Apri il menu principale

Peter Heather (1960) è uno storico britannico, che si occupa della Tarda antichità e dell'Alto medioevo.

BiografiaModifica

Nato nell'Irlanda del Nord, ha studiato storia presso il New College dell'università di Oxford e ha ricoperto incarichi presso l'University College London e presso l'università di Yale. Ha insegnato storia medievale presso il Worcester College di Oxford fino al dicembre 2007 e dal gennaio 2008 è entrato nel dipartimento di storia, come professore di storia medievale. presso il King's College London.

Pubblicazioni principaliModifica

  • The Goths and the Balkans, A.D. 350-500 (Università di Oxford, tesi di dottorato, 1987)
  • (con John Matthews), The Goths in the Fourth Century, Liverpool University Press, Liverpool 1991
  • Goths and Romans 332-489, Clarendon Press, Oxford 1991
  • The Huns and the End of the Roman Empire in Western Europe, in English Historical Review, 110, 1995, pp. 4-41
  • The Goths, Blackwell Publishing, Oxford 1996
  • (curatela) The Visigoths from the Migration Period to the Seventh Century: an ethnographic perspective, Boydell, Woodbridge: 1999
  • The Late Roman Art of Client Management: Imperial Defence in the Fourth Century West, in Walter Pohl, Ian Wood, Helmut Reimitz (a cura di), The Transformation of Frontiers: From Late Antiquity to the Carolingians, Brill Publishers, Leiden-Boston 2001, pp. 15-68
  • State, Lordship and Community in the West (c.AD 400-600), in Averil Cameron, Bryan Ward-Perkins, Michael Whitby (a cura di), The Cambridge Ancient History, XIV,Late Antiquity: Empire and Successors, A.D. 425-600, Cambridge University Presse, Cambridge 2000, pp. 437-468
  • The Fall of the Roman Empire: a New History of Rome and the Barbarians, Oxford University Press, Oxford 2005 (traduzione italiana: La caduta dell'impero romano: una nuova storia, Garzanti, Milano 2006. ISBN 88-11-69402-7
  • Empires and Barbarians: Migration, Development and the Birth of Europe, Macmillan, London 2009
  • The Restoration of Rome: Barbarian Popes and Imperial Pretenders, Oxford University Press, London-New York 2014.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85324878 · ISNI (EN0000 0001 0921 4687 · LCCN (ENn91028793 · GND (DE133488489 · BNF (FRcb13163457s (data)