Apri il menu principale

Per amore... per magia...

film del 1967 diretto da Duccio Tessari
(Reindirizzamento da Per amore, per magia)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'album di Gianni Morandi, vedi Per amore... per magia... (album).
Per amore... per magia...
Rosemary Dexter - Per amore... per magia....jpg
Rosemary Dexter in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1967
Durata120 min
Generecommedia, musicale
RegiaDuccio Tessari
SoggettoEnnio De Concini
SceneggiaturaFranco Migliacci, Alberto Cavallone, Ennio De Concini, Duccio Tessari
ProduttoreFranco Cristaldi e Rizzoli Film
Produttore esecutivoOscar Brazzi
Casa di produzioneVides Cinematografica
Distribuzione in italianoCineriz
FotografiaAlfio Contini
MusicheBruno Zambrini, Luis Bacalov Ennio Morricone
ScenografiaDario Cecchi
CostumiDario Cecchi
TruccoMichele Trimarchi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Per amore... per magia... è un film del 1967 diretto da Duccio Tessari, con sceneggiatura di Franco Migliacci e prodotto da Franco Cristaldi per la compagnia Vides Cinematografica.

Indice

TramaModifica

Medioevo fantastico. Aladino è un ragazzo simpatico e senza un soldo: come sua sorella Algisa non ha nessun grado di nobiltà, ma è innamorato della figlia del Granduca di Forilarì, la bella principessa Esmeralda, che il Visconte di Pallerineri vorrebbe sposare, per impadronirsi del Ducato.

Aladino, che per vivere fa il modello nell'atelier del sarto Jo Babà, è nato in una notte senza luna ed è quindi uno dei pochi che può arrivare a possedere la lampada magica contenente il genio, che si trova sotto una botola misteriosa nel bosco delle streghe.

Anche la principessa ama Aladino e questo amore gli dà la forza di superare qualsiasi ostacolo: il Visconte, il mago Magrebino, l'affascinante Aichesiade, uno strano pinguino, l'interrogatorio dei quattro sapienti ed altri ostacoli ancora.

Aiutato solo dai suoi cinque inseparabili amici e dal genio della lampada, riesce a rendere reale il suo sogno, salvando sua sorella dal boia e dando la libertà al genio della lampada.

ProduzioneModifica

Mina, con la partecipazione in questa pellicola, chiude la sua breve carriera cinematografica, cantando il brano scioglilingua Mandalo giù.

DistribuzioneModifica

Il film, distribuito anche in lingua inglese, è anche conosciuto come For Love... for Magic.

Colonna sonoraModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Per amore... per magia... (album).

La colonna sonora, cantata da Gianni Morandi, scritta da Franco Migliacci e composta da Luis Bacalov e Bruno Zambrini, è stata pubblicata dalla RCA Italiana.

CriticaModifica

«Un film musicale. Una favola. Musica e favola hanno un unico protagonista, Gianni Morandi, che, vestiti i panni di un Aladino italiano e cinquecentesco, compie gesta mirabolanti per conquistarsi il cuore di una bella principessa: aiutato in parte dalla celebre lampada (per magia...), aiutato molto dai sentimenti che prova e che suscita (per amore...). Alla fine, come nelle favole e nelle canzoni, tutto finisce per il meglio e Aladino vivrà contento e felice con la bella principessa che sarà riuscito a sposare nonostante gli intrighi del cattivo di turno.»

(Gian Luigi Rondi[1])

NoteModifica

  1. ^ Il Tempo, 1967[Data completa?]

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema