Apri il menu principale

Personaggi di Don Matteo

Personaggi della serie TV "Don Matteo"

1leftarrow blue.svgVoce principale: Don Matteo.

Sono moltissimi gli attori che hanno partecipato alla serie tv, quasi esclusivamente ad un solo episodio, dato che ogni stagione è formata da vari episodi con casi investigativi indipendenti. Alcuni di questi attori hanno interpretato anche personaggi diversi durante le varie stagioni. Al contrario il numero degli attori che compongono il cast principale, che segue qui sotto, è più esiguo.

Personaggi principaliModifica

Don MatteoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Don Matteo (personaggio).

Nino CecchiniModifica

Interpretato da Nino Frassica, è il maresciallo della stazione dei Carabinieri di Gubbio ed in seguito di quella di Spoleto, è il migliore amico di don Matteo. Il suo nome anagrafico è Antonio. Ha un carattere molto particolare: è simpatico e fa sempre sorridere, avendo in ogni momento la battuta pronta per tutte le occasioni. È chiaramente siciliano (in diverse puntate rivela di essere di Messina), è orgoglioso di appartenere all'Arma dei Carabinieri. Ama moltissimo la sua famiglia, composta dalla moglie Caterina e dalle figlie Patrizia e Assuntina. Fornisce a don Matteo le informazioni sulle indagini in corso, per poi avere il suo aiuto nella soluzione dei casi, cosa non molto gradita dai capitani dell'Arma che si susseguono nella serie, ai quali Cecchini cerca senza troppo successo di spacciare per sue intuizioni i suggerimenti fornitigli da Don Matteo per le indagini. Gioca spesso con lui a scacchi, ma non riesce mai a batterlo, tranne in rare occasioni. Nella settima stagione Cecchini riceve la promozione di grado da maresciallo aiutante s.u.p.s., venendo appellato dai colleghi e conoscenti come "luogotenente".

Oltre al ruolo nella serie Don Matteo il maresciallo Cecchini, sempre interpretato da Nino Frassica, è protagonista insieme al capitano Tommasi (interpretato da Simone Montedoro) e a Pippo Zarfati (interpretato da Francesco Scali) di Complimenti per la connessione, una serie televisiva composta da due stagioni di 20 episodi da 6 minuti ciascuna, nella quale i personaggi del mondo di Don Matteo spiegano in modo molto semplice il funzionamento di internet e altri argomenti legati al mondo digitale.[1]

Gli episodi che vedono il maresciallo Cecchini direttamente coinvolto nel caso da risolvere sono: Un uomo onesto (seconda stagione), L' estraneo (quarta stagione), La forza del sorriso (quinta stagione), La cattiva strada (settima stagione), Nei secoli fedele (decima stagione).

Nino Frassica nei panni del maresciallo Cecchini è stato ospite della terza serata del Festival di Sanremo 2018, mettendo in scena un interrogatorio a Claudio Baglioni al fine di risolvere un delitto in sala.[2][3]

Flavio AnceschiModifica

Interpretato da Flavio Insinna, è il capitano della caserma dei Carabinieri di Gubbio (dalla prima alla quinta stagione). È nato a Roma ma lavorava a Gubbio da molto tempo prima che don Matteo ne diventasse il parroco. Anceschi è molto amico del maresciallo Cecchini. Nelle prime due stagioni, il capitano Anceschi fumava, a volte anche durante gli interrogatori: in seguito questa caratteristica viene abbandonata all'improvviso e mai più menzionata. Anceschi ha impiegato molto tempo prima di trovare la donna della sua vita, la sindaca Laura Respighi.

Il capitano non sopporta che il contributo di don Matteo sia spesso indispensabile nella soluzione dei casi, ma poi riconosce e apprezza le doti umane del sacerdote, fino a diventare suo amico. Spesso, però, prende con filosofia il fatto che Cecchini e don Matteo indaghino insieme facendo qualche sarcastica allusione più o meno esplicita al maresciallo o al sacerdote sfebbrando, di fatto, la situazione: ad esempio, in un'occasione Cecchini, dopo aver dato al capitano un suggerimento (a sua volta datogli, come sempre, da don Matteo) sulla risoluzione del caso, gli dice di non vedere don Matteo da una settimana, ma Anceschi (capendo perfettamente la verità) chiede sarcastico "Sette giorni! Che è malato?" dando un tono totalmente comico alla situazione. Nell'episodio Ultimo enigma della quinta stagione, a Gubbio arriva Clara Benzi, una donna che in passato aveva avuto una relazione con Anceschi. La loro narrazione si colloca cronologicamente un anno prima che don Matteo diventasse parroco della chiesa di san Giovanni, quindi esattamente un anno prima che iniziasse l'intera sinossi del telefilm. Clara Benzi ha un figlio di nome Flavio, e al capitano viene il dubbio che possa essere lui stesso il padre biologico del bambino, poiché non aveva più visto Clara Benzi per tutti gli anni precedenti a quell'episodio.

Vi sono alcuni episodi della serie in cui Anceschi è personalmente coinvolto nel caso da risolvere sono: Cuore di ghiaccio (seconda stagione), Debito per la vita (quarta stagione), Indagine riservata (quarta stagione), Una domenica tranquilla (quinta stagione) e Vuoto di memoria (quinta stagione). A partire dalla sesta stagione, il capitano Anceschi non compare più e viene menzionato soltanto in un episodio in cui il capitano Tommasi lo chiama «il mio predecessore». Si è visto in una fotografia nel primo episodio della sesta stagione.

Giulio TommasiModifica

Interpretato da Simone Montedoro, è il capitano dei Carabinieri di Gubbio. Ha 34 anni ed entra nell'Arma per seguire le orme del padre, il generale Luigi Tommasi, del quale tuttavia rifiuta ogni possibile raccomandazione che lo aiuti nella carriera, in quanto desidera farcela da solo. Fin dal debutto, nella sesta stagione, Tommasi si contraddistingue per il rigore e l'intransigenza verso il protocollo, esigendo dai propri uomini efficienza e puntualità; appassionato di sport, è anche un pugile dilettante, e sovente si può vedere allenarsi al sacco nella sua casa, comprata in uno dei primi episodi ed esattamente di fronte a quella del maresciallo Cecchini, il quale si ritroverà coinvolto suo malgrado in varie iniziative sportive promosse dal superiore. Giulio è inizialmente fidanzato con Amanda, una hostess bella ma dispotica, che lo comanda a bacchetta e per la quale lui, innamorato perso, farebbe di tutto.

Sul lavoro, Tommasi conduce le indagini in modo severo e imparziale: a differenza della fredda e calma esposizione logica dei fatti perpetrata da Anceschi, lo stile tipico di interrogatorio di Tommasi è più schietto e aggressivo, accusando l'interlocutore alla luce delle prove raccolte puntando a farlo cedere e confessare o comunque scoprire elementi nuovi. Al pari e persino più del suo predecessore, Tommasi mal sopporta le interferenze di Don Matteo nel lavoro dei Carabinieri, comportandosi in modo brusco con lui, anche se finirà per rivolgersi proprio al curato in alcune delicate situazioni personali.

Anche se all'inizio hanno dei dissapori a causa delle divergenze di carattere, il capitano e il maresciallo finiranno per stabilire un legame molto profondo, soprattutto a livello personale, arrivando Tommasi a vedere nel sottoposto siciliano una sorta di seconda figura paterna. In particolare Giulio diverrà grande amico della figlia di Cecchini, Patrizia, amicizia che evolverà in un crescente affetto reciproco, anche se lui rimarrà dubbioso sulla loro relazione in quanto ancora legato sentimentalmente ad Amanda: il punto di svolta giunge proprio quando la donna respinge la proposta di matrimonio. Giulio, ferito, rompe con lei: a quel punto, consolato da Patrizia, i due capiscono di amarsi e iniziano una relazione, dapprima osteggiata e poi pienamente supportata dal padre di lei. Tra l'ottava e la nona stagione, Giulio diventa padre di Martina, ma anche vedovo di Patrizia in seguito ad un incidente d'auto, e viene trasferito a Spoleto con il resto della Compagnia di Carabinieri. Nella nuova città, il capitano riscopre l'amore in Lia Cecchini, nipote del suocero ("Si vede che gli piacevano i Cecchini" commenterà bonariamente il maresciallo nell'undicesima stagione). Tra la decima e l'undicesima stagione Tommasi sposa Lia e viene promosso e trasferito, lasciando ai suoceri il suo vecchio appartamento nel quale, in un simbolico "passaggio di testimone", si trasferirà il suo successore, Anna Olivieri.

Anna OlivieriModifica

Interpretata da Maria Chiara Giannetta, è il nuovo capitano dei Carabinieri di Spoleto in seguito al trasferimento del capitano Giulio Tommasi, divenuto maggiore. Donna seria e ligia al dovere, dimostra subito autorità ma anche sensibilità, sapendo alternare nelle indagini approcci diretti e vie traverse. È anche molto orgogliosa, non sopportando di essere vista in momenti di debolezza o insinuazioni sul fatto che il proprio essere donna contrasti con la divisa che indossa, il che l'ha portata a non avere un buon rapporto con la madre, la quale disapprova tale scelta di vita. In seguito si trasferisce a vivere nel vecchio appartamento di Tommasi su offerta del maresciallo Cecchini.

All'inizio è fidanzata con Giovanni, il quale tuttavia decide di lasciarla per intraprendere la strada del sacerdozio: proprio questa separazione è alla base dell'antipatia che Anna sviluppa per don Matteo, che lei ritiene "colpevole" di aver plagiato Giovanni per portarlo a tale scelta. Ha una storia personale travagliata: il padre si è suicidato quando lei aveva dieci anni in seguito a un'accusa infondata per bancarotta fraudolenta, e tale dramma l'ha spinta, una volta adulta, a diventare un carabiniere. Il suo arrivo in caserma inizialmente non è accolto bene: i suoi sottoposti, soprattutto il maresciallo Cecchini, nutrono molti dubbi su di lei in quanto giovane e donna, ma si ricrederanno in fretta e impareranno a provare per lei una sincera stima. Il confronto più arduo avviene principalmente con il PM di Spoleto, Marco Nardi, che si dimostra insofferente nei suoi confronti e sempre pronto a contraddirla. Il loro rapporto però si evolve pian piano, e Anna instaura con lui una solida amicizia e, pur se restia ad ammetterlo, finisce per innamorarsene profondamente. I due iniziano una relazione alla fine della stagione.

Natalina DiotalleviModifica

Interpretata da Nathalie Guetta, è la perpetua di don Matteo. Nata a Napoli, ha trascorso la sua infanzia e la sua adolescenza in un orfanotrofio, per poi intraprendere la carriera di acrobata in un circo, come si scopre nell'episodio della terza stagione Il passato ritorna; in seguito ha deciso di abbandonare il circo e si è recata a Gubbio, dove ha trovato lavoro come perpetua di don Luigi prima e di don Matteo dopo. Pettegola e irascibile, nutre tuttavia un grande affetto verso gli abitanti della canonica e i parrocchiani. In particolare si affeziona a tutti i bambini che vi vengono ospitati: Nerino, Camilla, Tommaso, Agostino. Non è una gran cuoca, ma ha una grande capacità di osservare e ha molta memoria. Il suo passato di acrobata fa sì che abbia una buona coordinazione dei movimenti: è infatti una discreta ballerina e sarà un'ottima insegnante di danza per Laura Respighi. Natalina ha un fratello, Raniero, che ha condiviso con lei una triste infanzia passata tra orfanotrofi e affidamenti. È una donna molto simpatica e in una puntata vuole aiutare Cecchini con la cucina.

Natalina è single, ma sogna un marito e dei figli. Ciò la fa cadere, sia pure per poco, nelle grinfie di un imbroglione che dice di amarla (nell'episodio della terza stagione Natalina innamorata) al quale consegna i risparmi del conto che ha in comune con don Matteo: il suo pentimento però è immediato e sincero. Nella quinta stagione Pippo la corteggia, ma lei rifiuta le sue attenzioni. Nella sesta e settima stagione appare via via sempre più rassegnata, seppure con amarezza, al suo destino di single. Gli episodi che la vedono direttamente coinvolta nel caso da risolvere sono: La confessione (seconda stagione) il già citato Natalina innamorata (terza stagione), La valigia (quarta stagione) Una domenica tranquilla (quinta stagione), Una margherita per Natalina (settima stagione) e Addio Natalina! (nona stagione).

Nell'ottava stagione nella sagrestia arriverà Laura, una giovane ragazza incinta, con cui inizialmente avrà un rapporto conflittuale. I rapporti si inaspriranno ancor di più con la nascita di Ester: lei infatti vorrebbe farla battezzare mentre la madre al contrario non vuole. Col tempo le due però si affezioneranno e Natalina riuscirà a far cambiare idea a Laura che le chiederà di fare da madrina ad Ester. La bambina verrà poi battezzata e come secondo nome la madre sceglierà "Natalina". Ha un fratello di nome Raniero e una nipotina piccola Bianca, che compaiono nell'episodio Il fratello di Natalina (sesta stagione).

Pippo Gimignani ZarfatiModifica

Interpretato da Francesco Scali, è il sagrestano della chiesa di don Matteo. Svolgeva questo mestiere anche per il suo predecessore, don Luigi. Abita anche lui in canonica; la sua grande simpatia colma per certi aspetti la sua fisionomia non certo attraente. Anch'egli single come Natalina, spesso la corteggia, ma sempre con insuccesso. Il suo cognome originale, Zarfati, diventa Gimignani da un episodio della sesta stagione. Nel primo episodio della decima stagione si scopre che il suo nome completo è Filippo Gimignani-Zarfati.[4]

Caterina CecchiniModifica

È interpretata da Caterina Sylos Labini. Introdotta a partire dalla seconda stagione, è la graziosa, brillante ed effervescente moglie del maresciallo Cecchini. Nata Caterina Spaccamozzi, è una moglie leale ed innamorata ma non esita a contraddire il suo uomo quando ce n'è bisogno: per esempio quando Nino si dimostra troppo all'antica nei confronti delle figlie. È una cuoca leggendaria. Spesso don Matteo, il Capitano Anceschi e il Capitano Tommasi sono ospiti in casa Cecchini. Appassionata di ballo, come il marito, partecipa con lui a diverse gare. In tutte le serie dimostra di essere profondamente innamorata di suo marito ma anche estremamente gelosa, soprattutto nell'episodio Caro Papà della settima stagione. Anche Nino, del resto, la ama molto ed è gelosissimo di lei, come si mostra nell'episodio Numeri primi della settima stagione. È un'amante dello scopone scientifico, gioco di carte di cui è campionessa di Gubbio.

Laura RespighiModifica

È interpretata da Milena Miconi. Nella quarta e nella quinta stagione è il sindaco di Gubbio. Nella quarta stagione è prima conoscente, poi amica del capitano Anceschi; nell'ultimo episodio della quarta stagione i due si fidanzano. Nella quinta stagione i due sono fidanzati; nel penultimo episodio della quinta stagione i due si sposano dato che finalmente il capitano è riuscito a superare il suo orrore per il matrimonio. Il loro rapporto di coppia è stato anche complicato dalle intemperanze delle rispettive madri, due vedove altoborghesi assai agguerrite, che si odiano: alla fine è don Matteo che le persuade a seppellire l'ascia di guerra e ad instaurare reciproci rapporti civili per amore dei loro figli. L'episodio che vede Laura direttamente coinvolta nel caso da risolvere è Il sospetto (quarta stagione).

Patrizia CecchiniModifica

Compare (come Assuntina) a partire dalla seconda stagione. Patrizia (Pamela Saino) in origine è un'adolescente ribelle che dà un sacco di grattacapi al padre ma fra la sesta e la settima stagione diventa una giovane donna molto bella e conturbante, laureata e reduce da un Erasmus in Spagna. Credeva di aver trovato l'amore in un certo Julio, professore universitario spagnolo che, dopo averla lasciata, viene a Gubbio a chiederle di rimettersi con lui: in realtà il suo amore è un altro Giulio: il capitano Tommasi, che sposerà alla fine dell'ottava stagione. All'inizio della nona stagione scopriamo che è morta in un incidente; ma ha avuto una figlia: Martina Tommasi.

Assuntina CecchiniModifica

Assuntina, inizialmente una bambina, nell'ottava stagione è ormai una studentessa liceale (interpretata dalla stagione 2 alla stagione 8 da Giada Arena), a causa di un'amica si mette nei guai, mandando in crisi il suo rapporto con i genitori, ma con l'aiuto di Don Matteo riesce a ritrovare la serenità. Nella nona stagione Assuntina è interpretata da Giusy Buscemi ed è un universitaria. Nella decima e nell'undicesima stagione, Assuntina viene interpretata da Simona Di Bella ed intraprende una relazione con il carabiniere Romeo Zappavigna.

I bambini della canonicaModifica

Nelle prime tre stagioni, il piccolo Nerino Bertolacci vive in canonica con don Matteo perché il padre si trova in carcere e la madre è morta. In canonica vive anche sua nonna Elide, simpatica anziana un po' svampita, che esce di scena nell'intervallo tra la terza e la quarta stagione, senza che venga esplicitato il motivo (anche se si presume che sia morta di vecchiaia). Nell'episodio Mio padre è stato in carcere della quarta stagione, il padre di Nerino, Vanni Bertolacci, viene scarcerato e quindi il bambino se ne va dalla canonica.

Nella quarta stagione, in canonica vive la piccola Camilla (Sara Santostasi), figlia di una missionaria laica amica di don Matteo morta di malattia e di un uomo che non l'ha mai voluta riconoscere. Nella quinta stagione don Matteo ospita un bambino di nome Tommaso (Steven Manetto), e a differenza di Nerino, sia Camilla e sia Tommaso sono presenti in un'unica stagione ed escono di scena senza che gli altri personaggi ne spieghino il motivo, anche se don Matteo accenna vagamente al fatto che la bimba è stata adottata da una buona famiglia.

Nella sesta stagione nessun bambino vive stabilmente in canonica, ma Suor Maria ogni tanto porta lì alcuni bimbi ospiti del convento, tra i quali figura Ciccio (Gabriele Paolino). Nella settima stagione in canonica arriva Agostino (Andrea Pittorino), che viene ospitato stabilmente da don Matteo con il consenso di Suor Maria: Agostino ha 8 anni, è orfano di padre e crede che sua madre sia all'estero a lavorare come biologa marina; in realtà la madre lo ha abbandonato, cosa di cui verrà a conoscenza nell'ottava stagione. Nel secondo episodio della nona stagione don Matteo dirà che Agostino vive con la madre. Sempre nell'ottava stagione va a vivere in canonica anche la sedicenne ragazza madre Laura Belvedere (Laura Glavan), figlia di Antonio (amico di lunga data di don Matteo), la quale dapprima si dimostra insofferente e maleducata con tutti per poi affezionarsi agli altri abitanti della canonica diventando una sorta di sorella maggiore di Agostino. Il suo carattere si ammorbidirà ulteriormente quando darà alla luce la piccola Ester Natalina.

Nell'undicesima stagione arrivano Sofia (Maria Sole Pollio) e Cosimo (Federico Ielapi). La prima rimane orfana dei genitori adottivi e scopre la vera identità della vera madre biologica, la sua professoressa Rita Trevi (Giulia Fiume). Inoltre stringe un forte legame d'amicizia con Seba (Federico Russo) che poi si trasformerà per lei in amore nonostante il ragazzo sia innamorato di Alice (Anna Godina). Cosimo invece viene preso sotto custodia di Don Matteo in quanto rimane orfano proprio sotto i suoi occhi e stringe un grandissimo legame quasi paterno con il maresciallo Cecchini.

Suor MariaModifica

Interpretata da Astra Lanz, è la responsabile della locale Casa Famiglia (appare dalla sesta stagione). All'apparenza dura e austera, nasconde in realtà un animo gentile e nobile. Inizialmente si fa un'opinione sbagliata su don Matteo, poi si rende conto che il sacerdote è una bravissima persona. È antipatica a Natalina. Gli episodi che la vedono direttamente coinvolta sono Io ti salverò (sesta stagione), Dietro le mura del convento (settima stagione) e Scelta di vita (ottava stagione). Apprendiamo che, giovanissima, ha avuto un fidanzato che ha lasciato avendo sentito la vocazione per la vita religiosa: ciononostante le è rimasto un vivissimo e malinconico desiderio di maternità. Inoltre, la sua adolescenza è stata scossa dalla morte accidentale del fratellino Marco, affogato in un lago, di cui suor Maria si è ritenuta a lungo responsabile per non averlo sorvegliato, cosa che le ha dato fortissimi sensi di colpa e sofferenza.

Amanda PatriarchiModifica

Interpretata da Ilaria Spada, è l'ex fidanzata del capitano Giulio Tommasi. Appare per la prima volta nella sesta stagione quando l'allora fidanzato Giulio viene trasferito alla caserma di Gubbio. Ragazza bellissima ma dispotica e collerica, si arrabbia sempre e tanto con Giulio alla sua minima trasgressione. Inoltre è anche molto gelosa di lui e la sua minaccia eterna è quella di lasciarlo. Come se non bastasse a peggiorare le cose c'è la profonda antipatia che la madre di Giulio, Clara Tommasi prova per lei e la conseguente animosità fra le due donne. Verso la fine della settima stagione, Amanda verrà lasciata da Giulio dopo che lei ha respinto la proposta di matrimonio di lui e non riuscirà più a riconquistarlo.

Andrea ContiModifica

Interpretata da Eleonora Sergio, è il nuovo sostituto procuratore di Gubbio; entra in scena nell'ottava stagione. È una giovane donna molto bella ed elegante. Perciò, la madre del capitano Tommasi crederà che sia la fidanzata del figlio (ignorando la relazione di Giulio con Patrizia), equivoco che si ripeterà anche col padre di lei (il colonnello dell'Esercito Amedeo Conti). In entrambi i casi i genitori rimarranno delusi (anche se comprensivi) nel conoscere la verità. È estremamente severa nel proprio lavoro (viene soprannominata il mastino); arriva presto a stimare il maresciallo Cecchini per via delle "sue" intuizioni (ignorando l'amicizia tra Cecchini e don Matteo). In seguito, si innamora davvero del capitano, ma, rispettando la sua relazione con Patrizia, non interferisce nel loro rapporto.

Nel terzo episodio dell'ottava stagione, Andrea Conti dice al capitano Tommasi che suo padre è un tenente dell'Esercito in pensione. Tuttavia, quando il padre della PM appare nella serie, egli è ancora in servizio (poiché indossa la divisa dell'EI) e, come detto più volte e come indicato dalle stellette sulla sua divisa, ricopre il grado di colonnello.

Rosalia "Lia" CecchiniModifica

Interpretata da Nadir Caselli, è la nipote del maresciallo Cecchini e cugina di Severino, Assuntina e Patrizia. Il suo nome anagrafico è Rosalia. Fa la sua prima apparizione nella nona stagione quando tampona con l'auto Giulio mentre si recava dagli zii da cui poi si trasferisce. Inizialmente frequenta l'università di medicina per realizzare il desiderio del defunto padre che sognava per lei una brillante carriere nella chirurgia, ma Lia prosegue gli studi con fatica e controvoglia e alla fine lascerà perdere conscia che la medicina non è la sua strada. Lia è una donna bella, allegra, piena di vita e molto ingenua e infantile che ama divertirsi ma che non si sa comportare in modo serio: proprio per i loro caratteri così diversi, lei e il capitano inizieranno fin da subito a non sopportarsi e a litigare mentre legherà moltissimo con la piccola Martina che la chiama affettuosamente "zia Lia". Con il passare del tempo però Lia e Giulio cominceranno ad andare molto d'accordo e la ragazza inizierà a provare dei sentimenti per l'uomo. La ragazza rivela al Capitano Tommasi i sentimenti che prova nei suoi confronti nel finale della nona stagione, vincendo il concorso per entrare nell'arma dei carabinieri proprio grazie al sostegno di quest'ultimo. All'inizio della decima stagione torna da Roma, dove si era trasferita per lavoro, e si fidanza con il Capitano che le rivela di ricambiare i suoi sentimenti nonostante avesse pensato di non poter amare nessuno dopo la morte di Patrizia, ma la relazione finisce quando Lia scopre di essere rimasta incinta di Daniele, il suo ex fidanzato. A metà della stagione, parte per Roma con Daniele, ma successivamente torna a Spoleto dicendo di aver lasciato Daniele e l'arma dei carabinieri. Quando il bambino nasce, Lia lo chiama Antonio come lo zio. Nelle ultime due puntate della stagione Lia capisce di essere ancora innamorata di Giulio e quando questi chiede a Margherita di sposarlo fa di tutto per sabotare la cerimonia per poi pentirsene e sistemare le cose. Lia, seppur molto triste, si reca lo stesso alla cerimonia di matrimonio dei due conscia di non poter più fare nulla. Tuttavia Giulio all'altare capisce di essere innamorato ancora di Lia e non di Margherita e annulla il matrimonio, confessando a Lia i suoi sentimenti, dicendo di amarla davanti a tutti gli invitati, ricevendo così uno schiaffo da Margherita. Una volta usciti tutti dalla chiesa, Giulio e Lia hanno modo di parlare e capendo di amarsi a vicenda, tornano insieme. Nell'undicesima stagione si scopre che Giulio e Lia si sono sposati e trasferiti a Roma con i figli in seguito alla promozione di lui.

Bianca VeneziaModifica

Interpretata da Giorgia Surina, è una vecchia amica di liceo del capitano Tommasi ed è un'integerrima PM. Il suo soprannome è "Bibba", datogli dal capitano Tommasi tempo addietro.

Tomás MartinezModifica

Interpretato da Andrés Gil, è un ragazzo un po' irrequieto preso in affido da Suor Maria e poi mandato in canonica da Don Matteo per toglierlo dalla cattiva strada, ma lui vuole cercare solo sua sorella Alma. In seguito si fidanzerà con Laura.

Gualtiero FerriModifica

Interpretato da Dario Cassini, è il Pubblico ministero nella decima stagione, non nutre simpatia per il capitano poiché ritiene che la sua posizione sia dovuta alle raccomandazioni del padre. È fidanzato con Margherita la quale però lo lascia durante la serie per l'eccessiva gelosia del PM. In seguito al fidanzamento di Margherita col capitano Tommasi, chiede il trasferimento. Tuttavia ricompare alla fine della stagione portando via la stessa Margherita dopo che Tommasi si rifiuta di sposarla per stare con Lia.

Dario Cassini compare anche nell'episodio Corsa contro il tempo della settima stagione, nel ruolo del severissimo e maschilista colonnello dei Carabinieri Enrico Maria Di Giovanni.

Alberto TorreModifica

Interpretato da Gabriele De Pascali, è il professore di matematica dell'università di Laura. Di ricca famiglia, prova un debole per la sua allieva, ma lei non ricambia, anche se a volte lo usa per far ingelosire Tomás.

Margherita CologneseModifica

Interpretata da Sara Zanier, è la fidanzata del PM Ferri, giornalista che sogna di diventare scrittrice di fiabe. Dopo un inizio tiepido con i membri della caserma di Spoleto, diventa amica di tutti. È fidanzata col PM Gualtiero Ferri che però durante la stagione lascia per l'eccessiva gelosia dell'uomo. In seguito si fidanza con il capitano Tommasi. All'inizio i due mantengono segreta la cosa, tuttavia al termine di una gara di vaporetti Margherita, che aveva partecipato con Andrea (interpretato da Daniel Nilsson il "bonus" di Avanti un altro) rivela a tutti la relazione facendo scaturire l'ira e l'amarezza del PM Ferri. Dopo aver Scoperto la relazione il PM chiede il trasferimento. Sul finire di stagione Giulio chiede a Margherita di sposarla. Tuttavia viene lasciata sull'altare in quanto il capitano ama Lia. Delusa e amareggiata viene portata via dallo stesso Ferri, non prima di aver mollato un sonoro schiaffone al capitano.

Marco NardiModifica

Interpretato da Maurizio Lastrico, è il nuovo PM, che compare nell'undicesima stagione. Di bella presenza, preparato e dal fare elegante, è uno spirito libero, apparentemente cinico e misogino e dalla battuta sempre pronta e spesso tagliente, specie se si tratta di donne. Inizialmente instaura un rapporto conflittuale con il nuovo capitano, ma ben presto i due impareranno a conoscersi e l’astio iniziale si trasformerà in stima, amicizia e, nonostante molte incomprensioni dovute al suo passato, amore. La sua insofferenza verso il gentil sesso, e il Capitano in particolare, deriva da una profonda ferita: scopre infatti il giorno prima delle nozze, che la sua ex fidanzata lo tradisce con il suo migliore amico, per cui non si presenta nemmeno in Chiesa. Con Anna, ha un rapporto immediatamente conflittuale proprio perché la donna non esita a tenergli testa. Inizierà però a conoscerla meglio, finendo per innamorarsene, pur se bloccato per lungo tempo dalla paura di soffrire nuovamente. Alla fine si dichiara ad Anna, e i due iniziano una storia al termine dell’undicesima stagione. Sa cucinare molto bene e dà lezioni ad Anna; inoltre, è un grande appassionato di calcio.

Personaggi secondariModifica

  • Pietro Ghisoni: interpretato da Pietro Pulcini, è la mano operativa del maresciallo Cecchini e del capitano (Anceschi e Tommasi prima e Olivieri poi). Mentre è apprezzato dai tre capitani per la sua efficienza, viene spesso simpaticamente sminuito dal maresciallo (che comunque lo rispetta e gli è affezionato). È presente in tutte le stagioni ad eccezione della quarta, in cui viene sostituito dall'appuntato Linetti. Nella prima stagione è appuntato ma in seguito viene promosso divenendo brigadiere.
  • Linetti: interpretato da Andrea Cereatti, sostituisce il brigadiere Ghisoni nella quarta stagione, dimostrandosi anche più lesto e attento del brigadiere stesso. Il suo rapporto coi suoi superiori è il medesimo di quello di Ghisoni: stimato dal capitano Anceschi, canzonato dal maresciallo Cecchini.
  • Vescovo Guido: interpretato da Gastone Moschin, è il vescovo di Gubbio nelle prime due stagioni della serie. È un vecchio amico di don Matteo (tanto che questi, pur chiamandolo doverosamente "Eccellenza", gli dà del "tu"). Non gradisce che don Matteo si intrometta nelle indagini dei Carabinieri e lo richiama più volte a una condotta più consona a un sacerdote; malgrado ciò, ha piena fiducia nel sacerdote e nella sua buona fede. Don Matteo, all'inizio della terza stagione, dice che è stato fatto cardinale e, in un episodio della quarta, lo ricorderà con nostalgia osservando una loro foto insieme. In più occasioni viene chiamato per nome da don Matteo, ma il suo cognome non è noto.
  • Vicario Giovanni Della Valle: interpretato da Mauro Pirovano, è l'assistente del vescovo Guido nella prima stagione.
  • Vescovo: interpretato da Renato Carpentieri, è il nuovo vescovo di Gubbio dopo l'elezione del suo predecessore a cardinale. A differenza del suo predecessore, non conosce don Matteo. Anche lui non gradisce l'intromissione di don Matteo nelle indagini dei Carabinieri, malgrado rispetti il sacerdote. È presente solo nella terza stagione. Nella quarta e nella quinta stagione, non è più presente il personaggio del vescovo.
  • Vescovo Benelli: interpretato da Philippe Leroy, è il vescovo di Gubbio nella sesta e settima stagione. Anche lui è un vecchio amico di don Matteo e ne è stato compagno molte volte come missionario. Si dimostra più comprensivo rispetto ai suoi predecessori nei confronti di don Matteo.
  • Severino Cecchini: interpretato da Giuseppe Sulfaro, è un giovane carabiniere semplice introdotto nella sesta stagione. Inizialmente non era ben chiaro il suo grado di parentela col maresciallo Cecchini, ma in seguito viene detto che è suo nipote. Parla sempre con un linguaggio obsoleto e precisissimo, cosa che infastidisce sia il capitano Tommasi che lo zio, anche se, per la sua precisione e dedizione, è benvoluto da tutti.
  • Ludovico Tommasi: interpretato da Toni Garrani, è il padre del capitano Tommasi ed appare nella sesta stagione. Come il figlio appartiene all'Arma dei Carabinieri ed è un ufficiale generale in pensione. La sua alta posizione avrebbe permesso al figlio di arrivare in fretta alle cariche più alte dell'Arma, ma Giulio ha rifiutato la sua raccomandazione. Sebbene dissenta spesso dalle decisioni del figlio, si dimostra anche premuroso e affettuoso nei suoi confronti. Inizialmente non stima il maresciallo Cecchini, ma si ricrede presto.
  • Clara Tommasi: interpretata da Simona Marchini, è la madre del capitano Tommasi. È ossessionata dalla vita privata del figlio, ed è molto esigente nella sua scelta delle fidanzate. Disapprova totalmente Amanda e inizialmente non è per nulla entusiasta neppure di Patrizia (preferendole la dottoressa Andrea Conti, sebbene questa sia solo collega per Tommasi), ma poi le si affeziona ed approva il matrimonio tra i due. Compare nella sesta, nell'ottava e nella nona stagione.
  • Preside Susi Dallara: interpretata da Sydne Rome, compare nella settima, ottava e decima stagione. È la Preside del liceo scientifico di Gubbio, dove don Matteo è chiamato a sostituire l'insegnante di religione; è una donna molto attenta al suo lavoro e si capisce che aiuta spesso gli studenti in difficoltà. È molto amica di Natalina e sembra conoscere bene e da molto tempo don Matteo. Essendo Sydne Rome un'attrice statunitense (e quindi parlando un italiano con un forte accento americano) è stata doppiata nella settima stagione da Ludovica Modugno, ma dalla stagione successiva recita con la propria voce.
  • Elide Bertolacci: interpretata da Evelina Gori, è la nonna di Nerino. È una vecchietta simpatica anche se un po' svampita. Appare nelle prime tre stagioni.
  • Vanni Bertolacci: interpretato da Ubaldo Lopresti, è il padre di Nerino. In carcere dalla prima stagione, nella quarta viene liberato e collabora coi Carabinieri per arrestare una pericolosa banda di criminali un tempo suoi complici. Appare nella prima e quarta stagione.
  • Antonio Lauro: interpretato da Valerio Santoro, è un carabiniere. È presente solo nella prima stagione.
  • Jamila: interpretata dall'attrice somala Shukri Said.[5] Di grado appuntato, è il primo carabiniere di colore inserito nella trama di una fiction televisiva italiana.[5] È presente solo nella sesta stagione.
  • Dario: interpretato da Daniele La Leggia, è il fidanzato di Laura Belvedere nell'ottava e nella nona stagione.
  • Fernando: interpretato da Bruno Cabrerizo, È un amico spagnolo di Patrizia Cecchini.
  • Martina Tommasi: interpretata da Emma Reale, è la figlia del capitano Tommasi e Patrizia Cecchini e, quindi, nipote del maresciallo Cecchini. Compare nella nona stagione e decima.
  • Ester Natalina Belvedere: interpretata da Letizia Arnò, è la figlia di Laura Belvedere. Il suo secondo nome è stato scelto da Laura come segno di riconoscenza nei confronti di Natalina, che inoltre è anche la sua madrina. Compare nell'ottava stagione da neonata e di qualche anno più grande nella nona.
  • Gianni Barba: interpretato da Francesco Castiglione è il nuovo appuntato a partire dalla decima stagione.
  • Lucrezia Volpi: interpretata da Maria Rosaria Russo è la nuova PM di Spoleto che sostituisce Gualtiero Ferri quando chiede trasferimento.
  • Romeo Zappavigna: interpretato da Domenico Pinelli, entra a far parte della caserma dei carabinieri di Spoleto come appuntato a partire dall'undicesima stagione, è poco gradito dal maresciallo Cecchini perché frequenta sua figlia Assuntina.
  • Giovanni Santucci: interpretato da Cristiano Caccamo è il fidanzato del nuovo capitano Anna Olivieri nell'undicesima stagione. È un giovane e brillante avvocato che tuttavia mette in dubbio la sua professione e il suo amore per Anna con l’intenzione, seppur temporanea, di diventare prete.
  • Rita Trevi: interpretata da Giulia Fiume è un'insegnante di ginnastica, professoressa nella scuola di Sofia, Seba ed Alice. Durante il corso dell'undicesima stagione si scopre essere la vera madre di Sofia.
  • Chiara Olivieri: interpretata da Teresa Romagnoli è la sorella maggiore del capitano, ed è l'opposto della sorella: è una donna che ha sempre saputo sfruttare la propria femminilità. Non ha una relazione stabile ma corre sempre in aiuto della sorella per le sue situazioni sentimentali. Si innamora del PM Marco Nardi e i due si frequentano per un breve periodo, prima che lei si faccia da parte quando capisce che l’uomo è innamorato di Anna.
  • Federica: interpretata da Lorena Cacciatore, è l'ex compagna del PM Marco Nardi. L'ha tradito poco prima delle nozze con il suo migliore amico. Alla spiacevole scoperta, il PM la lascia, senza presentarsi il giorno del matrimonio.

NoteModifica

  1. ^ Complimenti per la connessione, su raiscuola.rai.it, 06/09/2018.
  2. ^ A Sanremo2018 arriva il maresciallo Cecchini: fa l’interrogatorio a Claudio Baglioni, su riviera24.it, 06/09/2018.
  3. ^ Nino Frassica: «A Sanremo mi veste un geometra», su sorrisi.com, 06/09/2018.
  4. ^ Don Matteo 10, La colpa
  5. ^ a b Rai.it, su initalia.rai.it. URL consultato il 10 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2015).
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione