Pierre Pflimlin

politico francese
Pierre Pflimlin
Pierre Pflimlin par Claude Truong-Ngoc 1975.jpg

Presidente del Consiglio dei ministri della Francia
Durata mandato 14 maggio 1958 –
1º giugno 1958
Presidente René Coty
Predecessore Félix Gaillard
Successore Charles de Gaulle

Presidente del Parlamento europeo
Durata mandato 24 luglio 1984 –
10 gennaio 1987
Predecessore Piet Dankert
Successore Charles Henry Plumb

Dati generali
Partito politico Movimento Repubblicano Popolare
(1944-1956)
Centro Democratico
(1966-1976)
Centro dei Democratici Sociali
(1976-1995)
Unione per la Democrazia Francese
(1978-1995)
Titolo di studio laurea in diritto e scienze politiche
Università Università di Strasburgo, Università di Strasburgo e Institut catholique de Paris
Professione avvocato
Firma Firma di Pierre Pflimlin

Pierre Eugène Jean Pflimlin (Roubaix, 5 febbraio 1907Strasburgo, 27 giugno 2000) è stato un politico francese. È stato Presidente del Consiglio della Francia per un brevissimo periodo dal 14 maggio al 1º giugno 1958 e dal 1984 al 1987 Presidente del Parlamento Europeo.

BiografiaModifica

Compì gli studi al liceo di Mulhouse, quindi all'Istituto cattolico di Parigi ed infine all'Università di Strasburgo.

Laureato in diritto e scienze politiche, divenne avvocato nel 1933 presso il foro di Strasburgo.

Giovane militante democratico-cristiano, fu membro dell'Union populaire républicaine, il grande partito cattolico alsaziano.

Sotto l'occupazione nazista, lavorò nel Segretariato generale della gioventù a Vichy nel 1941, poi fu nominato giudice istruttore a Thonon-les-Bains (dal 1941 al 1944) e quindi Sostituto Procuratore della Repubblica a Metz (1944).

Alla liberazione, fu membro dell’MRP, il partito democratico-cristiano centrista, dalla sua creazione nel 1945; ne fu poi presidente dal 1956 al 1959.

Le sue prime esperienze di governo furono quelle di Sottosegretario di Stato alla Sanità pubblica e della Popolazione (nel 1946), poi all'Economia nazionale.

Fu molte volte ministro durante la Quarta Repubblica e particolarmente ministro dell'Agricoltura in otto governi fra il 1947 ed il 1951, e quindi in una gran parte dei governi succedutisi fino al 1958 (Commercio, Europa, Francia d'Oltremare, Finanze e affari economici).

Fu il penultimo presidente del Consiglio dei ministri della Quarta Repubblica: investito della carica dall'Assemblea il 14 maggio 1958 alle due del mattino (con 274 voti contro 129), egli non aveva costituzionalmente ancora alcun potere alla vigilia degli avvenimenti di Algeri (13 maggio). Il 28 maggio successivo, di fronte alla minaccia di una guerra civile, preferì rimettere il suo mandato. Come altre personalità, fece parte del primo governo di Charles de Gaulle con la carica di ministro di Stato senza portafoglio (1º giugno 1958 - 8 gennaio 1959).

Tornò al governo con la nomina del primo governo Pompidou (14 aprile 1962) e la carica di ministro di Stato alla Cooperazione, ma si dimise il mese successivo, insieme agli altri ministri dell’MRP, partito europeista, a causa del grave disaccordo con il generale de Gaulle sulla realizzazione dell'Europa unita.

Divenne Presidente del Parlamento europeo nel 1984 mantenendo la carica per tre anni, allorché si ritirò dalla vita politica.

Nel 1991 pubblicò le sue memorie (Mémoires d'un Européen, edizioni Fayard).

Le salme di Pierre Pflimlin e quella della moglie sono inumate nel cimitero di San Gallo di Strasburgo.

OnorificenzeModifica

Onorificenze francesiModifica

  Croix de Guerre francese 1939-1945

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine al Merito dello Stato di Baden-Wuerttemberg (Baden-Wuerttemberg)
— 1977
  Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca
— 1975
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Piano (Santa Sede)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN2475403 · ISNI (EN0000 0001 0862 4588 · LCCN (ENn80136252 · GND (DE118826549 · BNF (FRcb11919531w (data) · J9U (ENHE987007301486005171 · WorldCat Identities (ENlccn-n80136252