Apri il menu principale

Perdere l'amore/Dove sta il poeta

singolo di Massimo Ranieri del 1988
Perdere l'amore
ArtistaMassimo Ranieri
Tipo albumSingolo
PubblicazioneFebbraio 1988
Durata4:12
Album di provenienzaPerdere l'amore
GenerePop
EtichettaWEA Italiana
Registrazione1988
FormatiVinile
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia
(vendite: 15 000+)
Massimo Ranieri - cronologia
Singolo successivo
(1988)

«Perdere l'amore quando si fa sera, quando tra i capelli un po' di argento li colora, rischi di impazzire, può scoppiarti il cuore, perdere una donna e avere voglia di morire...»

Perdere l'amore è un brano musicale cantato da Massimo Ranieri, vincitore del Festival di Sanremo 1988. Negli anni in cui il voto del Festival era legato al concorso del Totip, questa canzone si aggiudicò il maggior numero di preferenze e il migliore distacco dalla seconda classificata. La canzone fu anche prima in classifica in Italia per cinque settimane consecutive.

È stata scritta da Marcello Marrocchi e Giampiero Artegiani. Presentata alle selezioni del Festival dell'anno precedente, nell'interpretazione di Gianni Nazzaro, fu scartata; Nazzaro polemizzò negli anni seguenti su questa decisione, che ritenne contraddittoria e parziale.

La canzone, unitamente alla vittoria, ebbe modo di rilanciare Ranieri nell'ambito musicale, dopo che aveva dedicato almeno gli ultimi due lustri all'attività teatrale. L'interpretazione, non solo vocale ma anche mimica, che ne diede durante le esibizioni sanremesi, risentì della sua vena attoriale ed aiutò ad esprimere il tema trattato dalla canzone stessa, che parla di una separazione dolorosa vissuta da un uomo non più giovane. Il successo nel corso degli anni fece di questa canzone forse la più acclamata dal pubblico, durante i suoi concerti dal vivo, a detta dello stesso Ranieri.

Il lato B del singolo era Dove sta il poeta, scritta dagli stessi autori, ed anch'essa parte dell'album che sarebbe uscito di lì a un mese, con lo stesso titolo del singolo.

L'introduzione al pianoforte, divenuta celebre in quanto riprende già il tema del ritornello, è suonata da Sergio Conforti, vero nome di Rocco Tanica, tastierista degli Elio e le Storie Tese. L'arrangiamento del brano, come dell'intero album Perdere l'Amore, è di Lucio Fabbri. L'assolo di sax prima dell'ultimo ritornello è suonato da Paolo Panigada, vero nome di Feiez, sassofonista e polistrumentista degli stessi Elio e le storie tese[1].

Esitono cover del brano: Lara Fabian "Perdere l'amore" in lingua italiana, Ricardo Velasquez e Magdalena Léon in spagnolo "Perder el amor", Loïc Schumacher in francese "Perdre l'amour", Mino Reitano "Perdere l'amore" e Di Quinto Rocco.[2][3][4]

TracceModifica

Lato A
  1. Perdere l'amore
Lato B
  1. Dove sta il poeta

NoteModifica

  1. ^ Paolo Panigada | Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  2. ^ MAGDALENA LEON :: Video, su www.magdalenaleon.com. URL consultato il 22 febbraio 2019.
  3. ^ Ricardo Velasquez, Ricardo Velásquez - Perder el Amor - Español (Audio), 16 maggio 2016. URL consultato il 22 febbraio 2019.
  4. ^ Mau71gattorizio, mino reitano-perdere l'amore.wmv, 22 luglio 2012. URL consultato il 24 febbraio 2019.
  Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Festival di Sanremo