Pazzo d'amore (film 1942)

film del 1942 diretto da Giacomo Gentilomo
Pazzo d'amore
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1942
Durata83 min
Dati tecniciB/N
Generecomico
RegiaGiacomo Gentilomo
SoggettoVittorio Metz
SceneggiaturaVittorio Metz
Casa di produzioneNazionalcine
FotografiaGiorgio Orsini, Giovanni Vitrotti
MontaggioGuido Bertoli
MusicheGiovanni Militello
ScenografiaVeniero Colasanti
CostumiVeniero Colasanti
TruccoPiero Mecacci
Interpreti e personaggi

Pazzo d'amore è un film del 1942, diretto da Giacomo Gentilomo. Il film segna l’esordio di Renato Rascel.

TramaModifica

Due disoccupati vagabondi, uno di piccola statura e l'altro di altezza maggiore, un giorno trovano una bottiglia sul mare. All'interno una mappa, con l'indicazione di un tesoro nascosto in un'isola. Dopo alternanti situazioni, arrivano sull'isola, ma, loro malgrado, scoprono che la storia del tesoro è un'invenzione pubblicitaria. Il piccolo vagabondo supera la delusione per il mancato arricchimento con l'amore per la sua ragazza.

CriticaModifica

Su Cinema del 10 marzo 1943: "... Il film in queste parti, scade nella noia del farsesco banale, Rascel, non ha qui una precisa personalità, egli ricorda ora Ridolini ora Eddie Cantor e perfino Charlot, e poi perché doppiarlo?"

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema