Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il comune in provincia di Foggia, vedi Pietramontecorvino.
Pietra Montecorvino
Pietra Montecorvino.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Folk rock
Folk
Periodo di attività musicale1982 – in attività
EtichettaCheyenne Records, Five Record, Lucky Planets
Album pubblicati10
Studio10
Sito ufficiale

«Sud, sud. Nuje simmo dô sud, nuje simmo curte e nire / nuje simmo nate pe cantà e faticammo a faticà»

(Pietra Montecorvino, Sud)

Pietra Montecorvino, pseudonimo di Barbara D'Alessandro (Napoli, 2 dicembre 1962), è una cantante e attrice italiana.

Indice

BiografiaModifica

Debutta nel 1983 nel film di Renzo Arbore "FF.SS." - Cioè: "...che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?". Nel film interpreta anche la canzone Sud, che rivela le sue doti vocali.

Nel 1986 al fianco di Angelo Branduardi partecipa al Tour International del disco Pane e rose nel quale interpreta tre brani.

Lavora allo spettacolo musicale Acqua acqua foco foco di Eugenio Bennato, che viene rappresentato al Carnevale di Venezia e compie una tournée internazionale in Francia e in Argentina. Nel 1988 è protagonista nel film Cavalli si nasce con David Riondino e Paolo Hendel, per la regia di Sergio Staino. Nel 1989 è di nuovo interprete di un'opera musicale di Eugenio Bennato, A sud di Mozart con la regia di Bruno Colella.

Nel 1988 incide il primo 45 giri, Una città che vola/Tutta pe' mme; nello stesso anno collabora con Angelo Branduardi, duettando nelle canzoni Frutta, Tango e Barbablu (contenute nel suo album Pane e rose) e nelle relative versioni francesi (all'interno dell'album Du pain et des roses).

Il suo primo album, però, risale al 1991: si intitola Segnorita ed è scritto dai fratelli Eugenio ed Edoardo Bennato. Lo stesso anno vince la Targa Tenco come "Miglior interprete dell'anno".

Nel 1992 è al Festival di Sanremo con Peppino Di Capri con Favola Blues. L'anno successivo esce il secondo album Voce di pietra.

Nel 2000 pubblica la raccolta intitolata Del mio meglio e l'album La stella del cammino.

Nel 2004 esce l'album Napoli mediterranea, cui fa seguito nel 2005 Seguendo Virgilio - Dentro e fuori il Quartetto Cetra, omaggio a Virgilio Savona del Quartetto Cetra, album in cui vari artisti rivisitano alcuni brani di Savona. Tra questi anche Pietra, con il brano I ricordi della sera.

Nel 2009 esce l'album Italiana che contiene il meglio della canzone italiana degli ultimi quarant'anni, reinterpretata con strumenti e sonorità etniche e del mondo arabo.

Nell'estate 2009 Pietra Montecorvino si esibisce con un piccolo concerto a Tripoli, nell'ambito della Giornata dell'amicizia italo-libica, alla presenza del leader libico Gheddafi e il Presidente del governo italiano Silvio Berlusconi.

Nel 2010 è tra le protagoniste del film Passione di John Turturro. Nel film Pietra canta tre canzoni: Nun te scurdà con Raiz, Dove sta Zazà e Come facette mammeta.

Il 5 giugno 2014, esce il nuovo disco Esagerata. Il cd è composto da brani inediti scritti da Eugenio Bennato e Enzo Gragnaniello. Nel disco Pietra Montecorvino duetta con Raiz, in una nuova versione di Sud primo suo successo del 1983, facente parte della colonna sonora del film "FF.SS." di Renzo Arbore.

Nel 2015 esce un nuovo cd "Pietra a metà". L'album è interamente composto da noti brani di Pino Daniele ed è dedicato al cantautore recentemente scomparso.

Nel suo ultimo album "Colpa mia" del 2017 sono coinvolti musicisti come Salvio Vassallo, Tonino Carotone e il figlio di Pietra, Fulvio Bennato.

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

  • 1988 - Cavalli si nasce (colonna sonora del film omonimo)
  • 1991 - Segnorita (Five Record, FM 13691)
  • 1992 - Favola blues
  • 1993 - Voce di Pietra
  • 2000 - La stella del cammino
  • 2003 - Napoli Mediterranea
  • 2009 - Italiana
  • 2014 - Esagerata
  • 2015 - Pietra a metà
  • 2017 - Colpa mia

45 giriModifica

FilmografiaModifica

CuriositàModifica

LibriModifica

  • 2013 - Malamusik (con Dvd)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37196062 · ISNI (EN0000 0000 3565 0442 · SBN IT\ICCU\UBOV\937503 · LCCN (ENn2006031187 · BNF (FRcb15019678t (data)