Pietro Antonelli

diplomatico e esploratore italiano

Pietro Antonelli (Roma, 29 aprile 1853Rio de Janeiro, 11 gennaio 1901) è stato un diplomatico, esploratore e politico italiano.

Pietro Antonelli
Pietro Antonelli daticamera.jpg

Deputato del Regno d’Italia
Durata mandato10 giugno 1886 –
8 maggio 1895
LegislaturaXVI, XVII, XVIII
Gruppo
parlamentare
Destra
CollegioRoma I
Incarichi parlamentari
  • XVIII Legislatura
    Commissione generale del bilancio (27-11-1892-1-12-1892)
Sito istituzionale

Sottosegretario agli Affari Esteri
Durata mandato15-12-1893 –
14-6-1894
Capo di StatoUmberto I
Capo del governoFrancesco Crispi

Durata mandato14-6-1894 –
20-6-1894
PresidenteFrancesco Crispi

BiografiaModifica

Nipote di Giacomo, cardinale e segretario di stato di Pio IX, fu ambasciatore d'Italia in Etiopia presso la corte di Menelik II d'Etiopia.

Avventuroso ed entusiasta, fu un esponente della generazione degli esploratori italiani della fine del XIX secolo nel Corno d'Africa. Tra questi Orazio Antinori (cui successe come ambasciatore), Vittorio Bottego, Romolo Gessi, Carlo Piaggia e Giuseppe Sapeto furono i più noti. Le intenzioni e le consegne di tali esploratori erano nella maggior parte dei casi di tipo coloniale.

Seguace di Francesco Crispi, fu deputato del Regno d’Italia nelle Legislature XVI, XVII, XVIII e sottosegretario al Ministero degli Esteri dal 15 dicembre 1893 al 20 giugno 1894.

Fu l'artefice dell'incidente diplomatico sorto sulla base del Trattato di Uccialli del 2 maggio 1889, il cui articolo 17 differiva nelle versioni italiana e amarica e diede all'Italia il pretesto per rivendicare il protettorato sull'Abissinia, cosa che condusse ad una delle peggiori disfatte del giovane Regno d'Italia.

Il 24 novembre 1894 venne nominato ministro plenipotenziario a Buenos Aires; quasi tre anni esatti dopo (21 novembre 1897) fu trasferito a Rio de Janeiro dove contrasse la febbre gialla, dalla quale non riuscì a guarire: morì mentre tentava, a bordo di un piroscafo, di ritornare in Italia.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN7689679 · ISNI (EN0000 0000 6130 5204 · BAV 495/87882 · LCCN (ENno2009096993 · BNF (FRcb15367067k (data) · J9U (ENHE987007594658405171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009096993
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie