Apri il menu principale

Pierre Pénicaud

pittore di smalti francese

Pierre Pénicaud (Limoges, 1515 circa – Limoges, 1590 circa) è stato un pittore a smalto, che ha dipinto su rame dorato, tecnica tipica della scuola di Limoges nel periodo del Manierismo, francese.

Pierre Pénicaud, Placca con gli acrobati, Walters Art Museum (Baltimora)[1]

BiografiaModifica

Pierre Pénicaud apparteneva ad una famiglia di Limoges che ha dato eccellenti pittori su smalto. Suo padre era Nardon (ante 1470-1542 o 1543) e suo fratello era Jean I Pénicaud (circa 1490-post 1543). Gli smalti di Pierre erano lavorati in grisaille, cioè in monocromia, su un fondo nero oppure blu e, a volte, erano illuminati con piccoli rialzi di colore. Artista attento alle proporzioni del corpo umano, nella placca a smalto con Gli acrobati, dimostra un raro senso delle proporzioni. Esalta i corpi muscolosi degli acrobati entro uno schema geometrico nitido e rigoroso.

Nella placca con Le tre Grazie ripete il gusto della grisaille e il richiamo all'arte classica. S'ispirò alle opere di Juste de Juste – uno scultore e incisore francese manierista, noto anche come Guisti Betti (1505 -1559) – che lavorò al castello di Fontainebleau e di cui è nota una incisione dal titolo Piramide umana.

 
Juste de Juste, Piramide umana, 1543

Al Museo del Bargello si conserva una sua placca con Resurrezione di Cristo.

NoteModifica

  1. ^ Databile circa 1550, misure: 43.4x30.4 cm, numero d'inventario: 44.189. Esposizioni: World of Wonder, The Walters Art Gallery, Baltimore, 1971-1972. A Renaissance Puzzle: Heemskerck's Abduction of Helen, The Walters Art Gallery, Baltimore, 1993.

BibliografiaModifica

  • (DE) Ulrich Thieme - Felix Becker, Allgemeines Lexikon der bildenden Kunstler von der Antike bis zur Gegenwart, Leipzig, E. A. Seeman, vol. XXVI, SBN IT\ICCU\MIL\0324190.
  • (FR) Bénézit, Dictionnaire critique et documentaire des peintres, sculpteurs, dessinateurs et graveurs de tous les temps et de tous les pays, Paris, Gründ, 1999, SBN IT\ICCU\VEA\0108356.
  • Paola Venturelli, Gli smalti dipinti Limoges, Mantova, Paolini, 2010, SBN IT\ICCU\LO1\1344780. Premessa di Véronique Notin.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96074823 · ULAN (EN500058777 · WorldCat Identities (EN96074823