Petra Vlhová

sciatrice alpina slovacca (1995)
(Reindirizzamento da Petra Vlhova)
Petra Vlhová
Petra Vlhová 2018.jpg
Petra Vlhová a Stoccolma nel 2018
Nazionalità Slovacchia Slovacchia
Altezza 180 cm
Peso 73 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra VLHA Liptovský Mikuláš
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Mondiali 1 4 1
Mondiali juniores 1 0 1
Coppa del Mondo 1 trofeo
Coppa del Mondo - Slalom 2 trofei
Coppa del Mondo - Parallelo 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 20 marzo 2022

Petra Vlhová (Liptovský Mikuláš, 13 giugno 1995) è una sciatrice alpina slovacca, campionessa olimpica nello slalom speciale a Pechino 2022, campionessa mondiale nello slalom gigante a Åre 2019, vincitrice di una Coppa del Mondo generale e di tre Coppe di specialità.

BiografiaModifica

Stagioni 2011-2012Modifica

Petra Vlhová ha esordito in una gara valida ai fini del punteggio FIS il 19 novembre 2010 a Geilo, classificandosi 33ª in slalom gigante, e il 2 marzo 2011 ha debuttato in Coppa Europa, chiudendo 26ª a Jasná in slalom speciale. Il 20 gennaio 2012 ha conquistato la medaglia d'oro nello slalom speciale alla prima edizione dei Giochi olimpici invernali giovanili di Innsbruck. Convocata anche per i Mondiali juniores di Roccaraso 2012, ha conquistato la medaglia di bronzo nello slalom speciale.

Il 26 novembre dello stesso anno si è aggiudicata il primo podio in Coppa Europa in slalom speciale, sul tracciato svedese di Vemdalen, chiudendo seconda alle spalle dell'italiana Michela Azzola, e un mese più tardi, il 18 dicembre, ha ottenuto la prima vittoria, nella stessa manifestazione continentale, vincendo lo slalom speciale di Courchevel in Francia.

Stagioni 2013-2018Modifica

Nella stagione 2012-2013 ha esordito in Coppa del Mondo, il 29 dicembre nello slalom speciale di Semmering (classificandosi 11ª ha conquistato subito i primi punti) e ai Campionati mondiali, nella rassegna iridata di Schladming, senza concludere la prova di slalom speciale. Nel 2014 ha preso parte ai XXII Giochi olimpici invernali di Soči 2014, piazzandosi 24ª nello slalom gigante e 19ª nello slalom speciale, e il 28 febbraio ha vinto la medaglia d'oro nello slalom speciale ai Mondiali juniores di Jasná. L'anno dopo ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015 è stata 30ª nello slalom gigante e 44ª nello slalom speciale e, il 13 dicembre, ha ottenuto il suo primo podio in Coppa del Mondo vincendo lo slalom speciale di Åre davanti alla svedese Frida Hansdotter e alla norvegese Nina Løseth.

Dal 2016 al 2021 è stata allenata dall'italiano Livio Magoni (ex responsabile delle gare tecniche femminili della nazionale italiana e in precedenza allenatore di Tina Maze)[1][2][3]. Ai Mondiali di Sankt Moritz 2017 ha vinto la medaglia d'argento nella gara a squadre e si è classificata 8ª nello slalom gigante e 4ª nello slalom speciale; l'anno successivo ha rappresentato la Slovacchia ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018, dove si è classificata 32ª nel supergigante, 13ª nello slalom gigante, 13ª nello slalom speciale, 5ª nella combinata, 9ª nella gara a squadre e non ha completato la discesa libera. È stata portabandiera alla cerimonia di chiusura[4].

Stagioni 2019-2020Modifica

 
Petra Vlhová in gara a Stoccolma nel 2019

Ai Mondiali di Åre 2019 ha vinto la medaglia d'oro nello slalom gigante, quella d'argento nella combinata e quella di bronzo nello slalom speciale; in quella stessa stagione si è piazzata al secondo posto sia nella Coppa del Mondo generale, sia nella Coppa del Mondo di slalom gigante e in quella di slalom speciale, venendo sopravanzata da Mikaela Shiffrin (rispettivamente di 849, 137 e 283 punti) in tutte e tre le classifiche; i podi sono stati 14, tra cui 5 vittorie.

Nella stagione 2019-2020 ha conquistato le Coppe del Mondo di specialità di slalom speciale (superando la seconda classificata Mikaela Shiffrin di 20 punti) e di slalom parallelo (con 13 punti di vantaggio su Clara Direz); in classifica generale è stata terza, a 189 punti da Federica Brignone, e i suoi podi stagionali sono stati 8, con 5 vittorie.

Stagioni 2021-2022Modifica

Ai Mondiali di Cortina d'Ampezzo 2021 si è aggiudicata la medaglia d'argento sia nello slalom speciale sia nella combinata, si è piazzata 9ª nel supergigante, 12ª nello slalom gigante e non si è qualificata per la finale nello slalom parallelo. Al termine di quella stessa stagione in Coppa del Mondo si è aggiudicata la coppa di cristallo generale, sopravanzando la svizzera Lara Gut (di 160 punti); i suoi podi stagionali sono stati 9, con 5 vittorie.

Ai XXIV Giochi olimpici invernali di Pechino 2022 ha vinto la medaglia d'oro nello slalom speciale ed è stata 14ª nello slalom gigante e in quella stagione 2021-2022 ha vinto per la seconda volta la Coppa del Mondo di slalom speciale, sopravanzando la Shiffrin di 269 punti, ed è stata 2º nella classifica generale, superata di 184 punti dalla stessa Shiffrin; i suoi podi stagionali sono stati 13, con 6 vittorie.

PalmarèsModifica

OlimpiadiModifica

MondialiModifica

Mondiali junioresModifica

Olimpiadi giovaniliModifica

Coppa del MondoModifica

Coppa del Mondo - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
13 dicembre 2015 Åre   Svezia SL
18 marzo 2017 Aspen   Stati Uniti SL
11 novembre 2017 Levi   Finlandia SL
28 gennaio 2018 Lenzerheide   Svizzera SL
28 dicembre 2018 Semmering   Austria GS
1º gennaio 2019 Oslo   Norvegia PR
8 gennaio 2019 Flachau   Austria SL
1º febbraio 2019 Maribor   Slovenia GS
8 marzo 2019 Špindlerův Mlýn   Rep. Ceca GS
15 dicembre 2019 Sankt Moritz   Svizzera PR
4 gennaio 2020 Zagabria Sljeme   Croazia SL
14 gennaio 2020 Flachau   Austria SL
18 gennaio 2020 Sestriere   Italia GS
16 febbraio 2020 Kranjska Gora   Slovenia SL
21 novembre 2020 Levi   Finlandia SL
22 novembre 2020 Levi   Finlandia SL
26 novembre 2020 Lech/Zürs   Austria PR
3 gennaio 2021 Zagabria Sljeme   Croazia SL
7 marzo 2021 Jasná   Slovacchia GS
12 marzo 2021 Åre   Svezia SL
20 novembre 2021 Levi   Finlandia SL
21 novembre 2021 Levi   Finlandia SL
29 dicembre 2021 Lienz   Austria SL
4 gennaio 2022 Zagabria Sljeme   Croazia SL
9 gennaio 2022 Kranjska Gora   Slovenia SL
11 marzo 2022 Åre   Svezia GS

Legenda:
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale
PR = slalom parallelo

Coppa EuropaModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 21ª nel 2013
  • 8 podi:
    • 5 vittorie
    • 2 secondi posti
    • 1 terzo posto

Coppa Europa - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
18 dicembre 2012 Courchevel   Francia SL
24 dicembre 2013 Levi   Finlandia SL
8 dicembre 2015 Trysil   Norvegia SL
2 marzo 2019 Jasná   Slovacchia GS
3 marzo 2019 Jasná   Slovacchia SL

Legenda:
GS = slalom gigante
SL = slalom speciale

Campionati slovacchiModifica

StatisticheModifica

Stagione/Specialità Supergigante Slalom gigante Slalom speciale Combinata[7] Slalom parallelo[8] Podi totali
2013 0
2014 0
2015 0
2016 1 2 3
2017 1 1 1 3
2018 2 1 1 1 1 6
2019 3 1 1 5 2 1 1 14
2020 1 1 3 2 1 8
2021 1 1 2 4 1 1 10
2022 1 2 2 5 2 1 13
Totale 1 6 3 5 17 12 6 1 3 2 1 57
1 14 35 1 6

NoteModifica

  1. ^ Max Valle, Livio Magoni nuovo allenatore di Petra Vlhová, su neveitalia.it, 6 maggio 2016. URL consultato il 22 novembre 2020.
  2. ^ Enrico Sisti, Vlhova, così la slovacca dello Stelvio ha imparato a battere l'inarrivabile Shiffrin, su la Repubblica, 22 novembre 2020. URL consultato il 22 novembre 2020.
  3. ^ Fabio Poncemi, E' ufficiale, si separano le strade tra Petra Vlhova e Livio Magoni: "Cinque anni fantastici, ora un nuovo capitolo", 6 aprile 2021. URL consultato il 6 aprile 2021.
  4. ^ Petra Vlhova portabandiera a Pyeongchang il 25 febbraio 2018, su alamy.it.
  5. ^ La Coppa del Mondo di slalom parallelo in quella stagione non venne assegnata; Petra Vlhová quindi vinse una volta la classifica di slalom parallelo senza ricevere alcun trofeo.
  6. ^ (EN) Profilo FIS, su data.fis-ski.com. URL consultato il 13 agosto 2019.
  7. ^ Incluse le gare nella formula della supercombinata.
  8. ^ Incluse le gare nella formula dello slalom gigante parallelo.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3140161030921923920000