Personaggi di Shrek

lista di un progetto Wikimedia
Voce principale: Shrek (franchise).

Questa voce contiene l'elenco dei personaggi presenti nella saga cinematografica Shrek.

Il circolo di amici delle fiabe dal film Shrek terzo: da sinistra Lupo Cattivo, Pinocchio, i tre porcellini e Zenzy

Personaggi principali

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Shrek (personaggio).
Doppiatore originale: Mike Myers
Doppiatore italiano: Renato Cecchetto

Protagonista della saga è un grosso orco verde solitario, burbero e scontroso ma anche buono e altruista che, nel corso dei film, si ritrova coinvolto in una serie d'avventure le quali lo porteranno a incontrare la sua anima gemella, degli amici e una famiglia.

Ciuchino

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Ciuchino.
Doppiatore originale: Eddie Murphy
Doppiatore italiano: Nanni Baldini

Co-protagonista della saga è un apparentemente poco intelligente, pasticcione e esuberante asino parlante (presumibilmente quello de I musicanti di Brema, data la sua passione per la musica, o l'asino che portava il sale della favola di Esopo, data la sua cocciutaggine) che fuggito alle guardie, incappa in Shrek il quale spaventa le sue guardie per la sua natura di orco. Da quel momento, Ciuchino lo segue in ogni viaggio fino a diventare il suo migliore amico.

Principessa Fiona

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Principessa Fiona.
Doppiatore originale: Cameron Diaz
Doppiatore italiano: Selvaggia Quattrini

Una principessa nata con una maledizione: nella notte si trasforma in un'orchessa per poi tornare umana all'alba. Shrek viene incaricato di salvarla e da lì nasce tra i due un forte amore. Fiona ha i capelli rossi legati con due elastici in una treccia e occhi azzurri come sua madre.

Gatto / Gatto con gli Stivali

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Gatto con gli stivali (Shrek).
Doppiatore originale: Antonio Banderas
Doppiatore italiano: Massimo Rossi (Shrek 2, Shrekkati per le feste e Shrekkato da morire), Antonio Banderas (Shrek terzo, Shrek e vissero felici e contenti e Il gatto con gli stivali), Diego Suarez (Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio)

Gatto, poi soprannominato il Gatto con gli Stivali, è un eroe fuorilegge di un continente spagnolo, finito a Molto Molto Lontano come cacciatore di orchi. Re Harold lo assume per liberarsi di Shrek, ma finisce sconfitto e si alleerà con il protagonista e Ciuchino come riconoscenza per avergli salvato la vita.

Kitty / Zampe di Velluto

modifica
Doppiatore originale: Salma Hayek
Doppiatore italiano: Francesca Guadagno

Kitty è la protagonista femminile dei film spin-off (Il gatto con gli stivali e Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio). È una gatta bianca-nera che in tenera età, è stata privata dei suoi artigli dai padroni motivo per cui ora può affidarsi solo alla morbidezza delle sue zampe, così soffici che le sue vittime non si accorgono di essere stati scippati sotto il loro naso da qui il nome. È una ladra su incarico. Nel primo film è assoldata da Humpty per il suo piano di vendetta contro Gatto, sperando che Kitty possa distrarlo romanticamente e rendere il tutto più facile. Il piano riesce, ma quest'ultima si affeziona per davvero a Gatto e finisce con aiutarlo a sventare il piano di Humpty. Tra i due film, i due felini progettano di sposarsi ma entrambi si tirano indietro, Gatto perché spaventato dall'idea di sistemarsi a vita e Kitty perché conscia di non poter rimpiazzare l'amato ego del suo partner. Nel secondo film i due si ritrovano a rubare lo stesso oggetto e nonostante l'iniziale cattivo sangue, i due finiscono per far pace. Kitty inoltre scoprirà che Gatto ora deve tenersi stretta la sua ultima vita, ha imparato a non sopravvalutarla ed è cambiato in meglio, ritornando così insieme a lui.

Personaggi secondari

modifica

Draghessa

modifica

Draghessa (o Dragona, come la chiama Fiona all'inizio di Shrek 2) è il terribile mostro sputafuoco che nel primo film teneva segregata la principessa all'interno di un oscuro castello circondato da un lago di lava. Inizialmente si credeva che fosse un maschio ma quando riesce a intrappolare Ciuchino si rivela essere in realtà una femmina dagli occhi verdi, le labbra truccate e le squame di colore rosa-fucsia, che rimane molto colpita dai complimenti dell'asino circa il suo fascino. Così invece di mangiarlo, se ne innamora a prima vista e a differenza di tutti gli altri personaggi non parla, ma riesce a farsi comprendere. Inizialmente cattiva, la draghessa si rivela successivamente molto dolce e affettuosa nei confronti di Ciuchino, capace di veri sentimenti. È diventata anche una fedele alleata di Shrek e di Fiona e ha aiutato i due orchi in più di una occasione, mangiando Lord Farquaad e schiacciando Azzurro con una torre. Inoltre ha sposato Ciuchino e ha partorito ben sei cuccioli avuti da lui, tutti metà asino e metà drago.

Doppiatore originale: Conrad Vernon
Doppiatore italiano: Fabrizio Apolloni

Zenzy (Gingy), è un biscotto parlante del genere omino di pan di zenzero che fa apparizioni minori in tutti i film. È tratto dalla fiaba L'omino di pan di zenzero. È stato plasmato e sfornato dall'Uomo Focaccina, che considera come un padre. È socievole, buono, tenero e uno dei personaggi più simpatici e divertenti della saga ma allo stesso tempo è anche abbastanza irascibile, e detesta quando qualcuno tenta di togliergli i suoi bottoni gommosi. Nel terzo film, quando Uncino (alleato di Azzurro) minaccia di ucciderlo, vengono mostrati flashback del suo passato: (compreso quando è stato torturato da Lord Farquaad) ha studiato in una scuola per biscotti viventi e si era anche sposato, ma la moglie viene però mangiata da Babbo Natale in Shrekkati per le feste. Fa un cameo anche ne Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio dove era presente durante la sesta morte di Gatto: lo stava aiutando a cuocere con il forno che aveva impostato ad una temperatura troppo elevata.

Pinocchio

modifica
Doppiatore originale: Cody Cameron
Doppiatore italiano: Corrado Conforti

Il celebre burattino di legno costruito da Geppetto, e condannato a non poter mentire pena l'allungarsi del proprio naso. Compare in tutti i film della serie. Nel primo viene consegnato dal padre alle guardie di Lord Farquaad. Nel secondo film aiuta Shrek a fuggire dalla prigione e fermare la Fata Madrina, venendo tramutato in bambino vero (e poco dopo di nuovo in marionetta) durante un fuoco incrociato di incantesimi. Nel terzo viene imprigionato da Azzurro, dopo un buffo interrogatorio in cui tenta ripetutamente di rigirare la verità per farla sembrare una bugia e non essere facilmente scoperto grazie al naso. Nel quarto film si scopre che gestisce una libreria a Molto, Molto Lontano, dove sembra aver imparato a non prendere la via facile a ciò che vuole, lezione non imparata nella dimensione alternativa dove tenta di diventare umano con i contratti di Tremotino. È intimamente buono e socievole, anche se non molto sincero. Compare brevemente anche nel film spin-off Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio, dove gira con il padre in un teatrino ambulante per far soldi, mettendo in ombra personaggi semplici come Jack Horner.

Pinocchio è, insieme al Lupo, ai Tre Porcellini, ai tre topini ciechi, a Zenzy, a Ciuchino e al Gatto Con gli Stivali, uno degli amici ufficiali di Shrek.

Il Lupo Cattivo

modifica
Doppiatore originale: Aron Warner
Doppiatore italiano: Gerolamo Alchieri, Paolo Marchese (in Shrek terzo)

Il Lupo Cattivo è un tranquillo lupo descritto come dal "sesso confuso", primariamente perché indossa la vestaglia da notte da nonna, segno che è il lupo di Cappuccetto Rosso, ma è in grado di soffiare forte come quello de I tre porcellini, con cui passa maggior parte del tempo in qualità di amico. Il Lupo è protagonista assieme ai porcellini del corto I tre porcellini e il lupo... mannaro, in cui si scopre che è un "umano mannaro", il quale lo porta a trasformarsi in alcune notti in una folle donna assassina.

I tre porcellini

modifica

I tre porcellini sono tre degli amici di Shrek e compaiono in tutti e quattro i film della serie. Si chiamano Heimlich (quello con il cappello da costruttore edile), Dieter (con il cappello da imbianchino) e Horst (con il cappello di paglia). Hanno un pesante accento tedesco (probabile analogia con i fratelli Grimm).

I tre topini ciechi

modifica

I tre topini ciechi, ispirati a quelli della filastrocca Tre topini ciechi (in originale Three Blind Mice), e in quanto non vedenti vanno in giro con occhiali neri e bastone. Compaiono in tutti e quattro i film della serie, benché abbiano un ruolo piuttosto marginale e comico dovuto a come la loro cecità non offra alcun vantaggio agli eroi o a loro stessi. I loro nomi sono Forder, Gorder e Horder, anche se non menzionati nel corso del film. Nel primo film, sono doppiati in inglese da Christopher Knights, Mike Myers e Simon J. Smith, rispettivamente.

Drughini

modifica

I drughini sono i sei (cinque, nel terzo film) figli mutanti nati dall'unione di Ciuchino e la Draghessa. Sono dei cuccioli di mulo in grado di volare e sputare fuoco. I loro nomi sono Donkey Jr., Banane, Nocciolina, Cocco, Farfallas e la femmina Peanut. L'unico ad avere qualche segno di distinzione rispetto agli altri è Banane che ha gli occhi verdi e spesso starnutisce fuoco. Compaiono per la prima volta nel finale di Shrek 2, e successivamente compaiono in tutti gli episodi successivi, benché il loro ruolo è molto marginale. Sono molto affettuosi e giocherelloni.

Fergus, Farkle e Felicia

modifica

Fergus, Farkle e Felicia sono i tre figli neonati gemelli di Shrek e Fiona. Sono due maschietti (Farkle e Fergus) e una femminuccia (Felicia). In Shrek e vissero felici e contenti viene rivelato che il nome Felicia è sempre stato molto amato da Fiona, anche nella realtà alternativa. Come la madre e il padre, i tre piccoli orchi hanno la pelle verde e rispecchiano molte delle caratteristiche fisiche dei genitori. Compaiono ufficialmente alla fine di Shrek terzo, benché già durante il film Shrek aveva fatto dei sogni sui suoi possibili figli. Hanno un ruolo abbastanza rilevante in Shrekkati per le feste e in Shrek e vissero felici e contenti, dove però non esistono nella realtà alternativa. Il film infatti comincia proprio con il loro primo compleanno. Sono molto amici dei drughini e giocano sempre insieme a loro.

Regina Lillian

modifica
Doppiatore originale: Julie Andrews
Doppiatore italiano: Maria Pia Di Meo

La regina Lilian è la moglie del defunto re Harold[1][2] e madre di Fiona. Compare per la prima volta in Shrek 2 e benché sorpresa si mostrerà molto più comprensiva della condizione della figlia, rispetto a quanto farà il marito. Quando alla fine del secondo film Harold viene trasformato in un rospo Lillian accetta la situazione, così come fece tanti anni prima e rivelando quindi che lei e il marito sono i protagonisti della favola Il principe ranocchio. Dopo essere diventata vedova in Shrek terzo, rivelerà di poter sfondare più pareti a testate. Compare, sebbene con un ruolo più limitato rispetto alle precedenti apparizioni, anche in Shrek e vissero felici e contenti. Lilian ha i capelli biondi e occhi azzurri, nel secondo film indossa un abito rosa e uno giallo mentre negli altri due uno azzurro.

Re Harold

modifica
Doppiatore originale: John Cleese
Doppiatore italiano: Giorgio Lopez

Re Harold era il re di Molto Molto Lontano, marito della regina Lillian e padre di Fiona. Harold compare per la prima volta in Shrek 2, quando accoglie il ritorno a casa di sua figlia e del suo nuovo marito (aspettandosi Azzurro), rimanendo sconcertato alla vista dell'orco e della figlia, non tanto perché non approva la loro unione, ma perché preoccupato per il patto stretto con la Fata Madrina: Harold era originariamente il principe ranocchio e, avendo chiesto un "felici e contenti" alla Fata, questa si fece promettere che suo figlio il Principe Azzurro avrebbe sposato sua figlia. A malincuore, Harold è spinto da Madrina nello sbarazzarsi di Shrek, assoldando il Gatto con gli stivali in quanto famoso ammazza-orchi, ma si renderà conto dell'errore commesso con il proseguire del film, addirittura impedendo alla figlia di ingerire un filtro d'amore che la faccia innamorare d'Azzurro. Infine, Harold proteggerà anche il genero e Fiona facendosi colpire dall'incantesimo della Madrina e ritorcendoglielo contro con l'armatura, facendo sparire lei e rimuovendo il suo "felici e contenti". Il re viene perdonato da tutti e egli accetta ufficialmente l'unione di Shrek e Fiona. In Shrek terzo muore per cause naturali.[1][2] Sul letto di morte dona a Shrek il suo regno, ma non sentendosi adatto al ruolo di re, gli chiede allora di farlo ereditare a suo nipote Artù. Ricompare infine in un flashback in Shrek e vissero felici e contenti, dove si scopre che fu tentato (o convinto dalla moglie, di per sé diffidente della Fata Madrina) a salvare la figlia tramite un contratto con Tremotino ma, un attimo prima di firmarlo, i sovrani ricevettero la notizia che Fiona era stata salvata. Nella dimensione alternativa, però, senza Shrek, Harold sigla il patto e, come d'accordo, "tutti i problemi dei sovrani spariscono" e loro con essi, così facendo, Tremotino si prende il trono di Molto, Molto Lontano. Harold ha capelli bianchi e occhi marroni, un vestito blu con calzoni bianchi e scarpe blu e alla fine del secondo film indossa un’armatura di ferro. È un uomo all’apparenza rude ma in realtà gentile con tutti.

Cenerentola

modifica
Doppiatore originale: Amy Sedaris
Doppiatore italiano: Ilaria Latini

Cenerentola è una delle principesse amiche di Fiona. Così come per Biancaneve, il suo aspetto è in qualche modo ispirato a quello del personaggio presente nel film Disney. È caratterizzata come se si soffrisse di una qualche forma di disturbo ossessivo-compulsivo, dato che continua a pulire i pavimenti, rigorosamente inginocchiata a terra, ovunque si trovi, anche in carcere. Utilizza come arma la propria scarpetta di cristallo, lanciandola come un boomerang.

Biancaneve

modifica
Doppiatore originale: Amy Poehler
Doppiatore italiano: Barbara De Bortoli

Biancaneve è una delle principesse amiche di Fiona. Così come per Cenerentola, il suo aspetto è in qualche modo ispirato a quello del personaggio presente nel film Disney. È una ragazza di carattere piuttosto forte, e in alcuni aspetti molto vanitosa. Ha la possibilità di utilizzare il proprio canto per comandare gli animali, sfruttando questa caratteristica come arma contro i nemici.

La Bella Addormentata

modifica
Doppiatore originale: Cheri Oteri
Doppiatore italiano: Laura Latini

La Bella Addormentata è una delle principesse amiche di Fiona. Soffre di narcolessia ed è in grado di addormentarsi in qualunque momento. Compare in un piccolo ruolo in Shrek 2, citata dalla presentatrice del ballo di Molto Molto Lontano, e più sostanzialmente in Shrek terzo.

Doppiatore originale: Larry King
Doppiatore italiano: Mario Bombardieri

Doris è una delle due sorellastre di Cenerentola, che, rispettando la fiaba originale, viene rappresentata come molto brutta: gli autori hanno deciso di dare al personaggio un aspetto marcatamente maschile, anche scegliendo in tutti gli adattamenti un uomo come doppiatore. Compare per la prima volta in Shrek 2 come barista alla locanda e taverna Mela avvelenata. Doris è un personaggio positivo nella serie di film (forse rispecchiando la più gentile sorellastra della versione di Perrault e Anastasia dai film Disney, con cui condivide colore dei capelli e vestito), che diventerà amica di Fiona, Biancaneve, Cenerentola e la Bella Addormentata, ed anche alleata del gruppo di Shrek.

Arthur Pendragon

modifica
Doppiatore originale: Justin Timberlake
Doppiatore italiano: Flavio Aquilone

Arthur "Artie" Pendragon è il cugino adolescente di Fiona, e ignaro successore del re Harold, dato che Shrek e Fiona non intendono assolvere tale compito. Ex studente di Worcestershire, prima che Shrek, Ciuchino e il Gatto lo andassero a prelevare per portarlo nel regno di Molto, Molto Lontano, Artie sembra essere la vittima preferita dei bulli e prepotenti nella sua scuola (nerd compresi), i quali lo deridono e lo considerano uno sfigato. È buono, sensibile, gentile, intelligente, giudizioso e di buon cuore ma anche molto timido e ingenuo, inizialmente ritroso nei confronti di Shrek e spaccone quando comunica ai suoi compagni di scuola che lui diventerà sovrano. Si scopre che è stato abbandonato dal padre. Grazie alla sua amicizia con Shrek, diventa più saggio e accetta di diventare un re responsabile. Compare soltanto in Shrek terzo, benché fosse originariamente presente anche in alcune scene, successivamente cancellate, di Shrek e vissero felici e contenti.

Merlino

modifica
Doppiatore originale: Eric Idle
Doppiatore italiano: Francesco Vairano

Merlino è lo svampito insegnante di magia ritirato per via di un esaurimento nervoso (che in realtà sembra avergli fatto perdere completamente il senno), a differenza del Merlino classico, il personaggio presente in Shrek è un mago poco abile e ogni suo incantesimo sembra avere sempre effetti indesiderati. Compare soltanto in Shrek terzo.

Doppiatore originale: Jon Hamm
Doppiatore italiano: Alessandro Rossi

Brogan è un orco, braccio destro di Fiona nella realtà alternativa presentata in Shrek e vissero felici e contenti. Nonostante compaia per la prima volta nella realtà alternativa creata da Tremotino, quando Shrek ritorna alla realtà, Brogan viene comunque mostrato alla festa dei gemelli perché viveva anche nel mondo reale ma non aveva conoscenze con Shrek e Fiona.

Doppiatore originale: Craig Robinson
Doppiatore italiano: Fabio Grossi

Cuciny (in originale Cookie) è un cuoco orco convinto che il cibo possa rappresentare un'arma. Viene mostrato insieme a Brogan alla festa dei gemelli alla fine del film preparando cibo.

Gretida

modifica
Doppiatore originale: Jane Lynch

Gretida è un'orchessa grassa nel quarto film, membro della Resistenza di orchi con Fiona nella realtà alternativa. Alla fine anche lei viene mostrata alla festa dei gemelli.

Dulcinea

modifica
Doppiatore originale: Jayma Mays
Doppiatore italiano: Emanuela Damasio

Dulcinea era l'interesse romantico di Gatto nella serie animata Le avventure del gatto con gli stivali, è una gatta bianca di San Lorenzo molto dolce, ingenua, svampita, ottimista, innocente e protettiva che si occupa dell'orfanotrofio locale. Segue sempre i consigli di un libro per bambini per migliorare il proprio carattere. Si basa in parte su Don Chisciotte per la sua personalità ingenua e sulla sua immaginaria omonima donzella per il nome.

Perrito

modifica
Doppiatore originale: Harvey Guillén
Doppiatore italiano: Riccardo Suarez

Perrito è il secondo protagonista del film spin-off Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio, è un cagnolino orfano e molto ingenuo, chiacchierone, positivo e molto innocuo e sensibile. Sin da piccolo i suoi fratelli hanno tentato di abbandonarlo, finché non hanno deciso di gettarlo in un fiume dentro una calza con un sasso. Perrito, credendolo un gioco di nascondino, inconscio del pericolo, mordicchiò la calza, che si tiene indosso come una giubba, riemerse e ancora crede di essere nel pieno del gioco. Ha voglia di diventare un cane da terapia, perciò offre sempre una mano per chiacchierare o confidarsi con tutti. Non ha un nome per tutta la durata del film, l'unica cosa che gli piacerebbe avere, finché non decide di farsi chiamare con il nomignolo datogli da Kitty e Gatto: Perrito (cagnolino in spagnolo).

Antagonisti

modifica

Lord Farquaad

modifica
Doppiatore originale: John Lithgow
Doppiatore italiano: Oreste Rizzini, Pietro Biondi

Lord Maximus Farquaad è l'antagonista principale del primo film e del cortometraggio Shrek 3-D. È il bassissimo, narcisista, astuto e spietato signore di Duloc. Nella sua ricerca della perfezione, Farquaad tenta di liberare il suo regno dalle creature delle favole, offrendo una taglia per la loro cattura e poi esiliandole nella palude di Shrek. Vuole diventare re, ma poiché non è di sangue reale, deve sposare una principessa e le sue mire cadono sulla principessa Fiona, tenuta prigioniera in un castello da un terribile drago sputafuoco. Incapace di salvare Fiona egli stesso e rifiutandosi di sentire di un avvertimento che lo Specchio Magico vorrebbe dirgli (ossia che Fiona è vittima dell'incantesimo che di notte la trasforma in orchessa), Farquaad organizza un torneo tra i suoi cavalieri per scegliere l'eroe che dovrà salvare la bella principessa. Proprio quando il torneo sta per iniziare, arriva l'orco Shrek e Farquaad cambia la sfida, dichiarando il prescelto tra chi ucciderà Shrek, ma l'orco finirà per battere tutti gli avversari. Farquaad, sorpreso, proclama Shrek il prescelto per salvare la principessa Fiona.

L'orco accetta l'incarico, purché Lord Farquaad liberi la sua palude da tutte le creature delle favole; accettando le condizioni di Shrek, il sovrano lo manda verso il castello del drago, che si scoprirà essere una Draghessa.

Shrek salva Fiona, ma durante il viaggio di ritorno si innamora di lei. Una sera, nei pressi di Duloc, l'orco sente un pezzo di conversazione tra Ciuchino e Fiona in cui lei parla male di sé stessa. Shrek crede che si riferisca a lui e, arrabbiato e offeso, si reca a Duloc per chiamare Lord Farquaad, che giunge sul posto il giorno seguente. Quest'ultimo soddisfatto organizza il matrimonio tra lui e Fiona il giorno stesso e rispetta i patti sgombrando la palude di Shrek. Più tardi, grazie a Ciuchino, quest'ultimo si rende conto di aver capito male le parole di Fiona e con l'aiuto della Draghessa i due si recano al matrimonio per impedirlo, durante cui Farquaad verrà mangiato dalla creatura.

Comparirà brevemente alla fine del film, quando lo si vedrà cantare Stayin' Alive dall'interno dello stomaco della Draghessa. Tuttavia è morto di digestione, dato che comparirà come fantasma in Shrek 3-D. Compare anche nel videogioco Shrek Smash n' Crash Racing e in un flashback in cui tortura Zenzy in Shrek terzo. In Shrek The Musical viene rivelato che è figlio del nano Brontolo e della Principessa sul pisello. Il suo decadente e abbandonato regno diventa lo scenario per il corto Shrekkato da morire, dove i protagonisti si scambiano storie paurose nel suo castello all'apparenza infestato dal suo fantasma.

Fata Madrina

modifica
Doppiatore originale: Jennifer Saunders
Doppiatore italiano: Franca D'Amato (dialoghi), Paola Folli (canto)

La Fata Madrina è l'antagonista principale del secondo film. Quest'ultima aiutò Re Harold a diventare un umano e sposare la regina Lillian, purché in cambio lui avesse permesso che sua figlia Fiona fosse salvata, e di conseguenza sposata, dal figlio della Fata Madrina, il principe Azzurro. Si scoprirà che fu lei a convincere i sovrani a rinchiudere la figlia Fiona nella torre e a farle l'incantesimo come incentivo per mantenere il patto a Harold. Dopo gli eventi di Shrek però le cose sono andate diversamente. È un'opportunista intrigante e connivente, vagamente basata sulla fata madrina di Cenerentola, che cerca di ottenere il meglio per sé stessa e per suo figlio, piuttosto che per gli altri. Prova un'immediata antipatia per Shrek, e quando lui cerca di chiederle perché Fiona non è felice, lei fa notare bruscamente che "gli orchi non vivono per sempre felici e contenti". Quindi insulta brevemente con spregevolezza il protagonista, definendo le sue dita "sudici salsiccioni verdi". Ricorre spesso a ricatti e inganni attraverso la magia per ottenere ciò che vuole. Soffre di fame nervosa/emotiva ("qualcuno mi porti qualcosa di fritto e che grondi di cioccolato", quando Shrek fa un pasticcio nella sua fabbrica di pozioni e durante il suo colloquio con Harold in carrozza sull'orco, viene mostrato che il re ha rovinato la sua dieta quando ordina del cibo da Frate grasso). È una teoria popolare secondo cui ha fatto l'incantesimo su Fiona che la fa trasformare in un orco di notte come parte del suo piano per convincere Azzurro a sposarla.

Farà di tutto per far credere a Fiona che Shrek si è trasformato nel figlio. Soltanto nel finale del film tutti gli inganni di Fata Madrina verranno svelati, e la stessa rimarrà uccisa da un incantesimo tornatole indietro. La sua sparizione farà ritornare re Harold a essere un rospo. La Fata Madrina viene nominata in Shrek terzo, dato che Azzurro cercherà di vendicarla e prendersi il regno di Molto, molto lontano e viene citata anche all'inizio di Shrek e vissero felici e contenti dato che la regina Lillian non si fidava di lei.

Principe Azzurro

modifica
  Lo stesso argomento in dettaglio: Principe Azzurro (Shrek).
Doppiatore originale: Rupert Everett
Doppiatore italiano: Francesco Prando

Il principe Azzurro, o semplicemente Azzurro, è l'antagonista secondario del secondo film, e poi antagonista principale del terzo film, nonché il più longevo nemico della saga di Shrek. È il figlio della Fata Madrina, di bell'aspetto e dai capelli biondi, caratterizzato come un figlio di mamma egoista, arrogante, vanitoso, viziato e, come la sua genitrice affettuosa, oltre che superficiale riguardo al suo aspetto. Il suo atteggiamento spietato si mostra attraverso il travestimento.

Avrebbe dovuto salvare Fiona dal drago. In Shrek 2 sua madre vorrebbe fare innamorare di lui la principessa solo per governare sul regno di Molto Molto Lontano. In Shrek terzo, si dimostra furioso per gli eventi del film precedente ed è finito sul lastrico ridotto a spettacoli da bar. Si allea quindi con tutti i personaggi cattivi delle favole per prendersi la propria rivincita su Shrek e sull'intero regno di Molto Molto Lontano. Qui riesce a prendere il controllo del regno e progetta di uccidere l'orco protagonista di fronte a tutti gli abitanti. Alla fine viene sconfitto dalla Draghessa, che fa cadere una torre scenografica su di lui. Fa inoltre una breve apparizione in Shrekkato da morire, in una delle storie di paura raccontate dai personaggi.

Raperonzolo

modifica
Doppiatore originale: Maya Rudolph
Doppiatore italiano: Giò Giò Rapattoni

Raperonzolo è una delle principesse amiche di Fiona, ma a differenza delle altre tre principesse, Biancaneve, Cenerentola e la Bella Addormentata, ella tradisce il gruppo, schierandosi al fianco di Azzurro e divenendo così l'antagonista secondaria del terzo film. Di carattere vanitoso e snob, sembra essere particolarmente in antipatia con Biancaneve, Cenerentola, la Bella Addormentata e Fiona. Viene rivelato che è completamente calva. Dopo che Zenzy avrà fatto cadere accidentalmente la sua parrucca lei scappa imbarazzata lasciando ignoto il suo destino.

Tremotino

modifica
Doppiatore originale: Walt Dohrn
Doppiatore italiano: Francesco Vairano

Tremotino compare per la prima volta come antagonista minore nel terzo film quando il Principe Azzurro recluta tutti i cattivi delle favole, e poi ricompare come antagonista principale nel quarto film (con un design completamente diverso).

Diabolico truffatore che fa accordi magici (completi di contratto), Tremotino è un nano dai capelli rossi e corti e ha un viso sproporzionato rispetto al corpo. È un personaggio subdolo, assetato di potere, scaltro, infido e intelligente, tuttavia è anche un cattivo abbastanza comico a causa del suo carisma e del suo modo di parlare oltre che le sue battute e il suo atteggiamento quando è con le streghe o quando fa discorsi persuasivi per convincere la gente a firmare i suoi contratti, e, in confronto degli altri antagonisti, viene rappresentato come l'unico e vero arci nemico dell'orco protagonista Shrek. Utilizza diverse parrucche a seconda dell'occasione e del proprio stato d'animo. Nel quarto capitolo della saga si scopre che, prima degli eventi narrati nel primo film, Tremotino stava per stipulare un contratto con i genitori di Fiona in cui, in cambio della liberazione della principessa, il nano sarebbe diventato il nuovo sovrano di Molto Molto Lontano, ma proprio quando re Harold stava per firmare si venne a sapere della liberazione della figlia da parte di Shrek, mandando in fumo i piani di Tremotino, il quale cadde in rovina. Alcuni anni dopo, quest'ultimo riesce a convincere Shrek a stipulare un patto: condurre la vecchia vita da orco per un solo giorno. Ma il patto richiede il sacrificio di un giorno passato dall'orco, e Tremotino, senza farlo intuire a Shrek, sceglie proprio il giorno della nascita di quest'ultimo. In questo modo gli eventi scaturiti dalle azioni di Shrek non si sono mai verificati: nessuno ha mai salvato Fiona dalla torre e Tremotino è diventato re stipulando il patto con il re e la regina che sono in seguito scomparsi per sempre, a causa di una sua maledizione. In seguito viene sconfitto da Shrek che riesce a baciare Fiona e tornare nel suo mondo. Nella scena finale Tremotino viene visto chiuso in una gabbia alla festa di compleanno dei tre orchetti, inoltre viene tormentato dal Pifferaio Magico che lo costringe a ballare nella sua gabbia.

Tremotino appare nel cortometraggio La Shrekettacolare Festa di Natale di Ciuchino dove è ancora rinchiuso in una gabbia avendo apparentemente cercato di scappare una volta e riceve carbone per Natale, inoltre appare in Thriller Night come uno zombie, poiché era tutto un sogno di Shrek.

Il Pifferaio Magico

modifica

Il pifferaio magico compare come antagonista secondario nel quarto film, assoldato da Tremotino affinché metta fuori gioco Shrek e Fiona. Il suo piffero può essere regolato su varie frequenze in modo da poter ipnotizzare, a seconda delle necessità, topi, streghe, orchi, unicorni e calzini. Era in precedenza comparso anche nel primo film fra le fiabe esiliate da Farquaad.

Fifi è un'oca gigante, cavalcatura, guardia del corpo e cucciolo di compagnia di Tremotino che appare come antagonista terziario nel quarto film. Durante i titoli finali del film, Fiona intona una nota altissima e Fifi esplode, insieme a un uccellino, in riferimento a una scena del primo film. È fedele e affezionata al suo proprio padrone, mentre è terrificante, famelica, aggressiva e odiosa con gli altri.

Jack e Jill

modifica
Doppiatore originale: Billy Bob Thornton (Jack), Amy Sedaris (Jill)
Doppiatore italiano: Rodolfo Bianchi (Jack), Laura Boccanera (Jill)

Jack e Jill sono gli antagonisti principali del film spin-off Il gatto con gli stivali dove Jack si spaccia per il suo omonimo della pianta di fagioli come da piano di Humpty Dumpty. Durante il climax, tentano di raggirare Humpty per tenersi l'oca dalle uova d'oro, ma vengono schiacciati da mamma oca, finendo ingessati dalla testa ai piedi all'ospedale.

Appaiono anche in cameo nel corto I tre porcellini e il lupo... mannaro, come nella loro classica filastrocca.

Humpty Dumpty

modifica
Doppiatore originale: Zach Galifianakis
Doppiatore italiano: Alessandro Quarta

Humpty Dumpty è un personaggio sbloccabile del gioco Shrek SuperSlam. In Shrek 3-D si vede una lapide con il suo nome.

Humpty Alexander Dumpty appare come antagonista secondario e antieroe nel film spin-off Il gatto con gli stivali. Amico d'infanzia del Gatto, cresciuti nello stesso orfanotrofio, durante una delle loro pagliacciate, liberarono un toro imbizzarrito che Gatto riuscì a fermare, diventando così un eroe. Geloso della sua popolarità e triste di aver perso il suo amico, Humpty lo coinvolse in una rapina, facendo di entrambi dei fuorilegge, ma Gatto riuscì a scappare, mentre (come da filastrocca), Humpty cade e fu rimesso in piedi dalle guardie che lo arrestarono. Negli anni seguenti, quest'ultimo progetta un piano di vendetta facendosi aiutare dal suo vecchio amico a trovare i fagioli magici che hanno sempre cercato e rubare l'oca dalle uova d'oro, ma a missione compiuta, Humpty lo vende alle guardie e diventa il nuovo eroe della città con le uova d'oro che distribuisce, ignaro che così ha attirato la furia della gigantesca mamma oca. Gatto riesce a fermarla, ma per salvare il pulcino, Humpty si sacrifica, chiedendo perdono per le sue azioni, si scoprirà nei crediti, però, che è ancora vivo e vive con le oche sulle nuvole.

Lupo Sanguinario

modifica
Doppiatore originale: Clancy Brown
Doppiatore italiano: Claudio Moneta

Il Lupo Sanguinario è l'antagonista principale della serie animata Le avventure del gatto con gli stivali. È una creatura antica, potente, malvagia, temuta, distruttiva, minacciosa e violenta dell'Oltretomba a forma di un grande e imponente lupo, intrappolata dal grande mago Sino. Questo personaggio si dimostra come il nemico più potente e pericoloso del Gatto con gli Stivali mai apparso nella saga di Shrek, e oltretutto è anche l'unico ad essere dotato di pura malvagità, a differenza degli altri personaggi cattivi.

Big Jack Horner

modifica
Doppiatore originale: John Mulaney
Doppiatore italiano: Riccardo Scarafoni

Big Jack Horner, noto in passato come Little Jack Horner, è l'antagonista principale del film spin-off Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio. È un signore del crimine e pasticcere dal carattere incredibilmente sadico, spietato, temuto, crudele, viscido, meschino, egoista, arrogante, pericoloso, aggressivo, dispotico, implacabile, spregiudicato, megalomane, odioso, vastaso, ambizioso, inarrestabile, senza scrupoli, assetato di potere e insensibile che progetta il suo piano malvagio per raggiungere la misteriosa e mitica Stella dei Desideri per appropriarsi di tutta la magia del mondo e diventare un dio, ma sfortunatamente alla fine viene risucchiato nello stessa Stella in collasso fino a farsi saltare in aria assieme ad essa. Detiene vari oggetti e creature magici, da quando è stato snobbato dalla fama dei personaggi magici delle fiabe come Pinocchio per la sua natura di protagonista di una filastrocca.

Riccioli D'Oro

modifica
Doppiatore originale: Florence Pugh
Doppiatore italiano: Margherita De Risi

Riccioli d'Oro, soprannominata anche Riccioli, è apparsa per la prima volta come antagonista secondaria e antieroina nel film spin-off Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio. È l'insicura leader della famiglia criminale dei tre orsi che vuole ottenere l'ultimo desiderio per riconquistare la sua famiglia biologica, finché non capirà che la sua famiglia perfetta è quella che l'ha adottata e amata dal primo momento. Molte delle sue battute girano spesso intorno alla formula dialogante della sua fiaba "Troppo [aggettivo accrescitivo], troppo [aggettivo diminutivo], proprio perfetto".

I Tre Orsi

modifica
Doppiatore originale: Ray Winstone (Papà Orso), Olivia Colman (Mamma Orsa), Samson Kayo (Baby Orso)
Doppiatore italiano: Roberto Pedicini (Papà Orso), Giò Giò Rapattoni (Mamma Orsa), Piero Di Blasio (Baby Orso)

I tre orsi compaiono per la prima volta nel primo film quando tutte le creature delle fiabe vengono esiliate nella palude di Shrek. La madre sembra essere uccisa e ridotta a tappeto da Lord Farquaad, ma ricompare illesa alle nozze dell'orco e Fiona.

Gli orsi, chiamati mamá, papà e Baby appaiono come antagonisti terziari e antieroi nel film spin-off Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio, dove sono una famiglia criminale a caccia della Stella dei Desideri, per conto di Riccioli d'Oro, che desidera una famiglia perfetta, per quanto realizzerà di trovarsi bene con gli orsi. Nella versione originale hanno uno spiccato accento inglese, sostituito in italiano con uno abruzzese. Gli orsi, inoltre, sfoggiano un aspetto molto diverso da quello che avevano in Shrek, oltre a più accessori come collane e cappelli, Papà ha un graffio sull'occhio sinistro e tutti hanno il pelo più arruffato.

Doppiatore originale: Wagner Moura
Doppiatore italiano: Andrea Mete

La Morte, soprannominato anche come il Lupo, è uno degli antagonisti del film spin-off Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio. Si presenta come un lupo dal pelo bianco cinereo, occhi rossi fuoco e una macchia nera in mezzo agli occhi che, vagamente, ricorda un teschio. Indossa un poncho nero consunto con il cappuccio, che gli copre gran parte del viso, e delle braghe scure. Inizialmente il gatto con gli stivali crede che sia un cacciatore di taglie, ma in realtà questa forma è una sua incarnazione, in quanto egli è la Morte "pura e cruda". Ha un carattere sinistro, sadico, feroce, spietato, crudele, violento, temuto, misantropico e inquietante, tanto che il Gatto prova vero terrore in sua presenza.

Nonostante queste caratteristiche negative egli, in realtà, non è un malvagio, ma fa capire che considera la vita sacra ed è disgustato da coloro che non trattano la propria con cura o apprezzamento, non rendendosi conto di quanto sia preziosa, oltre a non sopportare chi osa prendersi gioco del Cupo Mietitore; inoltre, trova assurdo che i gatti abbiano nove vite a differenza delle altre creature. Il suo odio nei confronti del Gatto è quindi dovuto dal fatto che quest'ultimo rappresenta tutto ciò che non sopporta, poiché, pure essendo un privilegiato rispetto alle altre creature, ha consumato e resa frivola ogni sua vita, oltre ad averlo insultato quando dichiarava di "ridere in faccia alla morte", cosa che ha portato la Morte a intervenire personalmente per eliminarlo, poiché lo reputa senza speranza.

Sa essere a suo modo leale e riconosce quando è ora di smettere: sia la prima che l'ultima volta che affronta il gatto gli rilancia la sua arma, per dargli la possibilità di difendersi, e quando si rende conto che Gatto ha imparato ad amare la sua ultima vita e che è cambiato, si congeda, augurandogli di viverla al meglio, ma promettendogli che si rivedranno quando verrà la sua ora.

Possiede due falcetti per combattere i suoi nemici, che possono essere combinate fra loro e, ogni volta che si palesa, fischietta sempre un'inquietante melodia.

Oppositori

modifica

Thelonius

modifica

Thelonius il boia compare nel primo film Shrek ed è uno dei tirapiedi di Lord Farquaad. Sembra essere molto poco intelligente. Non viene mai mostrato il suo volto, che è coperto da una maschera nera, e in Shrek 3-D può contorcere la testa come uno zombie.

Monsieur Hood

modifica
Doppiatore originale: Vincent Cassel
Doppiatore italiano: Massimiliano Manfredi

Robin Hood, insieme alla sua banda, compare esclusivamente in Shrek, quando tenta di salvare Fiona, pensando che l’orco la tenga in ostaggio. L'intero gruppo viene sgominato da Fiona a colpi di kung fu ma successivamente si rivedono ballare insieme a tutti gli altri alla fine del film. Rispetto alla sua versione originale, Robin Hood è caratterizzato da un pesante accento francese, al punto di farsi chiamare Monsieur Hood. Robin Hood ricompare nel Karaoke Dance Party (dove interpreta YMCA) e nel videogioco Shrek SuperSlam.

Capitan Uncino

modifica

Mostrato dapprima come pianista della Mela avvelenata in Shrek 2, Capitan Uncino è uno dei principali nemici assoldati da Azzurro in Shrek terzo. Quando nel finale del film, Artie convince i cattivi ad abbandonare il male, il pirata rivela di coltivare giunchiglie.

Ciclope

modifica

Il ciclope viene prima mostrato come cliente della Mela avvelenata, e in seguito alleato di Azzurro nel suo tentativo di conquista di Molto Molto Lontano. Ha una figlia, anch'essa un ciclope. Il ciclope fa ricordare il personaggio di Polifemo nel racconto dell'Odissea.

Alberi malvagi parlanti

modifica

Questi alberi, di cui due di loro sono chiamati Ed e Steve, compaiono brevemente in Shrek 2 e in un ruolo maggiore in Shrek terzo, come aiutanti di Azzurro nella conquista di Molto Molto Lontano. Biancaneve li sconfigge evocando degli animali cantando e mandandoglieli contro. Sembrano ispirarsi agli alberi parlanti del film Il mago di Oz.

Il Cavaliere senza testa

modifica

Fa una apparizione cameo in Shrek 2 in una scena alla Mela Avvelenata, per poi ricomparire in Shrek terzo come alleato di Azzurro nella conquista di Molto Molto Lontano. Sembra essere amico di Capitan Uncino quando lo porta in groppa sul suo cavallo. Nel finale rivela di aver sempre desiderato suonare il flauto.

Mabel è una delle due sorellastre di Cenerentola, che ha preso il posto di sua sorella come locandiera alla Mela Avvelenata, e aiuterà Azzurro nella conquista di Molto Molto Lontano. Sembra non andare più d'accordo con sua sorella Doris, presumibilmente da quando lei vive nei pressi del castello, astio poi placato alla fine del film. Dal quarto film Mabel compare alla festa dei gemelli insieme a sua sorella Doris, diventando di conseguenza alleata di Shrek. Ella è dipinta in maniera simile alla sorella (tratti e voce maschili) e sembra reincarnare più le sorellastre cattive della versione dei Grimm e Genoveffa dai film Disney (con la quale condivide la simile palette di colori).

Strega Cattiva

modifica

La malvagia matrigna di Biancaneve, compare in Shrek terzo come alleata di Azzurro nella conquista di Molto Molto Lontano. Nel finale si pente e rivela il desiderio di aprire una spa in Francia. Il personaggio è chiaramente un riadattamento di Grimilde del film della Disney.

Mangiafuoco

modifica

Compare brevemente in Shrek terzo, quando Azzurro lo assolda nel suo gruppo, ricordandogli di quando Pinocchio andò via in cerca del suo vero padre, e non si fece più sentire. Da notare che il personaggio della fiaba originale non era affatto malvagio, differentemente dalla versione Disney.

Lancillotto

modifica
Doppiatore originale: John Krasinski
Doppiatore italiano: Andrea Mete

È un compagno di classe di Arthur Pendragon ed è il tipico ragazzo "popolare" pieno di sé ed estremamente snob. Somiglia molto a Caio del film La spada nella roccia. Compare soltanto in Shrek terzo.

Le Streghe

modifica

Alcune streghe compaiono nel terzo film come clienti del bar Mela Avvelenata, e si uniscono ad Azzurro nel suo tentativo di conquistare Molto Molto Lontano, diventando con le loro scope volanti il principale mezzo di spostamento dei cattivi. Nel quarto film, un nutrito gruppo di streghe fa assistenza a Tremotino, e vive nel suo castello, allestito come se fosse una discoteca. Il loro aspetto è ispirato a quello della Strega dell'Ovest del film Il mago di Oz: lungo abito nero, carnagione verdastra, naso aquilino, grosso cappellaccio e si sciolgono a contatto con l'acqua.

Altri personaggi

modifica

Lo Specchio Magico

modifica
Doppiatore originale: Mark Moseley
Doppiatore italiano: Pino Insegno

Lo Specchio Magico della regina di Biancaneve. Nel primo film viene sottratto da Lord Farquaad. In quell'occasione presentò le varie principesse che Farquaad avrebbe potuto salvare. In seguito compare brevemente alla fine del film, in Shrek 2 e in Shrek e vissero felici e contenti.

Sostituisce la TV in un locale di Molto Molto Lontano.

Doppiatore originale: Conrad Vernon
Doppiatore italiano: Marco De Risi

Mongo è il gigantesco uomo di marzapane creato dall'uomo focaccina, e guidato da Zenzy. Il suo aspetto è ispirato all'uomo di marshmallow del film Ghostbusters. Ha il compito di fare irruzione nel castello di Azzurro per permettere a Shrek e agli altri di accedervi. Mongo riesce a far penetrare i suoi amici all'interno del castello, ma viene abbattuto da una colata di latte caldo, che lo fa sciogliere. Benché apparentemente distrutto, Mongo ricompare brevemente nei festeggiamenti alla fine del film.

Ginevra

modifica
Doppiatrice originale: Latifa Ouaou
Doppiatrice italiana: Letizia Ciampa

Ginevra è una studentessa di Worcestershire Academy, compagna di Arthur e leader delle cheerleader. È la ragazza più bella di tutta la scuola e di conseguenza molti suoi compagni sono innamorati di lei tra cui il cugino di Fiona tuttavia ella respinge quest'ultimo come tutti gli altri studenti. La sua migliore amica si chiama Tiffany. Appare solamente in Shrek terzo.

Cappuccetto Rosso

modifica

Cappuccetto Rosso compare per la prima volta all'inizio di Shrek 2 nelle vesti di una venditrice di biscotti che si presenta alla porta di Shrek e Fiona per poi fuggire via terrorizzata. Cambia completamente aspetto in Shrek terzo, dove viene mostrata prima al bar dei cattivi La mela avvelenata, e poi nell'esercito di malvagi organizzato da Azzurro. Non è chiaro perché Cappuccetto Rosso sia stata inserita nel film come personaggio cattivo, probabilmente perché antagonista del Lupo Cattivo, che rispetto alla tradizione, nella serie di film di Shrek è un personaggio positivo. Compare anche nel videogioco Shrek Smash n' Crash Racing.

L'Uomo Focaccina

modifica

L'Uomo Focaccina è il fornaio che ha "creato" Zenzy. Viene citato nel primo film e fa una breve apparizione in Shrek 2 (quando aiuta Zenzy a creare Mongo), in Shrek terzo (nel flashback della vita di Zenzy), e brevemente anche in Shrek e vissero felici e contenti.

Nei film si fa spesso riferimento al fatto che l'Uomo Focaccina viva "nella farina". Nella versione inglese, lo scambio di battute è basato su una filastrocca infantile ("the Muffin Man who lives in Drury Lane"), mentre nella traduzione italiana viene solo mantenuta la rima.

I Sette Nani

modifica

I sette protettori di Biancaneve, basati (specie nei nomi) da quelli del film Disney.

Compaiono nel primo film, in cui sono incatenati da una delle guardie di Lord Farquaad, poi quando mettono la bara di Biancaneve sul tavolo della casa di Shrek, poi ancora nello specchio magico ed infine nella palude dell'orco per festeggiare le nozze di Shrek e Fiona. Fanno un cameo in Shrek 2, dove però appaiono più simili agli hobbit dei Il signore degli anelli. Nel terzo, Biancaneve regala Brontolo come tata ai nascituri di Fiona durante il suo Baby Shower. Nel quarto, uno dei nani gestisce tour guidati.

Nel musical, si scopre che Brontolo è il padre di Lord Farquaad (che ha concepito con la principessa sul pisello).

Geppetto

modifica

Geppetto, come nella fiaba, è il padre di Pinocchio. Lo si vede nel primo film mentre consegna il figlio alle guardie di Lord Farquaad e nel quarto film quando è invece Pinocchio a tentare di spacciarlo per Shrek in modo da consegnarlo a Tremotino, ma senza alcun risultato. Ricompare anche ne Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio, dove gira con il figlio in un teatrino ambulante. Ha un ruolo maggiore in Shrekkato da morire dove assume Shrek per aiutarlo a calmare il posseduto Pinocchio, rivelando che la sua abitazione è piena di orologi (come nella versione Disney) e che ha un gatto e un pesciolino rosso come animali da compagnia.

Una fata simile nell'aspetto a Campanellino. Compare svariate volte nel corso dei film della serie: in Shrek viene quasi venduta da Peter Pan; in Shrek 2 la si vede danzare con Zenzy, e in un'altra scena cospargere il Gatto con gli Stivali di polvere magica.

Grillo Parlante

modifica

Un insetto giudizioso, largamente ispirato alla controparte Disneyana, specie quando si definisce "coscienza". Due versioni di questo personaggio compaiono nella saga: il primo, quello di Pinocchio, compare in un racconto di Shrek nello speciale Shrekkato da morire, dove infesta la testa di Pinocchio, facendolo andare fuori di testa. Quando finalmente il burattino riesce a toglierselo, lo schiaccia e lo uccide (similmente a come avvenne nella fiaba originale), da allora Pinocchio è terrorizzato dai grilli. In questo corto ha l'aspetto di un normalissimo grillo rosso con il cilindro e bastone.

La seconda versione, chiamata in inglese Ethical Bug, appare ne Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio, dove è una delle tante creature magiche catturate da Jack Horner che lo stesso si è portato dietro nel suo viaggio. Il Grillo tenta di fargli da coscienza, criticando con preoccupazione le sue immorali scelte, ma nutrendo ancora speranza in una sua possibile redenzione. Quando finalmente capisce che Jack è "un mostro senza speranza", questi lo scaccia in malo modo. Alla fine, assieme ad una fenice, anch'essa maltrattata da Jack, brucia la mappa della Stella dei Desideri, distruggendola e annientando il fornaio. Successivamente, Grillo segue i Tre Orsi e Riccioli, con scarso successo. Questa versione ha un design più cartoonesco e un vestiario da scolaro diligente. È possibile che questo grillo sia la reincarnazione di quello visto in Shrekkato da morire (considerando che il Grillo Parlante della fiaba originale resuscita nel corso della storia), o che sia il Grillo de Il compagno Pinocchio (la versione russa della storia di Collodi) o che sia uno che segue le orme dell'originale Grillo.