Apri il menu principale
Pierluigi Petrini

Capogruppo della Lega Nord alla Camera dei deputati
Durata mandato 10 maggio 1994 –
17 luglio 1995
Predecessore Roberto Maroni
Successore Vito Gnutti

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XI, XII, XIII
Gruppo
parlamentare
Lega Nord, Rinnovamento Italiano
Coalizione Polo delle Libertà, L'Ulivo
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIV
Gruppo
parlamentare
La Margherita
Coalizione L'Ulivo
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Lega Nord, Rinnovamento Italiano
Professione medico

Pierluigi Petrini (Milano, 8 giugno 1952) è un politico italiano.

BiografiaModifica

È stato vice capogruppo vicario e poi capogruppo della Lega Nord alla Camera dal 1993 al luglio 1995.

Dopo la caduta del governo Berlusconi I, si schiera a favore della nascita di un governo tecnico[1].

Si schiera a favore della mozione di sfiducia presentata contro il Ministro di grazia e giustizia Filippo Mancuso[2].

Nel luglio 1995 si dimette da capogruppo alla Camera, in contrasto con la decisione di Umberto Bossi di ostacolare la riforma previdenziale promossa dal governo Dini. Verrà sostituito da Vito Gnutti.

Nei mesi successivi le polemiche tra Petrini e gli altri esponenti della Lega non accennano a diminuire[3][4].

Nel corso del 1995, Petrini viene designato rappresentante della Lega nell'ambito dei vertici tra PDS, PPI e CDU[5][6][7][8]. Tra la Lega e i partiti di centro-sinistra, tuttavia, non si realizzerà alcun accordo elettorale; sfumerà anche l'ipotesi di un patto di desistenza nella circoscrizione Lombardia 2.[9].

In polemica con questa decisione, molti esponenti del partito, tra cui Petrini, passeranno a Rinnovamento Italiano[10][5][11].

Petrini viene rieletto nelle liste de L'Ulivo. Nella XIII legislatura (1996-2001) è Vicepresidente della Camera dei deputati. [Archivio Camera dei Deputati] Dopo la vittoria elettorale del centro-sinistra, Petrini sottolinea l'opportunità di non raggiungere ad accordi con Bossi[12][13].

Nella XIV legislatura (2001-2006) è eletto in Senato nelle liste della Margherita e ne è il Presidente del gruppo in I Commissione. [Archivio Senato]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie