Apri il menu principale

Pets 2 - Vita da animali

Film del 2019 diretto da Chris Renaud
Pets 2 - Vita da animali
Titolo originaleThe Secret Life of Pets 2
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata86 min
Rapporto1.85:1
Genereanimazione, avventura, commedia
RegiaChris Renaud
SceneggiaturaKen Daurio, Brian Lynch, Cinco Paul
ProduttoreChris Meledandri, Janet Healy
Casa di produzioneUniversal Pictures, Illumination Entertainment
MontaggioKen Schretzmann
MusicheAlexandre Desplat
ScenografiaEric Gullion
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Pets 2 - Vita da animali (The Secret Life of Pets 2) è un film d'animazione del 2019 diretto da Chris Renaud.

Sequel di Pets - Vita da animali, è il decimo film prodotto da Illumination Entertainment, distribuito da Universal Pictures. Il protagonista Max è doppiato in orginale da Patton Oswalt, che sostituisce Louis C.K. (doppiatore di Max nel primo capitolo), dopo le accuse di molestie a carico di quest'ultimo.

TramaModifica

Qualche tempo dopo gli eventi del primo film, la padrona di Max e Duke, Katie, incontra e sposa un uomo di nome Chuck. Più tardi hanno un figlio, Liam, che Max inizialmente non approva a causa delle sue molestie. Più tardi, dopo che Liam mostrò affetto e adorazione per i due cani, i sentimenti di Max si addolciscono quando diventa iperprotettivo per Liam, anche quando parte per la scuola materna. Più tardi la sensazione iperprotettiva di Max per Liam provoca un prurito che spinge Katie a procurargli un cono elisabettiano dal veterinario nel tentativo di abbassare i sintomi di Max. La fortuna di Max cambia quando Duke rivela che la famiglia sta facendo una gita fuori città.

Quando la famiglia di Max raggiunge una fattoria, Max si abitua alle abitudini della fattoria, incluso un pastore gallese scontroso di nome Galletto. Dopo un incidente con le pecore della fattoria, Galletto porta Max a cercare una delle pecore scomparse che è fuggita. L'insegnamento e l'incoraggiamento di Galletto a Max sull'agire senza paura spinge Max a recuperare con successo la pecorina. Di conseguenza, Galletto consente a Max di rimanere con lui durante la notte. Prima della partenza, Galletto consegna a Max una sua bandana come souvenir.

Prima che Max se ne andasse, aveva affidato il suo giocattolo preferito, Busy Bee (una pallina che suona a forma di ape), a Gidget. Sfortunatamente, Gidget perde il giocattolo in un appartamento infestato da gatti con una signora anziana. Riceve lezioni per diventare una gatta dai suoi amici Chloe, Mel, Buddy e Pisellino, in modo che possa intrufolarsi più facilmente nell'appartamento dei gatti. Con l'aiuto del porcellino d'India Norman, recupera con successo Busy Bee e viene intenzionalmente acclamata come la "regina dei gatti" con una messa in scena per aver sconfitto e mangiato un punto laser rosso.

Nel frattempo, Chloe e il coniglio Nevosetto incontrano lo shih tzu Marghi (Daisy in originale), che entra nel loro appartamento e spiega che ha bisogno di "Capitan Nevosetto" (la versione supereroistica di Nevosetto) per aiutarla a salvare una tigre bianca di nome Hu. Mentre era in volo per la città, Marghi incontrò Hu mentre era tenuto prigioniero dal proprietario di un circo abusivo, il crudele Sergei. Marghi e Capitan Nevosetto si intrufolano nel circo e, con molta difficoltà dai lupi neri di Sergei, liberano Hu. Nella confusione della fuga, Marghi perde la sua molletta, che i lupi annusano per rintracciarla.

Lei e Capitan Nevosetto portano la tigre nell'appartamento del basset hound Nonnotto. Nonnotto è riluttante a tenere Hu, mentre Marghi e Nevosetto si nascondono nell'appartamento di Max. Intorno a quel momento, la famiglia di Max ritorna dalla gita e inizia ad addormentarsi. Max si sveglia e scopre il trio. Sergei e i suoi lupi rintracciano Marghi e catturano Hu. Marghi lo vede fuggire sul suo treno mentre si muove per il circo in cui Nevosetto, Max e Norman inseguono il treno mentre contattano Gidget per assistenza nell'inseguimento. Gidget e i gatti partono, con il passaggio della signora pazza, alla ricerca del treno.

Nevosetto, Max e Norman sconfiggono i lupi e la scimmia da compagnia di Sergei, liberando Marghi e Hu. Max, usando il nuovo coraggio che gli ha dato Galletto, si infiltra con successo nella locomotiva del treno in cui Sergei si trova. Il resto degli animali va a cacciarlo dal treno. E prima che stiano per essere uccisi da Sergei, Gidget, dopo aver fatto squadra con i suoi gatti, lo butta fuori dalla sua macchina e offre agli animali un passaggio a casa. La vita riprende normalmente, con la famiglia di Liam che dice "ciao" a Liam mentre entra nel suo primo giorno di scuola materna.

In una scena a metà dei crediti, Capitan Nevosetto crea una troupe rap, che dura solo pochi istanti prima che la sua padroncina, Molly, entri nella stanza e l'abbracci.

PromozioneModifica

 
Kevin Hart alla premiere del film

Il primo dei teaser trailer è uscito, in tutto il mondo, il 7 novembre 2018.

DistribuzioneModifica

Il film è stato distribuito in Italia il 6 giugno 2019 e il giorno successivo negli Stati Uniti d'America.

AccoglienzaModifica

BotteghinoModifica

A partire dal 26 luglio 2019, Pets 2 ha incassato $ 153 milioni negli Stati Uniti e in Canada, più altri $ 167 milioni in altri territori, per un totale mondiale di $ 320 milioni, contro un budget di produzione di $ 80 milioni.

CriticaModifica

Sul sito web dell'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes, il film detiene una valutazione di approvazione del 56% sulla base di 138 recensioni con una valutazione media di 5,76 / 10. Il consenso critico del sito recita: "Pets 2 non insegna alle sue stelle animate nuovi trucchi narrativi - ma per i fan dell'originale, questo divertente ed energico sequel dovrebbe comunque soddisfare". Alla Metacritic, il film ha una media ponderata di 55 punti su 100, basata su 27 critici, indicando "recensioni contrastanti o medie". Il pubblico intervistato da CinemaScore ha assegnato al film un punteggio medio di "A–" su una scala da A + a F, lo stesso punteggio del primo film, mentre quelli di PostTrak gli hanno dato in media 4,5 stelle su 5.

RiconoscimentiModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica