Peperoncino in polvere

Il peperoncino in polvere, anche conosciuto come polvere di peperoncino o polvere di chili, è una miscela di peperoncini essiccati e polverizzati utilizzata per rendere piccanti altri alimenti.[1] Spesso tale ingrediente mescolato ad altre spezie tritate fra cui cumino, cipolle, aglio e, a volte, sale.[2][3]

Sacchi contenenti peperoncino in polvere in una bancarella in Bolivia (2005)

CaratteristicheModifica

La polvere di peperoncino può essere ricavata da molte varietà diverse di peperoncini, molte delle quali della specie capsicum annuum, fra cui il peperoncino di Aleppo, l'Ancho Poblano, il peperoncino di Caienna, il chipotle, il chile de árbol, il jalapeño, il New Mexico chile, il pasilla e il piri piri. Nella cucina coreana viene preparato il gochugaru, tipico della cucina coreana e ottenuto dal peperoncino rosso coreano essiccato al sole (taeyang-cho). Esiste anche una variante più piccante del gochugaru ricavata invece da peperoncini di Cheongyang.[4] Oltre a quella coreana, la polvere di peperoncino viene utilizzata in molte altre cucine di tutto il mondo fra cui la Tex-Mex,[1] quella cinese, quella indiana, quella portoghese e quella tailandese.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Kenneth T. Farrell, Spices, Condiments and Seasonings, Chapman & Hall, 1998, pp. 215–217.
  2. ^ (EN) AB's Chili Powder, su foodnetwork.com. URL consultato il 5 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2007).
  3. ^ (EN) How to Make Your Own Chili Powder, su texascooking.com. URL consultato il 5 luglio 2019.
  4. ^ (EN) Gochugaru: The Hot, Sweet, Smoky Red Pepper Powder That is the Taste Behind Many Korean Foods, su onegreenplanet.org. URL consultato il 5 luglio 2019.

Altri progettiModifica

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina