Perez e Zerach sono i figli gemelli di Giuda, patriarca della tribù israelitica di Giuda.

Gesù di Nazaret, il Messia dei cristiani, appartiene alla tribù di Giuda, ed è discendente di Perez.

L'antefattoModifica

Giuda ebbe numerosi figli, come suo padre Giacobbe, ma in questa storia i protagonisti sono Er e Onan.
Er era sposato a Tamar, una donna cananea, alla quale non poté dare dei figli, perché JHWH lo fece morire per i suoi molti peccati (Gn 38,7).
A questo punto interviene la legge del levirato: la donna vedova, se rimasta senza figli, deve sposarsi col fratello del defunto marito.

Giuda quindi dà in sposo a Tamar suo figlio Onan, ma questo, non accettando la legge del levirato, applica, ad ogni incontro sessuale con Tamar, la tecnica anticoncezionale del coito interrotto.
Neanche questo a JHWH piace, e fa morire anche Onan.

Giuda non vuole dare in sposo a Tamar un altro suo figlio (Sela, in ordine, che tra l'altro era ancora troppo giovane per il matrimonio), e quindi rimanda a casa dei consuoceri Tamar.

Tamar se ne risente e decide di travestirsi da prostituta. Va quindi a letto con l'ignaro Giuda e concepisce due gemelli: Perez e Zerach. Scoperta la cosa, Giuda non può che riconoscere il proprio peccato nonché la scaltrezza della donna.

La nascitaModifica

L'episodio del parto merita tanta attenzione da essere trascritto nella Bibbia:

« Durante il travaglio uno di essi mise fuori una mano e la levatrice prese un filo scarlatto e lo legò attorno a quella mano, dicendo: "Questi è uscito per primo". Ma, quando questi ritirò la mano, ecco uscire suo fratello. Allora essa disse: "Come ti sei aperto una breccia?" e lo si chiamò Perez. Poi uscì suo fratello, che aveva il filo scarlatto alla mano, e lo si chiamò Zerach»   (Genesi 38,27-30)

Il fatto ricorda fortemente la nascita dei gemelli Giacobbe ed Esaù, poiché in entrambi si racconta la storia del più piccolo e scaltro che vince sul più forte nonché erede perché primogenito.

  Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ebraismo