Piercarlo Fabbio

politico italiano
Piercarlo Fabbio

Sindaco di Alessandria
Durata mandato 28 maggio 2007 –
21 maggio 2012
Predecessore Mara Scagni
Successore Maria Rita Rossa

Dati generali
Partito politico Popolo della Liberta
Professione Docente, scrittore, giornalista

Piercarlo Fabbio (Alessandria, 27 aprile 1955) è un politico, scrittore, giornalista e docente italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel 1955 ad Alessandria, è laureato in Lettere all'Università degli Studi di Torino, con una tesi di storia del Teatro e Storia del Cinema comparate. Oltre a insegnare, è giornalista, attualmente direttore responsabile del "Foglio di Fabbio". Conduce una trasmissione settimanale su Radio BBSI dedicata alla storia locale, che si intitola "La mia cara Alessandria".

Conduce un'intensa attività professionale che ha iniziato nel 1979. Insegnante di Lettere, di organizzazione del lavoro, di processi di Qualità e di Comunicazione, oltreché docente certificato Accredia-AJA come formatore per la sicurezza, non ha tralasciato l'attività pubblicistica, scrivendo molti testi di vario impegno.

Attività politicaModifica

 
Piercarlo Fabbio ad una mostra su Alessandria

Attivo in politica dagli anni settanta, dapprima nella Democrazia Cristiana, di cui è stato l'ultimo segretario provinciale in Alessandria e, a seguire, nel Partito Popolare, nella CDU e in Forza Italia, e quindi nel Popolo della Liberta. Ora nuovamente in Forza Italia. Nel CDU è stato segretario regionale, dirigente organizzativo nazionale. Consigliere Comunale di Alessandria dal 1985. È stato Presidente del Consiglio Comunale dal 1997 al 2002. Più volte capogruppo. Nel 2002 è stato eletto con oltre 1600 preferenze, risultando il Consigliere Comunale più votato nella storia della città.

È stato sindaco di Alessandria dal 2007 al 2012. Candidato sindaco di Alessandria per la Casa delle Libertà alle elezioni comunali di maggio 2007, ha vinto al primo turno con il 63% dei voti.

Durante il suo mandato molte sono le realizzazioni. In particolare, viene deliberata la demolizione del ponte Cittadella, avvenuta a partire dal 7 agosto del 2009, per problemi relativi alla sicurezza della sua staticità. La demolizione è stata finalizzata con la firma di un protocollo d'intesa tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, l'Autorità di bacino del fiume Po, la Regione Piemonte, la Provincia di Alessandria, il Comune di Alessandria, l'Agenzia Interregionale per il fiume Po[1]. In seguito trova gli accordi per il finanziamento, appalta e consegna i lavori all'impresa per la costruzione del nuovo ponte, disegnato dall'architetto statunitense Richard Meier, che era stato incaricato nel 1996 dal sindaco Francesca Calvo del progetto del nuovo ponte. Al termine dei lavori, nell'ottobre 2016, il ponte viene inaugurato dal suo successore.

Nel 2011 la Corte dei Conti, nell'esercizio delle sue funzioni di controllo contabile, avanza dei rilevi, che vengono accettati e corretti dal Consiglio Comunale il 30 dicembre 2011.[senza fonte]

È sottoposto a processo per un episodio connesso al computo del patto di stabilità del 2010. In primo grado e in Appello viene assolto con formula piena per i reati contestatigli di abuso d'ufficio e di truffa ai danni dello Stato, mentre è condannato per falso ideologico. Il ricorso alla Corte di Cassazione è stato depositato il 30 ottobre 2016.[senza fonte] Il 19 ottobre 2017 la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso.

Si è ricandidato alle elezioni del 2012, sostenuto, oltre che dal PdL, anche dal da alcune liste civiche. La Lega Nord, che al primo turno aveva presentato un candidato proprio, ha invitato i suoi elettori a non andare a votare al ballottaggio, ballottaggio che ha visto la candidata del centro-sinistra [2] prevalere sul sindaco uscente.

Dal maggio 2012 è stato Presidente del gruppo consiliare PDL-FI al comune di Alessandria e dal 2009 al 2014 è stato capogruppo PDL-FI in Provincia di Alessandria. Si è dimesso dal Consiglio Comunale il 21 novembre 2016 dopo 32 anni ininterrotti di presenza tra i banchi del Municipio di Alessandria.

OpereModifica

  • Guida al cinema comico, Ed. Gammalibri, Milano, 1979 - Premio Nazionale di cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri
  • Ma quanti sono I Pochi, Ed. WR, Alessandria, 1990
  • Il programma della solidarietà (a cura di), ed. WR, Alessandria, 1990
  • L'opificio dell'immagine, Ed. WR, Alessandria, 1992
  • Alessandria e il tuono, Ugo Boccassi editore, Alessandria, 1994
  • Racconti dal Pianeta Tuono, Ugo Boccassi editore, Alessandria, 1995
  • Il Tuono in riabilitazione, Ugo Boccassi, Start Alessandria, 1995 (testo interattivo su Internet)
  • Alessandria è una comoda poltrona…, (AAVV) Ugo Boccassi, Cesarino Fissore Partners Editori, Alessandria, 1997
  • È solo un punto di vista, Ugo Boccassi Editore, Alessandria, 1999
  • La Pasqua di Natale, Ugo Boccassi Editore, Alessandria 2000
  • [Per ora] Senza Titolo, IgrafismiBoccassi, Alessandria 2002
  • Fuori degli argini, Edizioni Saviolo, Vercelli 2007
  • L'intelligenza della nebbia, Città di Alessandria, Alessandria 2007
  • Alessandria è una stilografica, Gli Alberi editore, Alessandria 2009
  • Le Lancette del Risorgimento, Città di Alessandria, Alessandria 2011
  • I Lions del distretto 108 la2 per l'Unità d'Italia, (AAVV) I Grafismi Boccassi, Alessandria 2011
  • La Piazza del Tempo, un ponte lungo 850 anni, MF Studios Editore, 2012 (II Edizione)
  • Ritratti dall'alba, MF Studios Editore, 2014
  • Ritratti dall'alba - Viaggiatori!, MF Studios Editore, 2016
  • Abbattete il Cittadella per salvare Alessandria, MF Studios Editore, 2017
  • 800 e 50 Alessandria d'argento: calendario impossibile della mesopotamia padana, MF Studios Editore 2018
  • Luigi Tenco, La valle e l'anima, sceneggiatura e testi del video omonimo con Matteo Forcherio, MF Studios Editore 2018

NoteModifica

  1. ^ Protocollo d'intesa demolizione ponte Cittadella (PDF), su www.protezionecivile.gov.it, 31 luglio 2009. URL consultato il 16 maggio 2016.
  2. ^ Elezioni comunali del 20 e 21 maggio 2012 - 2º turno - Ministero dell'Interno Archiviato il 10 maggio 2012 in Internet Archive.

Collegamenti esterniModifica