Apri il menu principale
Pedro Rodríguez
Chelsea 1 Southampton 3 (21753895798).jpg
Pedro in azione con il Chelsea nel 2015
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 167[1] cm
Peso 62 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante, Ala
Squadra Chelsea
Carriera
Giovanili
2000-2004non conosciuta Raqui San Isidro
2004-2006Barcellona
Squadre di club1
2006-2009Barcellona B55 (17)
2008-2015Barcellona204 (58)
2015-Chelsea128 (28)
Nazionale
2008Spagna Spagna U-212 (0)
2010-2017Spagna Spagna65 (17)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Confederations Cup
Argento Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 agosto 2019

Pedro Rodríguez Ledesma, meglio noto come Pedro o Pedrito (Santa Cruz de Tenerife, 28 luglio 1987), è un calciatore spagnolo, attaccante o ala del Chelsea.

Con la nazionale spagnola ha segnato 17 gol in 65 partite e si è laureato campione del mondo nel 2010 e campione d'Europa nel 2012.

È l'unico calciatore ad aver vinto tutti i maggiori trofei internazionali sia per club sia per nazionali: nel suo palmarès annovera la UEFA Champions League, la Supercoppa UEFA e il Mondiale per club con il Barcellona, la UEFA Europa League con il Chelsea, il Mondiale e l'Europeo con la Spagna.[2][3] Inoltre è stato il primo calciatore capace di segnare in tutte e sei le competizioni ufficiali disputate nello stesso anno solare: nel 2009 è infatti andato a segno in Primera Divisiòn, UEFA Champions League, Copa del Rey, Supercopa spagnola, Supercoppa UEFA e Mondiale per club (record eguagliato nel 2011 da Lionel Messi).[2] È il quinto giocatore della storia ad aver segnato sia nella finale di Champions che di Europa League; ha quindi segnato 5 gol nelle finali internazionali e complessivamente ha vinto 29 trofei in carriera al 2019.

Caratteristiche tecnicheModifica

Pedro è un esterno offensivo in grado di agire su entrambe le fasce. Le sue armi principali sono la velocità e il dribbling. La sua abilità nell'usare entrambi i piedi lo rendono un giocatore in grado di dribblare facilmente il proprio avversario. Fornisce spesso assist decisivi per i compagni ed è anche un ottimo goleador, molto freddo sotto porta. Giocatore decisivo, capace di segnare in ogni finale disputata con 9 realizzazioni all’attivo.[4][5]

CarrieraModifica

ClubModifica

Esordi e BarcellonaModifica

 
Pedro con la maglia del Barcellona nel 2009.

Nato calcisticamente prima nelle giovanili del Club Deportivo San Isidro, poi si trasferisce a 17 anni alla Masia, nelle giovanili del Barcellona dove crescerà per quattro anni prima di debuttare in prima squadra il 12 gennaio 2008 nel match vinto dai blaugrana 4-0 sul Real Murcia.

Nella stagione 2008-2009 scende in campo 14 volte, 6 in campionato, 3 in Coppa del Re e 5 in Champions League, vincendo tutte le competizioni e giocando anche la finale di Champions League, dove sostituisce a pochi secondi dalla fine Andrés Iniesta. Inizia la stagione 2009-2010 realizzando 4 goal nel corso delle 8 amichevoli precampionato disputate dal Barcellona. Le buone prestazioni sono ricompensate con la firma di un nuovo contratto in scadenza nel giugno 2014, con una clausola rescissoria fissata a ben 95 milioni di euro.

Nella finale di Supercoppa europea contro lo Shakhtar Donetsk entra al posto di Ibrahimović e mette a segno la rete decisiva alla fine del secondo tempo supplementare su assist di Messi.[6] Il 20 dicembre 2009 segna due gol nella sfida del Mondiale per club 2009 contro l'Atlante. Segnando così almeno un gol in tutte le competizioni alle quali il Barcellona ha partecipato nel 2009 e diventando il primo giocatore nella storia a segnare in 6 competizioni diverse durante una singola stagione, ovvero nella Liga, in Champions League, in Coppa del Re, nella Supercoppa di Spagna, nella Supercoppa europea e nel Mondiale per club. Il Barcellona, pur non replicando i successi dell'anno precedente, vince nuovamente il campionato.

Il 16 maggio 2011 sblocca il risultato della semifinale di ritorno di UEFA Champions League contro il Real Madrid (1-1), ipotecando di fatto il passaggio dei "Blaugrana" alla finale di Wembley, dove il Barcellona ritrova il Manchester United, battuto due anni prima. Nella gara decisiva segna il gol del momentaneo 1-0 dopo una decina di minuti nel primo tempo: il Barça vincerà la partita 3-1, bissando il successo ottenuto al primo anno sotto la gestione di Guardiola.[7] Il 5 luglio 2011 rinnova il suo contratto con il Barcellona fino al 2016 inserendo una clausola di rescissione di 160 milioni di euro.[8]

Il 6 dicembre 2011 sigla la sua prima doppietta in Uefa Champions League, contro il Bate Borisov, nella partita vinta per 4-0 dai blaugrana. Il 25 maggio 2012 realizza due gol nella finale di Coppa del Re vinta per 3-0 con l'Athletic Bilbao a Madrid.

Comincia la stagione 2012-2013 andando a segno contro il Real Madrid il 23 agosto, battuto per 3-2 nell'andata di Supercoppa di Spagna; i blancos, però, vincendo per 2-1 al ritorno, conquisteranno il trofeo. Il 6 gennaio 2013 mette a segno una doppietta nel Derbi Barceloní vinto per 4-0 contro l'Espanyol. Il 10 aprile realizza il gol del definitivo 1-1 nella gara interna con il Paris Saint-Germain nel ritorno dei quarti di finale di Champions League, garantendo ai catalani il passaggio di turno. Al termine della stagione si aggiudica nuovamente la Liga.

Pedro apre la stagione seguente, il 18 agosto 2013, mettendo a segno una doppietta nella prima giornata di Liga, nella vittoria blaugrana per 7-0 contro il Levante. Alla quinta giornata corona una prestazione maiuscola con una tripletta, nella vittoria esterna per 4-0 sul Rayo Vallecano.

Il 17 maggio 2015, grazie alla vittoria esterna contro l'Atlético Madrid, conquista con i colori blaugrana il campionato spagnolo.[9][10] Il 30 maggio vince la sua terza Coppa del Re,[11] ed il 6 giugno si aggiudica la sua terza Champions League, vinta in finale contro la Juventus (3-1).[12]

Il 4 giugno 2015 rinnova fino al 2019 il contratto che sarebbe scaduto nel 2016.[13] L'11 agosto 2015 gioca la Supercoppa UEFA contro il Siviglia segnando il gol del definitivo 5-4, in quella che per molti giornali sarebbe stata la sua ultima partita con il Barcellona prima del trasferimento al Chelsea.[14] Complessivamente, in otto anni al Barcellona ha collezionato 321 presenze e 99 gol, vincendo 20 titoli.

ChelseaModifica

Il 19 agosto 2015 passa ufficialmente al Chelsea per 27 milioni di euro, più tre di bonus; un premio di valorizzazione di 420.000 euro viene incassato dal Raqui San Isidro, squadra di Tenerife in cui Pedro aveva cominciato la sua carriera.[15] Il 23 agosto, all'esordio con la nuova maglia, segna un gol contro il West Bromwich Albion (3-2). Si ripete il 19 dicembre seguente, nella vittoria per 3-1 contro il Sunderland a Stamford Bridge. Il 13 febbraio 2016 realizza una doppietta, nel match vinto per 4-0 contro il Newcastle.

Il 29 maggio del 2019 vince l’Europa League contro l’Arsenal siglando anche un gol.[16] Si tratta dell’unico trofeo internazionale che finora mancava al suo palmares personale.

NazionaleModifica

 
Pedro contrasta il francese Anthony Réveillère durante i quarti di finale dell'Europeo 2012.

Con l'Under-21 spagnola ha disputato solo due partite nel periodo tra il 2008 e il 2010.

Il primo gol con la selezione maggiore arriva l'8 giugno 2010 nell'amichevole Spagna-Polonia, terminata con un rotondo 6-0 a favore delle furie rosse. Nel maggio del 2010 il tecnico Vicente del Bosque lo convoca per il Mondiale in Sudafrica. Nella rassegna iridata disputa da titolare la semifinale contro la Germania e la vittoriosa finale contro i Paesi Bassi, al posto di Fernando Torres, il quale, complice anche un infortunio subito nella parte finale della stagione 2009-2010, non era nella miglior forma.

Nel maggio del 2012 Del Bosque lo convoca per l'Europeo in Polonia e Ucraina.[17] Durante l'intero torneo, pur non partendo mai da titolare, disputa parecchi spezzoni di partita, tra cui la vittoriosa finale contro l'Italia.[18]

Convocato per gli Europei 2016 in Francia,[19] scende in campo solamente in due occasioni, subentrando in entrambe le volte a partita in corso.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 29 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007   Barcellona B SDB 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2007-2008 TD 37 7 - - - - - - - - - 37 7
2008-2009 SDB 17 10 - - - - - - - - - 17 10
Totale Barcellona B 55 17 - - - - - - 55 17
2007-2008   Barcellona PD 2 0 CR 0 0 UCL 0 0 - - - 2 0
2008-2009 PD 6 0 CR 3 0 UCL 5[20] 0 - - - 14 0
2009-2010 PD 34 12 CR 4 3 UCL 9 4 SS+SU+Cmc 2+1+2 1+1+2 52 23
2010-2011 PD 33 13 CR 7 4 UCL 12 5 SS 1 0 53 22
2011-2012 PD 29 5 CR 5 4 UCL 9 4 SS+SU+Cmc 2+1+2 0+0+0 48 13
2012-2013 PD 28 7 CR 5 1 UCL 10 1 SS 2 1 45 10
2013-2014 PD 37 15 CR 8 3 UCL 7 1 SS 2 0 54 19
2014-2015 PD 35 6 CR 6 5 UCL 9 0 - - - 50 11
ago. 2015 PD 0 0 CR - - UCL - - SS+SU 2+1 0+1 3 1
Totale Barcellona 204 58 38 20 61 15 18 6 321 99
2015-2016   Chelsea PL 29 7 FACup+CdL 4+1 0+1 UCL 6 0 CS - - 40 8
2016-2017 PL 35 9 FACup+CdL 5+3 4+0 - - - - - - 43 13
2017-2018 PL 31 4 FACup+CdL 6+3 2+0 UCL 7 1 CS 1 0 48 7
2018-2019 PL 31 8 FACup+CdL 1+5 0 UEL 14 5 CS 1 0 52 13
2019-2020 PL 1 0 FACup+CdL 0+0 0+0 UCL 0 0 SU 1 0 2 0
Totale Chelsea 127 28 28 7 27 6 3 0 184 41
Totale carriera 386 103 66 27 88 21 21 6 560 157

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-5-2010 Innsbruck Spagna   3 – 2   Arabia Saudita Amichevole -   60’
3-6-2010 Innsbruck Spagna   1 – 0   Corea del Sud Amichevole -   58’
8-6-2010 Murcia Spagna   6 – 0   Polonia Amichevole 1   39’
16-6-2010 Durban Spagna   0 – 1   Svizzera Mondiali 2010 - 1º Turno -   77’
29-6-2010 Città del Capo Spagna   1 – 0   Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi -   88’
3-7-2010 Johannesburg Spagna   1 – 0   Paraguay Mondiali 2010 - Quarti -   75’
7-7-2010 Durban Germania   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Semifinale -   86’
11-7-2010 Johannesburg Paesi Bassi   0 – 1 dts   Spagna Mondiali 2010 - Finale -   60’ -[21]
11-8-2010 Città del Messico Messico   1 – 1   Spagna Amichevole -   71’
3-9-2010 Vaduz Liechtenstein   0 – 4   Spagna Qual. Euro 2012 -   65’
7-9-2010 Buenos Aires Argentina   4 – 1   Spagna Amichevole -   70’
9-2-2011 Madrid Spagna   1 – 0   Colombia Amichevole -   81’
7-6-2011 Puerto La Cruz Venezuela   0 – 3   Spagna Amichevole 1
2-9-2011 San Gallo Spagna   3 – 2   Cile Amichevole -   46’
11-10-2011 Alicante Spagna   3 – 1   Scozia Qual. Euro 2012 -
23-6-2012 Donetsk Spagna   2 – 0   Francia Euro 2012 - Quarti -   65’
27-6-2012 Donetsk Portogallo   0 – 0 dts
(2-4 dcr)
  Spagna Euro 2012 - Semifinale -   87’
1-7-2012 Kiev Italia   0 – 4   Spagna Euro 2012 - Finale -   59’ -[22]
7-9-2012 Pontevedra Spagna   5 – 0   Arabia Saudita Amichevole 2
11-9-2012 Tbilisi Georgia   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2014 -   57’
12-10-2012 Minsk Bielorussia   0 – 4   Spagna Qual. Mondiali 2014 3
16-10-2012 Madrid Spagna   1 – 1   Francia Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2012 Panama Panama   1 – 5   Spagna Amichevole 2   46’
6-2-2013 Doha Spagna   3 – 1   Uruguay Amichevole 2   75’
22-3-2013 Gijón Spagna   1 – 1   Finlandia Qual. Mondiali 2014 -   46’
26-3-2013 Saint-Denis Francia   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2014 1   76’
11-6-2013 New York Spagna   2 – 0   Irlanda Amichevole -   11’   80’
16-6-2013 Recife Spagna   2 – 1   Uruguay Conf. Cup 2013 - 1º turno 1   81’
23-6-2013 Fortaleza Nigeria   0 – 3   Spagna Conf. Cup 2013 - 1º turno -   75’
27-6-2013 Fortaleza Spagna   0 – 0 dts
(7–6 dcr)
  Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale -   79’
30-6-2013 Rio de Janeiro Brasile   3 – 0   Spagna Conf. Cup 2013 - Finale -
6-9-2013 Helsinki Finlandia   0 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2014 -   81’
10-9-2013 Ginevra Spagna   2 – 2   Cile Amichevole -
11-10-2013 Palma di Maiorca Spagna   2 – 1   Bielorussia Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Albacete Spagna   2 – 0   Georgia Qual. Mondiali 2014 -   58’
16-11-2013 Malabo Guinea Equatoriale   1 – 2   Spagna Amichevole -   65’
19-11-2013 Johannesburg Sudafrica   1 – 0   Spagna Amichevole -   62’
5-3-2014 Madrid Spagna   1 – 0   Italia Amichevole 1   80’
30-5-2014 Siviglia Spagna   2 – 0   Bolivia Amichevole -   80’
7-6-2014 Landover El Salvador   0 – 2   Spagna Amichevole -   46’
13-6-2014 Salvador Spagna   1 – 5   Paesi Bassi Mondiali 2014 - 1º turno -   63’
18-6-2014 Rio de Janeiro Spagna   0 – 2   Cile Mondiali 2014 - 1º turno -   76’
4-9-2014 Saint-Denis Francia   1 – 0   Spagna Amichevole -   67’
8-9-2014 Valencia Spagna   5 – 1   Macedonia Qual. Euro 2016 1
9-10-2014 Žilina Slovacchia   2 – 1   Spagna Qual. Euro 2016 -   58’
12-10-2014 Lussemburgo Lussemburgo   0 – 4   Spagna Qual. Euro 2016 -   70’
15-11-2014 Huelva Spagna   3 – 0   Bielorussia Qual. Euro 2016 1
18-11-2014 Vigo Spagna   0 – 1   Germania Amichevole -   77’
27-3-2015 Siviglia Spagna   1 – 0   Ucraina Qual. Euro 2016 -   65’
31-3-2015 Amsterdam Paesi Bassi   2 – 0   Spagna Amichevole -   46’
14-6-2015 Barysaŭ Bielorussia   0 – 1   Spagna Qual. Euro 2016 -   59’   64’
5-9-2015 Oviedo Spagna   2 – 0   Slovacchia Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Logroño Spagna   4 – 0   Lussemburgo Qual. Euro 2016 -   55’   77’
13-11-2015 Alicante Spagna   2 – 0   Inghilterra Amichevole -   74’
27-3-2016 Cluj-Napoca Romania   0 – 0   Spagna Amichevole -   67’
29-5-2016 San Gallo Spagna   3 – 1   Bosnia ed Erzegovina Amichevole 1   46’
1-6-2016 Siezenheim Spagna   6 – 1   Corea del Sud Amichevole -   46’
7-6-2016 Getafe Spagna   0 – 1   Georgia Amichevole -   76’
13-6-2016 Tolosa Spagna   1 – 0   Rep. Ceca Euro 2016 - 1º turno -   82’
27-6-2016 Saint-Denis Italia   2 – 0   Spagna Euro 2016 - Ottavi di finale -   81’
28-3-2017 Saint-Denis Francia   0 – 2   Spagna Amichevole -   67’
7-6-2017 Murcia Spagna   2 – 2   Colombia Amichevole -   77’
11-6-2017 Skopje Macedonia   1 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2018 -   69’
5-9-2017 Vaduz Liechtenstein   0 – 8   Spagna Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2017 Gerusalemme Israele   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2018 -   76’
Totale Presenze 65 Reti 17

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Pedro, fcbarcelona.com. URL consultato il 17 giugno 2015.
  2. ^ a b È un Pedro dei miracoli con l’Europa League ha vinto tutto, su gazzetta.it, 30 maggio 2019.
  3. ^ Chelsea, Pedro re delle finali: record storico, vinto tutto dall'Europa League al Mondiale, su sport.sky.it, 30 maggio 2019.
  4. ^ Ce qu'il faut savoir sur l'arrivée de Pedro, su France Football. URL consultato il 29 maggio 2019.
  5. ^ (ES) Redacción Peru.com, Thierry Henry se rinde ante Pedro Rodríguez, su Peru.com, 20 agosto 2015. URL consultato il 29 maggio 2019.
  6. ^ La pazienza premia il super Barça, uefa.com, 29 agosto 2009. URL consultato il 22 febbraio 2014.
  7. ^ Champions League - Dominio Barcellona, è ancora Champions!, eurosport.yahoo.com, 28 maggio 2011. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  8. ^ Barcellona, Pedro prolunga fino al 2016, tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2011. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  9. ^ Spagna, Barcellona campione per la 23ª volta: Messi-gol, Atletico battuto, gazzetta.it, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  10. ^ (ES) Una Liga al dictado de Messi, marca.com, 17 maggio 2015. URL consultato il 17 maggio 2015.
  11. ^ Messi incanta: doppietta. Al Barça la Coppa del Re, gazzetta.it, 30 maggio 2015. URL consultato l'11 agosto 2015.
  12. ^ Juve, la Champions è del Barcellona: Allegri perde 3-1, Morata non basta, gazzetta.it, 6 giugno 2015. URL consultato l'11 agosto 2015.
  13. ^ UFFICIALE: Barcellona, trovato l'accordo con Pedro fino al 2019, tuttomercatoweb.com, 4 giugno 2015. URL consultato il 4 giugno 2015.
  14. ^ Supercoppa europea al Barcellona: 5-4 al Siviglia, ai supplementari gol di Pedro, gazzetta.it, 11 agosto 2015. URL consultato l'11 agosto 2015.
  15. ^ Pedro è del Chelsea, gazzetta.it, 20 agosto 2015.
  16. ^ Sky Sport, Il Chelsea vince l'Europa League: 4-1 all'Arsenal, su sport.sky.it. URL consultato il 29 maggio 2019.
  17. ^ Euro 2012: Spagna, i 23 convocati di Del Bosque, tuttomercatoweb.com, 27 maggio 2012. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  18. ^ Spagna-Italia 4-0: il tabellino, calciomercato.com, 1º luglio 2012. URL consultato il 17 marzo 2015.
  19. ^ (ES) OFICIAL - Esta es la lista definitiva de la Selección española para la Eurocopa de Francia, rfef.es, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  20. ^ 1 presenza nel Terzo turno preliminare.
  21. ^ 1º titolo mondiale
  22. ^ 3º titolo europeo

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica