Pierre Mignard

pittore francese

Pierre Mignard, detto Le Romain per distinguerlo dal fratello Nicolas (Troyes, 17 novembre 1612Parigi, 30 maggio 1695), è stato un pittore francese del XVII secolo.

Autoritratto

BiografiaModifica

Nacque a Troyes da una famiglia di artisti. Nel 1630 lasciò lo studio di Simon Vouet per l'Italia, dove trascorse ventidue anni e dove si creò una notevole reputazione, tanto da essere chiamato alla corte di Parigi. Successivamente, con il suo ritratto del re e la sua entrata definitiva nella corte, Mignard si contrappose a Charles Le Brun, rifiutandosi di entrare a far parte dell'Accademia di cui questi era a capo, e ponendosi personalmente come autorità alternativa.

 
Ritratto di Louise de Kérouaille, Duchessa di Portsmouth.

Allontanatosi dalla corte a causa di queste controversie, Mignard si dedicò alla decorazione della cupola della chiesa del Val-de-Grâce (1664). Eseguì inoltre una lunga serie di lavori e di opere pubbliche, il controllo delle quali era però affidato all'Accademia. Il che non impedì comunque a Mignard di distinguersi come il caposcuola della ritrattistica barocca francese.

Personaggi illustri come Henri de Turenne, Molière, Jacques Bossuet, M.me de Maintenon, la Marchesa de La Vallière, la Marchesa di Sévigné, la Marchesa di Montespan, Cartesio, così come tutte le donne più belle e le persone più importanti, si rivolsero a lui per un ritratto. Tra i suoi allievi si può menzionare Jacques-Philippe Ferrand. La sua bravura e la sua abilità pittorica, accompagnate da un istinto di grazia di composizione, furono la sua vera forza.

Aderì al genere pittorico Vanitas e dipinse postumo il ritratto della figlia di Luigi XIV, Luisa Maria Anna di Borbone[1] deceduta nel 1681.[2]

Con la morte di Le Brun nel 1690, la situazione cambiò. Mignard riuscì a scardinare i piani dei suoi avversari ed a tornare a corte con tutti gli onori che non aveva ricevuto in precedenza. Morì però nel 1695, quando stava per iniziare i lavori alla cupola della cappella dell'Hôtel des Invalides. Le sue opere sono oggi conservate in importanti musei del mondo, tra cui quello della prestigiosa reggia di Versailles. Pierre Mignard non va confuso con il nipote Pierre (1640-1725), detto solitamente "Pierre II" o "Le Chevalier".

OpereModifica

In patriaModifica

(elenco non completo)

 
Ragazza che soffia bolle di sapone, Luisa Maria Anna di Borbone[3]

All'esteroModifica

NoteModifica

  1. ^ Person Page, su www.thepeerage.com. URL consultato il 6 agosto 2022.
  2. ^ Mignard, Pierre – Ritratto di Luisa-Maria-Anna di Borbone, su Skuola.net - Portale per Studenti: Materiali, Appunti e Notizie. URL consultato il 6 agosto 2022.
  3. ^ Louise-Marie-Anne de Bourbon, par Pierre Mignard, 1681-1682. URL consultato il 6 agosto 2022.
  4. ^ (FR) Base Joconde, 00000056533
  5. ^ (FR) Base Joconde, 00000077244
  6. ^ (FR) Base Joconde, 00000077243
  7. ^ (FR) Base Joconde, 00000077242
  8. ^ (FR) Cardinal Mazarin L'Histoire par l'Image
  9. ^ (FR) Base Joconde, 00000104559
  10. ^ (FR) Éditions Larousse, la Fillette aux bulles de savon - LAROUSSE, su www.larousse.fr. URL consultato il 6 agosto 2022.
  11. ^ Les collections – Château de Versailles, su collections.chateauversailles.fr. URL consultato il 6 agosto 2022.
  12. ^ (FR) Base Joconde, 000PE002000
  13. ^ (FR) Base Joconde, 00000055992
  14. ^ (FR) Base Joconde, 00000103043
  15. ^ (FR) Mariage mystique de sainte Catherine
  16. ^ (FR) Colin Eisler, La peinture au musée de l'Ermitage, Paris, La Martinière, 1996, p. 270, ISBN 2-7324-2283-5.
  17. ^ (FR) La magnanimité d'Alexandre le grand
  18. ^ (FR) La Marquise de Seignelay
  19. ^ (FR) Dieu le père
  20. ^ (FR) Saint Jean-Baptiste
  21. ^ (FR) Philippe de Bourbon, enfant
  22. ^ Pagina 10, Emanuele Vaccaro, "La galleria de' quadri del Palazzo di Palermo di Sua eccellenza D. Antonio Lucchesi - Palli, principe di Campofranco" [1], Palermo, Filippo Solli, 1838.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN44438810 · ISNI (EN0000 0001 2279 1606 · BAV 495/129046 · CERL cnp00395860 · Europeana agent/base/150932 · ULAN (EN500000267 · LCCN (ENn83301485 · GND (DE11858233X · BNE (ESXX1005341 (data) · BNF (FRcb131776894 (data) · J9U (ENHE987007276233305171 · WorldCat Identities (ENlccn-n83301485