna.it
  7. ^ I bomber: Merete Pedersen chiude al quarto posto, su La Nuova Sardegna, 23 maggio 2006. URL consultato il 6 agosto 2018.
  8. ^ Del resto nessuna formazione italiana era mai arrivata in semifinale di UEFA Women's Cup prima del Bardolino
  9. ^ Torres che colpo! arriva Patrizia Panico[collegamento interrotto], notizia tratta dal sito ufficiale TorresCalcioFemminile.it
  10. ^ Patrizia Panico, regina del gol.. altro successo per questa grande Torres[collegamento interrotto], notizia tratta dal sito ufficiale TorresCalcioFemminile.it
  11. ^ Un pezzo di Torres sbarca negli Usa Patrizia Panico tra le stelle della Wps, notizia tratta dal sito SassariNotizie.com
  12. ^ Nel cielo rossoblù restano due stelle Tona e Panico rinnovano con la Torres, notizia tratta dal sito SassariNotizie.com
  13. ^ Patrizia panico neoacquisto del Fiorentina women's football club, it.violachannel.tv
  14. ^ La Viola in rosa debutta e vince 3-1 a Castelfranco in Coppa Italia, su it.violachannel.tv, 10 ottobre 2015. URL consultato il 19 febbraio 2016.
  15. ^ Presentata a Reggio Emilia la finale della UEFA Women's Champions League, su FIGC, 16 febbraio 2016. URL consultato il 17 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2016).
  16. ^ Francesco Oddi, La FIGC ufficializza gli staff: con Zoratto c'è la Panico, allenerà i ragazzi dell'U16, in la Gazzetta dello Sport, 4 agosto 2016. URL consultato il 4 agosto 2016.
  17. ^ Alessandro Trevisani, Patrizia Panico: «Donne che allenano uomini? Io sono solo la prima», in IoDonna, RCS MediaGroup, 18 marzo 2017. URL consultato il 20 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2017).
  18. ^ Coverciano, corso allenatori al via con Cambiasso, Kallon e Panico, in il Messaggero, 12 giugno 2017. URL consultato il 20 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2017).
  19. ^ Coverciano, ufficializzati i nuovi allenatori professionisti Uefa B. Da Cambiasso a Zampagna tanti i nomi noti. URL consultato l'8 settembre 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica