Apri il menu principale
Pedro Proença Oliveira Alves Garcia
Pedro Proença.JPG
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Portogallo Portogallo
Professione Direttore finanziario
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1998 - 2014 Primeira Liga Arbitro
Attività internazionale
2003 - 2014 UEFA e FIFA Arbitro
Esordio Kazakistan - Ucraina 1 - 2
8 settembre 2004
Premi
Anno Premio
2007
2012
Migliore arbitro portoghese
Miglior arbitro mondiale

Pedro Proença Oliveira Alves Garcia (Lisbona, 3 novembre 1970) è un ex arbitro di calcio portoghese.

CarrieraModifica

Approdato in Primeira Liga (la massima divisione portoghese) nel 1998, in seguito è nominato internazionale il 1º gennaio 2003.

Nel 2004 dirige la finale del Campionato europeo di calcio Under-19 2004 tra Turchia e Spagna. Nel dicembre dello stesso anno arriva per lui il debutto nella fase a gironi di quella che era la Coppa UEFA (ora Europa League). Nella stessa edizione arriva a dirigere anche un sedicesimo di finale. Il suo esordio in una partita della fase a gironi della Champions League avviene nel settembre del 2007, quando è chiamato a dirigere il match tra PSV e CSKA Mosca.

In campo nazionale, è eletto miglior arbitro portoghese per la stagione sportiva 2006-2007.

Ha inoltre diretto due partite valide per le qualificazioni agli Europei del 2008. All'inizio della stagione sportiva 2009-2010 l'UEFA lo promuove ad arbitro Elite (la categoria più elevata). Nel 2009 è tra i fischietti del Campionato europeo di calcio Under-21 2009, dove dirige tre partite, tra cui la semifinale tra Italia e Germania.

Tra il 2008 e il 2009 dirige anche tre incontri validi per le qualificazioni europee ai Mondiali in Sudafrica del 2010.

Nel maggio 2011 dirige per la prima volta una semifinale di Champions League: si tratta del ritorno tra Manchester United e Schalke 04.

Al termine della stagione 2010-2011 è eletto dalla Federazione portoghese come miglior arbitro del campionato, bissando l'affermazione dell'anno precedente.[1]

Nel novembre 2011 è designato per dirigere una delle partite di ritorno degli spareggi per l'accesso a Euro2012. Gli viene assegnato il match tra Croazia e Turchia.

Nel dicembre 2011 viene selezionato ufficialmente per gli Europei di calcio del 2012 in Polonia ed Ucraina.[2]

Nell'aprile 2012 viene inserito dalla FIFA in una lista di 52 arbitri preselezionati per i Mondiali 2014.[3]

Il 19 maggio 2012 è chiamato dall'UEFA a dirigere la finale di Champions League, a Monaco di Baviera, tra Bayern Monaco e Chelsea, secondo lusitano a dirigere la finale della massima competizione europea dopo il connazionale Antonio Garrido nel 1980. [4]

Agli Europei in Polonia ed Ucraina, il fischietto portoghese dirige dapprima due partite della fase a gironi: Spagna-Irlanda e Svezia-Francia. Successivamente, ottiene la designazione per il quarto di finale tra Inghilterra ed Italia. Infine, il 1º luglio 2012 è chiamato dall'UEFA a dirigere la finale a Kiev, tra Spagna e Italia, raggiungendo così la seconda finale di una competizione UEFA in meno di due mesi, dopo quella di Champions League a Monaco di Baviera. È il primo portoghese in assoluto ad arbitrare una finale dell'europeo di calcio.[5]

Il 14 gennaio 2013 viene eletto dalla IFFHS come miglior arbitro dell'anno relativamente al 2012.[6]

Nel giugno del 2013 è selezionato dalla FIFA per prendere parte alla Confederations Cup in Brasile[7]. Si tratta della prima esperienza in una competizione FIFA per il fischietto portoghese. Nell'occasione viene designato per due partite della fase a gironi.

Nel novembre 2013 viene designato dalla commissione arbitrale FIFA per dirigere l'andata di Grecia-Romania, uno degli spareggi UEFA per l'accesso ai mondiali di Brasile 2014.

Il 15 gennaio 2014 viene selezionato ufficialmente per i Mondiali 2014 in Brasile[8].

Nell'aprile 2014, viene designato dal designatore UEFA, Pierluigi Collina, per dirigere la semifinale di ritorno tra Bayern Monaco e Real Madrid.

Ai mondiali di Brasile 2014 viene designato per due gare della fase a gironi, e successivamente per l'ottavo di finale tra i Paesi Bassi e il Messico.

Nel dicembre del 2014 è selezionato dalla FIFA per prendere parte alla Coppa del mondo per club 2014 in Marocco[9]. In questa occasione dirige dapprima un quarto di finale, e poi la finale per il terzo posto, quest'ultima tra Cruz Azul e Auckland City.

Nel gennaio 2015 annuncia il suo ritiro dall'arbitraggio[10]. Poco dopo, nel luglio 2015 viene ufficializzata la sua nomina a membro della commissione arbitrale UEFA.

Il 28 luglio 2015 viene eletto Presidente della Professional Football League portoghese

NoteModifica

  1. ^ Pedro Proença eleito melhor árbitro - Desporto - DN
  2. ^ UEFA EURO 2012: scelti gli arbitri – UEFA.com Archiviato il 3 febbraio 2012 in Internet Archive.
  3. ^ Prospective referees for the 2014 FIFA World Cup Brazil (scribd.com)[collegamento interrotto], 20 aprile 2012.
  4. ^ A Proença la finale di UEFA Champions League (uefa.com), 17 maggio 2012.
  5. ^ Proença per la finale di UEFA EURO 2012 (uefa.com), 29 giugno 2012.
  6. ^ IFFHS
  7. ^ FIFA Confederations Cup Brazil 2013 - Appointments of Match Officials (PDF) (FIFA.com), 13 maggio 2013.
  8. ^ Referees & Assistant referees for the 2014 FIFA World Cup TM (PDF) (FIFA.com), 15 gennaio 2014.
  9. ^ (EN) Referees FIFA Club World Cup Morocco 2014, FIFA.com. URL consultato il 26 novembre 2014.
  10. ^ Proença, lascia l'arbitro di Spagna-Italia del 2012, corrieredellosport.it. URL consultato il 24 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2015).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica