Apri il menu principale

BiografiaModifica

Fly è nato nel 1960 a Skive, nello Jutland Centrale. Nel 1989 ha iniziato a frequentare la scuola di cinema Den Danske Filmskole e nel 1993 si è laureato in regia.[1] Nel 2000 ha realizzato il suo primo lungometraggio, intitolato La panchina (Bænken). Questo film ha dato inizio alla cosiddetta "trilogia sulle classi", proseguita con L'eredità (Arven) nel 2003 e con Gli innocenti (Drabet) nel 2005. I tre film, da lui diretti e co-sceneggiati, trattano rispettivamente il ceto basso, alto e medio. Nel frattempo, nel 2000, Fly ha diretto anche un film d'animazione in stop-motion intitolato Prop og Berta.

Nel 2007 ha diretto tutti e sei gli episodi della serie televisiva danese Forestillinger, trasmessa da DR1. Oltre alla regia, Fly ha sceneggiato i primi due episodi della serie. Nel 2016 ha invece diretto i primi due episodi della serie televisiva Bedrag, anch'essa trasmessa da DR1. Alcuni anni dopo la sua trilogia di successo, Fly è tornato alla regia cinematografica con i film Kvinden der drømte om en mand (2010) e Monica Z (2013).

Vita privataModifica

Fly è sposato con l'attrice danese Charlotte Fich, con la quale ha avuto due figli, Anton e Aksel.[2]

FilmografiaModifica

RegistaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

SceneggiatoreModifica

RiconoscimentiModifica

  • 2001 – Premio Bodil[3]
    • Miglior film, per La panchina
  • 2001Premio Robert[4][5]
    • Miglior regia, per La panchina
    • Candidato alla miglior sceneggiatura, per La panchina
  • 2002 – Premio Robert[5]
    • Candidato al miglior film per ragazzi, per Prop og Berta
  • 2004 – Premio Bodil[6]
    • Candidato al miglior film, per L'eredità
  • 2004 – Premio Robert[4][5]
    • Miglior film, per L'eredità
    • Miglior regia, per L'eredità
    • Premio del pubblico, per L'eredità
    • Candidato alla miglior sceneggiatura, per L'eredità

NoteModifica

  1. ^ (EN) Manslaughter, Bergen Internasjonale Filmfestival. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  2. ^ (DA) Anne Mette Futtrup, Charlotte Fich: Jeg sætter mig selv på spil, femina.dk, 15 agosto 2016. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  3. ^ a b (DA) Danske film, Bodil Prisen. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  4. ^ a b c d (DA) Vindere af Robert Prisen, filmakademiet.dk. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  5. ^ a b c d (EN) Per Fly - Awards, IMDb. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  6. ^ (DA) Jesper Vestergaard, Bodil-nomineringerne 2004, cinemazone.dk, 19 gennaio 2004. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  7. ^ Premio Flaiano di Cinematografia, mediamuseum.it. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  8. ^ (EN) Prizewinner 2005, norden.org. URL consultato il 12 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2017).
  9. ^ (SV) Tidigare år: 2013, guldbaggen.se. URL consultato il 13 dicembre 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN22123574 · ISNI (EN0000 0000 7824 4962 · LCCN (ENno2012049524 · GND (DE140979506 · BNF (FRcb15109494g (data) · WorldCat Identities (ENno2012-049524