Apri il menu principale
Paul Henry Nitze
Paul Nitze.jpeg

10° Segretario della marina statunitense (United States Department of Defense)
Durata mandato 29 novembre 1963 - 30 giugno 1967
Predecessore Fred Korth
Successore Paul Robert Ignatius

Paul Henry Nitze (Amherst, 16 gennaio 190719 ottobre 2004) è stato un politico statunitense.

Indice

BiografiaModifica

Fu il decimo segretario della marina statunitense (United States Department of Defense) sotto il presidente degli Stati Uniti d'America Lyndon B. Johnson.

Ha frequentato la Hotchkiss School e successivamente l'università di Harvard. Lavorò presso la banca d'affari Dillon, Read & Co. per poi fondare nel 1938 la PH Nitze & Co.

Nel 1932 ha sposato Phyllis Pratt, la figlia di due esponenti di rilievo dell'epoca: John Teele Pratt e Ruth Baker Pratt, la coppia ebbe 4 figli: Peter, William, Phyllis Anina (Nina) e Heidi. La donna morì nel 1987, in seguito ebbe seconde nozze con Elisabeth Scott Porter, tale matrimonio durò sino alla sua morte. La sua carriera di segretario fu compresa fra due segretari temporanei: prima di lui ricoprì la carica momentaneamente Paul Burgess Fay e dopo la sua morte Charles F. Baird sino all'inizio del mandato di Paul Robert Ignatius.

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Predecessore: Segretario alla Marina degli Stati Uniti d'America Successore:  
Fred Korth 29 novembre 1963 - 30 giugno 1967 Paul Robert Ignatius
Gabinetto degli Stati Uniti d'America
StoddertSmithHamiltonJonesCrowninshieldS ThompsonSouthardBranchWoodburyDickersonPauldingBadgerUpshurHenshawGilmerMasonBancroftMasonPrestonGrahamKennedyDobbinTouceyWellesBorieRobesonR ThompsonGoffHuntChandlerWhitneyTracyHerbertLongMoodyMortonBonaparteMetcalfNewberryMeyerDanielsDenbyWilburAdamsSwansonEdisonKnoxForrestal
Dipartimento alla difesa degli Stati Uniti d'America
SullivanMatthewsKimballAndersonThomasGatesFrankeConnallyKorthNitzeIgnatiusChafeeWarnerMiddendorfClaytorHidalgoLehmanWebbBallGarrettO'KeefeDaltonDanzigEnglandWinterMabus


Controllo di autoritàVIAF (EN110669729 · ISNI (EN0000 0000 8407 9561 · LCCN (ENn79100361 · GND (DE119024799 · BNF (FRcb122482212 (data) · WorldCat Identities (ENn79-100361