Paul Painlevé

matematico e politico francese
Paul Painlevé
Paul Painlevé 1923.jpg

Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica francese
Durata mandato 12 settembre 1917 –
13 novembre 1917
Presidente Raymond Poincaré
Predecessore Alexandre Ribot
Successore Georges Clemenceau

Durata mandato 17 aprile 1925 –
22 novembre 1925
Presidente Gaston Doumergue
Predecessore Édouard Herriot
Successore Aristide Briand

Ministro della guerra
Durata mandato 20 marzo 1917 –
13 novembre 1917
Presidente Raymond Poincaré
Capo del governo Alexandre Ribot
Paul Painlevé
Predecessore Lucien Lacaze (ad interim)
Successore Georges Clemenceau

Durata mandato 17 aprile 1925 –
27 ottobre 1925
Presidente Gaston Doumergue
Capo del governo Paul Painlevé
Predecessore Charles Nollet
Successore Édouard Daladier

Durata mandato 28 novembre 1925 –
22 ottobre 1929
Presidente Gaston Doumergue
Capo del governo Aristide Briand
Édouard Herriot
Raymond Poincaré
Aristide Briand
Predecessore Édouard Daladier
Successore André Maginot

Presidente della Camera dei deputati
Durata mandato 9 giugno 1924 –
21 aprile 1925
Predecessore Raoul Péret
Successore Édouard Herriot

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano-Socialista
Università École normale supérieure, Lycée Louis-le-Grand e Università di Parigi

Paul Prudent Painlevé (Parigi, 5 dicembre 1863Parigi, 29 ottobre 1933) è stato un matematico e politico francese.

Come matematico è noto soprattutto per i suoi importanti risultati nel campo delle equazioni differenziali.

Biografia e carrieraModifica

Studente brillante sia nelle materie letterarie che nelle scientifiche, nel 1883 entrò all'École Normale Supérieure, ottenendo l'agrégation in Matematica nel 1886. Conseguì il dottorato nel 1887.

Quindi, insegnò all'Università di Lille I (Lilla) fino al 1892, quando rientrò a Parigi per insegnare alla Facoltà di Scienze e all'École Polytechnique. Dal 1896 in poi, tenne corsi al Collège de France e, dall'anno successivo, all'École Normale Supérieure.

Per i suoi risultati in matematica, ottenne molti riconoscimenti: Grand Prix des Sciences Mathématiques nel 1890, Prix Bordin nel 1894, Prix Poncelet nel 1896, e l'elezione alla Académie des Sciences nel 1900.

Si dedicò tra i primi agli studi aeronautici e, nel 1909, costituì il primo corso universitario in meccanica aeronautica.

Dal 1906, si dedicò anche alla carriera politica.

È stato il Primo Ministro della Francia per tre volte: la prima dal 12 settembre al 16 novembre 1917, la seconda dal 17 aprile al 27 ottobre 1925 e la terza dal 29 ottobre al 22 novembre 1925.

Alla morte ebbe i funerali di stato e il suo corpo venne inumato al Panthéon.

OnorificenzeModifica

  Collare dell'Ordine di Carlo III
— 22 agosto 1925
  Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56681748 · ISNI (EN0000 0001 1063 9279 · LCCN (ENn85801300 · GND (DE116018062 · BNF (FRcb12334608z (data) · BNE (ESXX1388696 (data) · NLA (EN35406143 · BAV (EN495/325134 · WorldCat Identities (ENlccn-n85801300