Pianta annuale

Per pianta annuale (o annua) si intende un esemplare vegetale che compie il proprio ciclo vitale in un anno. [1]

Il granturco, tipica pianta annuale

DescrizioneModifica

Le piante annuali dedicano l'ultimo periodo della loro vita a garantire la moltiplicazione della specie tramite la produzione di semi di piccola o media grandezza. Nella pratica florovivaistica vengono considerate annuali anche specie, in genere esotiche, che non sopravvivono a condizioni stagionali avverse (es. Pelargonium) oppure che nella stagione vegetativa successiva non garantiscono standard qualitativi sufficienti. Le specie la cui parte aerea nella stagione fredda muore, ma nelle quali la radice o altri organi sotterranei sono in grado in primavera di dare origine nuovamente a tali porzioni della pianta, sono invece considerate perenni.[2]

EsempiModifica

 
Anagallis arvensis, una pianta annuale spontanea

Esempi di piante annuali sono: Arabetta comune, Arachide, Pisello, Basilico, Canapa, Calceolaria, Helianthus annuus (girasole), Grano (Triticum), Melanzana, Petunia, Pomodoro, Salsola soda, Riso.

NoteModifica

  1. ^ Marina Mansi, Bianca Venturi e Ettore Ughi, 16 - Le funzioni delle piante superiori, in Tutto biologia, De Agostini, 2010, pp. 188. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  2. ^ perenne, Acta Plantarum - Flora delle Regioni italiane. URL consultato il 21 ottobre 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàNDL (ENJA01188272
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica