Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Questi uccelli sono di colore scuro e presentano una striscia bianca che si estende dalla punta del becco fino alla corona e prosegue ai lati del collo. Hanno inoltre un ciuffo di lunghe piume in cima alla testa. Per via di alcune somiglianze, sono spesso considerati come una sottospecie del pelecanus occidentalis. Tuttavia sono più pesanti di questi ultimi, arrivando a raggiungere i 7 kg di peso, e pure più lunghi (al massimo 1,5 metri).

BiologiaModifica

La stagione degli amori si estende da settembre a marzo. La nidiata è generalmente composta da due o tre uova. La covatura dura 4 o 5 settimane, mentre la crescita dei pulcini dura circa 3 mesi.

Si nutrono principalmente di pesci, e la loro strategia di caccia è quella tipica della loro famiglia, cioè planano a pelo d'acqua e catturano la preda con il becco.

Distribuzione e habitatModifica

Abita le coste occidentali del Sudamerica, dall'isola Lobos de Tierra in Cile sino a Pupuya in Perù.

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Pelecanus thagus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Pelecanidae, International Ornithologists’ Union, 2019, IOC World Bird Names (ver 9.2). URL consultato il 7 maggio 2014.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Pelecanus thagus, Bird Studies Canada, Avibase - il database degli uccelli nel mondo.
  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli