Paul Halmos

matematico e statistico ungherese
(Reindirizzamento da Paul Richard Halmos)
Paul Halmos

Paul Richard Halmos (Budapest, 3 marzo 1916Los Gatos, 2 ottobre 2006) è stato un matematico e statistico ungherese.

BiografiaModifica

Nasce a Budapest da una famiglia di origini ebraiche che nel 1929 emigra negli Stati Uniti. Nella sua carriera si è occupato principalmente di teoria della probabilità, statistica, teoria degli operatori, teoria ergodica, teoria dei logaritmi e analisi funzionale (in particolare spazi di Hilbert).

Paul Halmos è stato anche autore di noti testi universitari o di introduzione alla ricerca, con i quali ha riscosso un discreto successo editoriale (nell'ambito delle tirature - in genere piuttosto basse - dei libri tecnico-scientifici). Ha scritto monografie sulla teoria degli insiemi, spazi di Hilbert, algebra booleana, teoria spettrale, teoria della misura, spazi vettoriali. Nel 1985 ha pubblicato I want to be a Mathematician, in cui attraverso la propria biografia scientifica analizza il ruolo del matematico nel XX secolo.

Nel 1947 gli venne attribuito il Premio Chauvenet.

CuriositàModifica

  • L'introduzione della notazione iff in luogo di if and only if (con equivalente italiano sse in luogo di se e solo se), è talvolta erroneamente attribuita ad Halmos (egli stesso ha detto di averla presa altrove).
  • Gli viene attribuito l'uso del tombstone (il quadratino che si inserisce alla fine di una dimostrazione matematica) a significare Q.E.D., essendo egli stato il primo matematico di rilievo ad utilizzarlo. In effetti, tale simbolo, rappresentato con (Unicode U+220E), a volte viene chiamato l'halmos.

OpereModifica

  • Teoria elementare degli insiemi, (Naive set theory), Van Nostrand, 1960 (USA), Feltrinelli, 1974 (IT), ISBN 9788807620072
  • Finite Dimensional Vector Spaces, Springer-Verlag, 1942
  • Measure Theory, Springer-Verlag, 1950
  • Introduction to Hilbert Spaces, Chelsea, 1951
  • Lectures on Boolean Algebra, Van Nostrand, 1963

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN22202491 · ISNI (EN0000 0001 0855 8402 · LCCN (ENn50018473 · GND (DE118746677 · BNF (FRcb12279010q (data) · WorldCat Identities (ENn50-018473