Paul Masvidal

chitarrista e cantante portoricano
Paul Masvidal
Cynic @ Euroblast 2015 94.jpg
Paul Masvidal con i Cynic nel 2015
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereProgressive metal
Fusion
Periodo di attività musicale1987 – in attività
StrumentoVoce, chitarra, guitar synth, tastiera
EtichettaMasvidalien Records
Gruppi attualiÆon Spoke, Cynic
Gruppi precedentiDeath, Gordian Knot
Album pubblicati3
Studio3

Paul Masvidal (San Juan, 20 gennaio 1971) è un chitarrista e cantante statunitense, membro fondatore dei Cynic e degli Æon Spoke.

BiografiaModifica

Nato a Porto Rico, Masvidal è di discendenza cubana/spagnola e crebbe nei sobborghi di Miami, Florida.

Nel 1989, quando Masvidal era alle scuole superiori, si unì al tour dei Death come rimpiazzo del loro chitarrista ma declinò l'invito di rimanerci permanentemente per rimanere nei Cynic. Nel 1991 Masvidal e il batterista Sean Reinert furono comunque reclutati dai Death per registrare l'album Human. Dopo un tour con questo gruppo, tornò nei Cynic nel 1992.

Nel 1993 uscì il primo album dei Cynic, Focus. Dopo lo scioglimento del gruppo Masvidal si unì prima ai Portal e successivamente agli Æon Spoke, di cui è tutt'oggi membro. Nel 2008 si è riunito con i vecchi compagni per un tour ed un nuovo disco, Traced in Air, a firma Cynic.

Nel maggio 2014, durante un'intervista al Los Angeles Times, ha fatto coming out insieme al batterista Sean Reinert.[1]

Nel 2019 ha annunciato il progetto Mythical Human Vessel, una trilogia di album da solista cominciata il 31 maggio dello stesso anno con Mythical.[2]

DiscografiaModifica

 
Paul Masvidal nel 2013

Da solistaModifica

Con i DeathModifica

Con i CynicModifica

Con gli Æon SpokeModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) August Brown, Great Read: Cynic's Paul Masvidal, Sean Reinert are out and ready to be loud, su latimes.com, Los Angeles Times, 8 maggio 2014. URL consultato il 3 giugno 2020.
  2. ^ CYNIC: in arrivo "Mythical Human Vessel", nuova trilogia solista di Paul Masvidal, su metalitalia.com, 19 aprile 2019. URL consultato il 3 giugno 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN1928148876447949740009 · Europeana agent/base/75585 · LCCN (ENno2018017810 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018017810