Peter Wittgenstein

Ludwig Adolph Peter, o Pëtr Christianovič, conte, poi principe, di Sayn-Wittgenstein (Pereslavl'-Zalesskij, 17 gennaio 1769Lemberg, 11 giugno 1843), fu un feldmaresciallo russo che si distinse nelle guerre napoleoniche.

Indice

BiografiaModifica

Era discendente da una famiglia nobiliare il cui territorio era il Berleburg. I suoi genitori erano il conte Cristiano Luigi Casimiro di Sayn-Wittgenstein-Ludwigsburg e la sua prima moglie contessa Amalie Ludowika Finck von Finckenstein.

Il 27 giugno 1798 sposò la contessa Antonia Cäcilie Snarska dalla quale ebbe undici figli.

Nel 1805 combatté alla Battaglia di Austerlitz, nel 1806 contro i turchi, nel 1807 contro Napoleone nella Battaglia di Friedland e contro l'impero svedese in Finlandia.

Durante la Campagna di Russia di Napoleone comandava l'ala destra dell'esercito russo. Nella campagna del 1813, assunse il comando dell'esercito russo dopo la morte di Kutuzov e comandò l'esercito russo alla Battaglia di Lützen ed alla Battaglia di Bautzen. Ma dopo le sconfitte nelle campagne di primavera, lasciò quel comando e fu posto al comando dell'armata che combatté le battaglie di Dresda e Lipsia. Nella battaglia di Bar-sur-Aube nel 1814 venne ferito in modo grave. Nel 1823 venne promosso fedmaresciallo e nel 1828 fu designato come comandante in capo nella guerra contro i turchi, ma una malattia lo obbligò a ritirarsi dall'esercito. Nel 1834 il re di Prussia gli conferì il titolo di principe di Sayn-Wittgenstein.

Morì l'11 giugno del 1843 a Lemberg, dove si occupava dei terreni del figlio Lev Petrovič.

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica