Apri il menu principale

Piazza Mazzini (Castel Goffredo)

piazza di Castel Goffredo
Piazza Mazzini
Castel Goffredo - Piazza Mazzini e Prepositurale di S. Erasmo.jpg
Piazza Mazzini e chiesa prepositurale di Sant'Erasmo
Nomi precedentiPiazza Ponte dell'Olmo, Piazza d'Armi, Piazza Umberto I
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàCastel Goffredo
Codice postale46042
Informazioni generali
Lunghezza70,0 m
Pavimentazioneporfido
IntitolazioneGiuseppe Mazzini
Collegamenti
InizioXIV secolo
FineXVI secolo
Intersezionivia Mantova, via Manzoni, via Roma, via Botturi
Luoghi d'interesse
Mappa

Coordinate: 45°17′52.8″N 10°28′30.45″E / 45.298°N 10.475125°E45.298; 10.475125

Piazza Mazzini è la piazza più importante della città di Castel Goffredo, in provincia di Mantova.

Panoramica di piazza Mazzini

Indice

Storia e descrizioneModifica

Rappresenta il cuore della città, centro politico, religioso e commerciale e su di essa si affacciano gli edifici più significativi:

Il suo impianto planimetrico si è mantenuto pressoché immutato attraverso i secoli: la piazza è caratterizzata da una pianta rettangolare, corrispondente presumibilmente all'antico forum romano.[1]

Esistente già agli inizi del Trecento,[2] la piazza era attraversata dal canale Tartarello, allora scoperto, che alimentava anche il fossato di difesa antistante il palazzo dei signori di Castel Goffredo.[3] Ridisegnata agli inizi del Cinquecento durante il marchesato di Aloisio Gonzaga, è un luogo particolarmente suggestivo e scenografico ed è spesso scelta per ospitare eventi culturali, concerti e manifestazioni pubbliche, come il tradizionale carnevale di Castel Goffredo con l'elezione di re Gnocco.

È da sempre il centro della vita della città: dal 1457[4] vi si tenevano le fiere, le feste per l'arrivo dei vescovi ed anche le maggiori personalità che hanno visitato Castel Goffredo sono sempre passate da questa piazza: dall'imperatore Carlo V il 28 giugno 1543,[5] a San Carlo Borromeo nel 1580,[6] a Vittorio Emanuele II futuro re d'Italia nel maggio del 1848,[7] a Giuseppe Garibaldi, nei giorni 27-28-29 aprile 1862.[8]

Il 3 gennaio 1593, sulla porta principale della chiesa prepositurale di Sant'Erasmo, venne assassinato Rodolfo Gonzaga, marchese di Castel Goffredo,[9] mentre si recava alla messa accompagnato dalla moglie Elena e dalla figlia Cinzia.

Fontana di Ercole

All'interno di piazza Mazzini era da secoli collocata la fontana monumentale raffigurante Ercole che schiaccia l'idra, copia in marmo dell'opera attribuita al fontanaro bresciano Giuseppe Vischietti e allo scultore Antonio Carra (XVI secolo),[10] attualmente inserita nella piazza XX Settembre ad Asola. Fu infatti donata agli asolani dal marchese Alfonso Gonzaga in segno di gratitudine per avergli concesso un prestito di trecento fiorini d'oro.[11]

Nella storia ha subito diversi cambi di denominazione: piazza del Ponte dell'Olmo (Platea Pontis Ulmi), poi piazza d'Armi, piazza Umberto I e quindi piazza Mazzini.[12]

In alcuni periodi dell'anno al suo interno si tiene il mercato ambulante del giovedì, istituito con decreto del 1º luglio 1457 dal marchese Alessandro Gonzaga.[13]

Sul lato dei portici è collocata l'ottocentesca fontana in marmo, un tempo utilizzata a scopi potabili.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Piero Gualtierotti, Castel Goffredo dalle origini ai Gonzaga, Mantova, 2008.
  2. ^ 1999 – Immagina. Castel Goffredo: l'evoluzione di un territorio, CD-ROM, a cura del comune di Castel Goffredo.
  3. ^ 1999 – Immagina. Castel Goffredo: l'evoluzione di un territorio, CD-ROM
  4. ^ Berselli, p.44.
  5. ^ Marocchi, p.175.
  6. ^ Gozzi (2000), p.85.
  7. ^ Bonfiglio (2005), p.206.
  8. ^ Lapide commemorativa posta sulla facciata del palazzo Gonzaga-Acerbi in piazza Mazzini.
  9. ^ Bonfiglio (2005), p.51.
  10. ^ Piero Gualtierotti, Il Tartarello, nº 1, giugno 1979, pp. 45-51.
  11. ^ Gozzi (2003), p.191.
  12. ^ Berselli, p.66.
  13. ^ Berselli, p.43.

BibliografiaModifica

  • Costante Berselli, Castelgoffredo nella storia, Mantova, 1978.ISBN non esistente
  • Francesco Bonfiglio, Notizie storiche di Castelgoffredo, 2ª ed., Mantova, 2005, ISBN 88-7495-163-9.
  • Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie. Tomo II, Mantova, 2003, ISBN 88-7495-059-4.
  • Massimo Marocchi, I Gonzaga di Castiglione delle Stiviere. Vicende pubbliche e private del casato di San Luigi, Verona, 1990.ISBN non esistente

Altre fontiModifica

  • 1999 – Immagina. Castel Goffredo: l'evoluzione di un territorio, CD-ROM, a cura del comune di Castel Goffredo.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica