Apri il menu principale
Piernicola Pedicini

Eurodeputato
Legislature VIII - IX
Gruppo
parlamentare
EFDD
Circoscrizione Italia meridionale
Incarichi parlamentari
Vicepresidente della Delegazione all'Assemblea parlamentare paritetica Africa Caraibi Mediterraneo - UE;

Membro della Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare; Membro della Delegazione alla commissione di cooperazione parlamentare UE-Russia; Membro della Delegazione per le relazioni con l'Afghanistan; Membro sostituto della Commissione per lo sviluppo ; Membro sostituto della Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia;

Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Movimento 5 Stelle
Titolo di studio Specializzazione in Fisica Medica
Professione Ricercatore

Piernicola Pedicini (Benevento, 22 maggio 1969) è un politico italiano.

BiografiaModifica

Originario di Foglianise, in provincia di Benevento, consegue la laurea in Fisica teorica e successivamente la specializzazione in Fisica medica presso l'Università "Federico II", dove svolge poi il ruolo di ricercatore in Fisica delle alte energie e nel settore della manutenzione e della salvaguardia del patrimonio nazionale artistico e architettonico[1]. Nel 2007 si sposta a Rionero in Vulture, provincia di Potenza, per lavorare all'Ospedale Oncologico Regionale, ove assume il ruolo di esperto in fisica medica presso l'U.O. di Radioterapia del Dipartimento di Medicina Nucleare, anche di radioprotezione dei lavoratori e della popolazione, di Fisica ambientale e di Radiobiologia. È sposato ed ha due figli.

Attività politicaModifica

Lavorando nel settore sanitario, acquisisce parziale esperienza in terza persona in materia di ecologia e prevenzione, che successivamente saranno alla base della scelta politica[senza fonte] di impegnarsi con il Movimento 5 Stelle. È uno dei fondatori di uno dei MeetUp M5S di Rionero in Vulture insieme a Giacinto Cerviere e Franco Petruzzi. Partecipa allo Tsunami Tour di Beppe Grillo ed è candidato alle elezioni politiche del 2013 con il Movimento, risultando non eletto.

Alle regionali del novembre 2013 è candidato alla Presidenza della Regione Basilicata, in seguito alle dimissioni anticipate del presidente Vito De Filippo per indagini su consiglieri e assessori, arrivando terzo al risultato elettorale con il 13,19% dei voti, dietro il candidato del PD Marcello Pittella e quello di centrodestra Salvatore Di Maggio. Pedicini, inizialmente secondo alle primarie, è diventato il candidato ufficiale del movimento in seguito all'esclusione da parte dello stesso Beppe Grillo del tenente della Polizia provinciale di Potenza Giuseppe Di Bello per "irregolarità formali nella presentazione dei documenti"[2][3]. Nel 2014 si candida alle elezioni europee nella circoscrizione Italia meridionale, ottenendo 35.829 voti e risultando eletto[4]. Il suo interesse è rivolto in particolare alla tematica ambientale. Cinque anni più tardi viene rieletto in terza posizione con 58.901 preferenze.[5]

NoteModifica

  1. ^ Pedicini Piernicola - Candidato - BeppeGrillo.it (pagina archiviata il 13/07/2014)
  2. ^ Valerio Panettieri, Psicodramma a Cinque Stelle per la scelta del candidato governatore (Il Quotidiano della Basilicata), 5 ottobre 2013. URL consultato il 22 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2013).
  3. ^ Votazione on line per il Portavoce Presidente in Basilicata, Blog di Beppe Grillo, 4 ottobre 2013. URL consultato il 22 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2013).
  4. ^ Ministero dell'Interno, su elezioni.interno.it. URL consultato il 22 dicembre 2014.
  5. ^ Speciale Elezioni Ue: liste, candidati ed eletti in Italia - repubblica, su elezioni.repubblica.it. URL consultato il 28 maggio 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica