Apri il menu principale
L'adorazione dei pastori (1750 circa)

Pierre Chenu (Parigi, 17301795) è stato un incisore francese.

Indice

BiografiaModifica

 
Decorazione di una stanza a Palazzo Bieliński a Varsavia, 1745 circa

Si conosce poco della vita di quest'artista, nonostante la sua ragguardevole produzione[1]. A nove anni il padre, imprenditore edile, lo mise a bottega presso l'incisore François Cars e a 15 anni[2] entrò alla scuola di Jacques-Philippe Le Bas[2][3].

Nel 1748 si sposò con Cécile Robust de Purnom, nipote del vescovo di Nitrie, da cui ebbe tre figlie[2].

Terminato l'apprendistato, iniziò l'attività a Parigi nel 1755 e qui continuò a lavorare fino al 1780, in particolare per Claude-Alexandre, conte di Vence e Simon René Baudouin, conte di Villeneuve[3].

Utilizzava le tecniche dell'acquaforte e del bulino ed era specializzato nella riproduzione delle opere di pittori fiamminghi e olandesi[1], tra cui David Teniers il Giovane, Frans Pourbus il Giovane, Adriaen van Ostade, e francesi come François Boucher, Jean-Baptiste Marie Pierre, pittore del re[2]. Era noto soprattutto per la fedeltà con cui riproduceva le opere dei vari maestri[2].

Furono suoi allievi Jean-Baptiste Michel[3] e le figlie, che continuarono la tradizione paterna, in particolare Madame Desmaison, che incideva paesaggi all'acquaforte[2].

Alcune IncisioniModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN231343803 · ISNI (EN0000 0003 6696 8391 · GND (DE1031197869 · BNF (FRcb14426993k (data) · ULAN (EN500315785 · CERL cnp02068353 · WorldCat Identities (EN231343803