Pierluigi Gollini

calciatore italiano
Pierluigi Gollini
Pierluigi Gollini 01.jpg
Gollini con l'Atalanta nel 2017
Nazionalità Italia Italia
Altezza 194 cm
Peso 94 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Fiorentina
Carriera
Giovanili
2009-2010SPAL
2010-2012Fiorentina
2012-2014Manchester Utd
Squadre di club1
2014-2016Verona29 (-49)
2016-2017Aston Villa20 (-17)
2017-2021Atalanta88 (-94)
2021-2022Tottenham0 (0)
2022-Fiorentina3 (-2)
Nazionale
2012-2013Italia Italia U-187 (-5)
2013-2014Italia Italia U-1910 (-6)
2015-2016Italia Italia U-202 (-2)
2016-2017Italia Italia U-213 (-5)
2019-Italia Italia1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 agosto 2022

Pierluigi Gollini, detto Gigi (Bologna, 18 marzo 1995), è un calciatore italiano portiere della Fiorentina, in prestito dall'Atalanta, e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecnicheModifica

Gollini è un portiere dotato di ottima agilità e riflessi.[1][2] Sa essere abile nel chiudere lo specchio della porta agli avversari quando si trovano a tu per tu con lui.[2] Si distingue, inoltre, per il posizionamento e per la lettura del gioco avversario.[2] Per quanto riguarda le uscite, è abile quando deve andare fuori dall'area di rigore (dov'è bravo a intervenire sia in scivolata che di testa), ma non altrettanto nelle uscite alte in area. Inoltre, è bravo nel parare i calci di rigore.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

IniziModifica

Ha iniziato tra i Giovanissimi Nazionali della SPAL, attirando ben presto l'attenzione dei principali club italiani. Nel 2010 Pantaleo Corvino lo porta alla Fiorentina. Nel marzo del 2012 passa al Manchester Utd, suscitando le ire del DS viola.[3]

VeronaModifica

Dopo essersi svincolato dal Manchester Utd, il 2 luglio 2014 viene tesserato dal Verona.[4] Inizialmente preso come terzo portiere, a causa degli infortuni concomitanti dei colleghi di reparto Rafael e Benussi,[5] esordisce in Serie A il 24 settembre 2014, a 19 anni, nella partita contro il Genoa (2-2). Nel febbraio del 2015 partecipa con la squadra Primavera al Torneo di Viareggio. Durante il torneo riesce a mantenere la sua porta imbattuta per 458 minuti,[6] risultando più volte decisivo ai calci di rigore. Con le sue prestazioni trascina il Verona alla finale persa contro l'Inter e viene premiato come miglior portiere della manifestazione.[7]

Nella stagione successiva inizia come secondo portiere ma conquista il posto da titolare, complice anche la messa fuori rosa di Rafael, che viene poi ceduto in prestito al Cagliari durante il mercato invernale. Colleziona 26 presenze ma a fine stagione il Verona retrocede in Serie B, come ultima in classifica.

Aston VillaModifica

L'8 luglio 2016 firma un contratto quadriennale con l'Aston Villa, club di Championship allenato da Roberto Di Matteo.[8] Il suo esordio ufficiale avviene il 7 agosto 2016, alla 1ª giornata di campionato, nella partita contro lo Sheffield Wednesday persa per 1-0 a Hillsborough, nella quale subisce la rete dal calciatore italo-argentino Forestieri.[9] Viene schierato come titolare, e ottiene 20 presenze in campionato fino a metà stagione.

AtalantaModifica

Il 14 gennaio 2017 viene ceduto all'Atalanta in prestito per 18 mesi, con diritto di riscatto.[10] A Bergamo si trova inizialmente nella condizione di secondo portiere, dietro il titolare Etrit Berisha. Esordisce il 19 marzo 2017, giocando titolare nella vittoria casalinga per 3-0 contro il Pescara,[11][12] e chiude la stagione con 4 presenze.

Nella stagione successiva ricopre nuovamente il ruolo di secondo portiere e ottiene 7 presenze in campionato.

Il 9 giugno 2018 viene riscattato a titolo definitivo per 4,5 milioni di euro.[13] Il 9 agosto dello stesso anno esordisce nelle competizioni UEFA per club disputando da titolare l'andata del terzo turno preliminare di Europa League contro gli israeliani dell'Hapoel Haifa. Gioca da titolare le prime partite del campionato fino al 21 ottobre contro il Chievo, vinta in trasferta 1-5 dai bergamaschi. Da marzo 2019 conquista definitivamente la maglia da titolare nella formazione orobica a discapito di Berisha.[14][15][16] Disputa tutti gli incontri fino al termine della stagione, chiusa dal suo club con un terzo posto in classifica e la conseguente qualificazione alla Champions League, e gioca da titolare anche la finale di Coppa Italia, persa contro la Lazio.[17]

Ormai titolare fisso,[16] il 18 settembre 2019 esordisce in UEFA Champions League, nella partita della fase a gironi persa per 4-0 sul campo dei croati della Dinamo Zagabria.[18] Termina la stagione 2019-2020 con 41 presenze in tutte le competizioni e infortunandosi al crociato all'ultima giornata nella sconfitta per 0-2 contro l'Inter.[19][20]

Torna in campo il 21 novembre 2020 nel pareggio per 0-0 in casa dello Spezia.[21] Il 22 febbraio 2021 raggiunge quota 100 presenze con i bergamaschi nel successo per 4-2 contro il Napoli.[22] Successivamente, a causa di problemi col tecnico dei nerazzurri Gian Piero Gasperini,[23][24] viene relegato in panchina in favore di Marco Sportiello.[25] Torna in campo il 21 marzo nel successo per 0-2 in casa del Verona,[26] e da lì in poi conserva il posto sino al termine della stagione, disputando da titolare la finale di Coppa Italia persa 2-1 contro la Juventus.[27]

TottenhamModifica

Il 24 luglio 2021 lascia l'Atalanta e fa ritorno in Inghilterra, trasferendosi in prestito annuale con diritto di riscatto al Tottenham,[28][29][30] dove va a ricoprire il ruolo di secondo portiere dietro il capitano Hugo Lloris. Il 19 agosto esordisce con gli Spurs, in occasione dell'andata del turno preliminare di qualificazione ai gironi di Conference League in casa del Paços Ferreira, gara conclusasi 1-0 in favore della squadra portoghese. Tuttavia in campionato non riesce a trovare spazio. Il 2 giugno 2022 infatti, i londinesi annunciano di non volerlo riscattare.[31]

FiorentinaModifica

Il 9 luglio 2022 passa alla Fiorentina in prestito con diritto di riscatto.[32][33] Dieci anni dopo aver lasciato il settore giovanile[34], gioca la sua prima partita ufficiale in maglia viola nella gara d'esordio contro la Cremonese[35].

NazionaleModifica

Nazionali giovaniliModifica

Ha militato nelle nazionali giovanili italiane Under-18, Under-19 ed Under-20.

Esordisce nell'Under-21 il 2 giugno 2016, giocando titolare nella partita amichevole Italia-Francia (0-1) disputata a Venezia.

Nazionale maggioreModifica

Il 31 maggio 2017 viene convocato dal commissario tecnico Gian Piero Ventura per un'amichevole non ufficiale con la nazionale maggiore, che nell'occasione batte San Marino per 8-0.[36]

Nel giugno del 2019 è convocato dal CT Roberto Mancini per le gare contro Grecia e Bosnia ed Erzegovina, valide per le qualificazioni all'Europeo 2020.[37] Debutta il successivo 15 novembre, a 24 anni, subentrando a Gianluigi Donnarumma nei minuti finali della gara vinta 3-0 contro la Bosnia, a Zenica.[38][39]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 15 settembre 2022

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali altre Coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2014-2015   Verona A 3 -5 CI 0 0 - - - - - - 3 -5
2015-2016 A 26 -44 CI 1 0 - - - - - - 27 -44
Totale Verona 29 -49 1 0 - - - - 30 -49
2016-gen. 2017   Aston Villa FLC 20 -17 FACup+CdL 0+0 0 - - - - - - 20 -17
gen.-giu. 2017   Atalanta A 4 -1 CI 0 0 - - - - - - 4 -1
2017-2018 A 7 -4 CI 1 -1 UEL 0 0 - - - 8 -5
2018-2019 A 20 -21 CI 3 -3 UEL 4[40] -1[40] - - - 27 -25
2019-2020 A 32 -42 CI 1 -2 UCL 7 -13 - - - 40 -57
2020-2021 A 25 -26 CI 4 -5 UCL 3 -1 - - - 32 -32
Totale Atalanta 88 -94 9 -11 14 -15 - - 111 -120
2021-2022   Tottenham PL 0 0 FACup+CdL 1+3 -1 + -3 UECL 6[41] -7[42] - - - 10 -11
2022-2023   Fiorentina A 3 -2 CI 0 -0 UECL 2 -4 - - - 5 -6
Totale carriera 140 -162 14 -15 22 -26 - - 176 -203

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
15-11-2019 Zenica Bosnia ed Erzegovina   0 – 3   Italia Qual. Euro 2020 -   88’
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
2-6-2016 Venezia Italia Under-21   0 – 1   Francia Under-21 Amichevole -1
10-11-2016 Southampton Inghilterra Under-21   3 – 2   Italia Under-21 Amichevole -3
23-3-2017 Cracovia Polonia Under-21   1 – 2   Italia Under-21 Amichevole -1
Totale Presenze 3 Reti -5

PalmarèsModifica

IndividualeModifica

2015

MusicaModifica

Nel giugno del 2018, con lo pseudonimo Gollorius, pubblica il singolo Rapper coi guanti, il cui incasso viene devoluto in beneficenza[43]. Quattro anni dopo, il 23 giugno 2022 esce il suo secondo singolo Champions Dream, realizzato con il rapper Vegas Jones[44].

NoteModifica

  1. ^ La rosa ai raggi X/1 I numeri confermano: Gollini ora è meglio di Berisha, su ecodibergamo.it. URL consultato il 12 agosto 2020.
  2. ^ a b c d Cosa rende unico Gollini, su ultimouomo.com, 11 agosto 2020. URL consultato il 12 agosto 2020.
  3. ^ Vladimiro Cotugno, Corvino contro Ferguson, guerra per un baby portiere, in Il Corriere dello Sport, 30 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  4. ^ Alessandro De Pietro, Verona: ufficiali Gollini e Martic, in La Gazzetta dello Sport, 2 luglio 2014.
  5. ^ Marco Gaetani, Verona-Genoa 2-2: Matri lancia i rossoblu, poi la rimonta scaligera, in La Repubblica, 24 settembre 2014.
  6. ^ È UN GOLLINI...DA RECORD!, su viareggiocup.com, 13 febbraio 2015.
  7. ^ Andrea Bugno, La Viareggio Cup esalta e celebra Pierluigi Gollini, su vavel.com, 17 febbraio 2015.
  8. ^ (EN) Breaking news: Gollini signs, 8 luglio 2016 (archiviato il 10 luglio 2016).
  9. ^ (EN) Phil Cartwright, Sheffield Wednesday 1-0 Aston Villa, in BBC Sport, 7 agosto 2016. URL consultato il 24 luglio 2021.
  10. ^ Pierluigi Gollini all'Atalanta, su atalanta.it, 13 gennaio 2017. URL consultato il 13 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2018).
  11. ^ Atalanta in emergenza col Pescara Out in 4: debuttano Gollini ed Hateboer, su ecodibergamo.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  12. ^ Atalanta-Pescara 3-0: Gomez show, altro ko per gli abruzzesi, su repubblica.it, 19 marzo 2017. URL consultato il 24 luglio 2021.
  13. ^ Pierluigi Gollini definitivo all'Atalanta, su atalanta.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  14. ^ Atalanta, Gollini inossidabile titolare E Berisha che cosa farà?, su ecodibergamo.it. URL consultato il 16 novembre 2019.
  15. ^ Atalanta: Gollini, pronti alla volata, su ansa.it, 20 marzo 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  16. ^ a b Matteo Spini, La scalata in continua. Debutto in Nazionale e ora la Juve di CR7, in La Gazzetta dello Sport, 20 novembre 2019, p. 14.
  17. ^ L’Atalanta scopre un tesoro: Gollini, il valore si è triplicato, su gazzetta.it. URL consultato il 12 agosto 2020.
  18. ^ Champions, Dinamo Zagabria-Atalanta 4-0: esordio da incubo per i nerazzurri, su repubblica.it, 18 settembre 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  19. ^ Atalanta-Inter 0-2, su atalanta.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  20. ^ Atalanta: lesione al crociato, niente Champions per Gollini, su repubblica.it, 8 agosto 2020. URL consultato il 24 luglio 2021.
  21. ^ Spezia-Atalanta 0-0, highlights. Pali di Farias e Zapata, gol annullato a Gosens dal Var, su sport.sky.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  22. ^ GOLLINI: COL NAPOLI 100ª GARA IN NERAZZURRO, su atalanta.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  23. ^ Gasperini-Gollini, la tregua dopo la lite: l'Atalanta ritrova il suo portiere, su calciomercato.com. URL consultato il 24 luglio 2021.
  24. ^ Gollini al Tottenham: "Dura salutare l'Atalanta. Gasperini? Presto parlerò...", su fantacalcio.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  25. ^ Fabrizio Maffei, Portiere Atalanta: Gasperini apre all'alternanza tra Sportiello e Gollini, su fantamaster.it, 7 marzo 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  26. ^ Atalanta, scatto Champions! Malinovskyi e Zapata sbancano Verona, su gazzetta.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  27. ^ Coppa Italia, Atalanta-Juventus 1-2: quattordicesimo titolo per i bianconeri, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 24 luglio 2021.
  28. ^ PIERLUIGI GOLLINI AL TOTTENHAM HOTSPUR, su atalanta.it, 24 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  29. ^ (EN) Gollini loan agreed, su tottenhamhotspur.com, 24 luglio 2021. URL consultato il 24 luglio 2021.
  30. ^ Atalanta, UFFICIALE: Gollini passa al Tottenham. La formula, su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale. URL consultato il 24 luglio 2021.
  31. ^ (EN) Player update, su tottenhamhotspur.com. URL consultato il 10 luglio 2022.
  32. ^ Pierluigi Gollini alla Fiorentina, su atalanta.it, 9 luglio 2022. URL consultato il 10 luglio 2022.
  33. ^ GOLLINI È DELLA FIORENTINA, su acffiorentina.com. URL consultato il 10 luglio 2022.
  34. ^ Andrea Trapani, Il ritorno di Gollini alla Fiorentina è un dolore superato, su ilfoglio.it, il Foglio, 8 luglio 2022. URL consultato il 15 agosto 2022.
  35. ^ Fiorentina vs Cremonese 3-2: match, su acffiorentina.com, 14 agosto 2022. URL consultato il 15 agosto 2022.
  36. ^ Caldara, Conti, Petagna e Gollini Convocati in Nazionale da Ventura, su ecodibergamo.it. URL consultato il 16 novembre 2019.
  37. ^ Gollini e Mancini convocati in Nazionale, su atalanta.it. URL consultato il 16 novembre 2019 (archiviato il 16 novembre 2019).
  38. ^ Euro 2020, Bosnia-Italia 0-3: Mancini nella storia, decima vittoria di fila, su repubblica.it, 15 novembre 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  39. ^ I biglietti a ruba per la Juve e l’esordio azzurro di Gollini, su bergamopost.it, 16 novembre 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  40. ^ a b Nei turni preliminari
  41. ^ 2 nel turno preliminare
  42. ^ -1 nel turno preliminare
  43. ^ Gollorius, il rapper Gollini lancia il singolo e rinnova con l'Atalanta, su sport.sky.it. URL consultato il 10 giugno 2018.
  44. ^ Gollini versione rapper: lanciato un brano insieme a Vegas Jones, su sport.sky.it, 23 giugno 2022.

Collegamenti esterniModifica