Pharoahe Monch

rapper statunitense

Pharoahe Monch, pseudonimo di Troy Donald Jamerson (New York, 31 ottobre 1972[1]), è un rapper statunitense.

Pharoahe Monch
Pharoahe Monch SXSW 2010.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereHip hop
Periodo di attività musicale1989 – in attività
EtichettaHollywood Records
Priority Records
Rawkus Records
Street Records Corporation
Album pubblicati4
Studio4
Sito ufficiale

BiografiaModifica

Jamerson è nato il 31 ottobre 1972 nel distretto di Queens, a New York. Il suo nome d'arte, Pharoahe Monch, si basa sul suo precedente soprannome, Monchhichi, che gli fu dato alla High School of Art and Design dalle ragazze della sua classe dopo un taglio di capelli non molto riuscito; il suo soprannome all'epoca derivava dal nome americano dei peluche Mon Cicci. Il rapper ha adottato il nome Pharoahe, ispirato dall'Antico Egitto, dopo aver incontrato Prince Poetry degli Organized Konfusion[2]. Monch ha pubblicato conseguentemente tre album con Prince Poetry e gli Organized Konfusion. Il primo è stato Organized Konfusion (1991), seguito da Stress: The Extinction Agenda (1994) e infine da The Equinox (1997). Questi tre album sono stati ben accolti dalla critica anche se hanno registrato vendite modeste. Questi insuccessi commerciali hanno spinto Prince Po a porre fine al suo rapporto artistico con Monch e questo ha segnato l'inizio della carriera solista di Pharoahe Monch[2].

Nel 2001 ha ottenuto un altro successo con la canzone Got You, inserita nella colonna sonora del film Training Day[2]. Ma anche in questo caso le vendite del singolo furono deludenti. Nel 2003, Pharoahe ha pubblicato con la Rawkus Records il singolo Agent Orange. La canzone Simon Says è stata inserita nel film Charlie's Angels del 2000 e la canzone Right Here nel film 1 km da Wall Street. Pharoahe Monch ha poi annunciato di lavorare per la Street Records Corporation, che ha sotto contratto anche Wu-Tang Clan, David Banner e Terror Squad[3]. Il 26 giugno 2007 ha pubblicato il suo secondo album da solista Desire, acclamato dalla critica[4].

DiscografiaModifica

AlbumModifica

SingoliModifica

  • Simon Says (1999)
  • The Light (2000)
  • Fuck You (2001)
  • The Life (2002)
  • Agent Orange (2003)
  • Push (2007)
  • Let's Go (2007)
  • Body Baby (2007)
  • Shine (2010)
  • Clap (One Day) (2011)
  • Black Hand Side (2011)
  • Assassins (2011)
  • Damage (2014)

NoteModifica

  1. ^ (FR) Pharoahe Monch, su www.allformusic.fr. URL consultato il 2 agosto 2022.
  2. ^ a b c (EN) Pharoahe Monch Biography, su musicianguide.com. URL consultato il 2 agosto 2022.
  3. ^ (EN) Street Records Corporation, su Rate Your Music. URL consultato il 2 agosto 2022.
  4. ^ (EN) Pharoahe Monch goes classical: 'Playing safe is not what I do', in The Guardian, 27 gennaio 2016. URL consultato il 2 agosto 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN120625618 · ISNI (EN0000 0000 9486 6788 · Europeana agent/base/131019 · LCCN (ENno2003069893 · GND (DE135493129 · WorldCat Identities (ENlccn-no2003069893