Pietro Franciosi

politico e antifascista sammarinese

Pietro Franciosi (Città di San Marino, 13 giugno 1864Città di San Marino, 21 dicembre 1935) è stato un politico e antifascista sammarinese.

BiografiaModifica

Nato a Città di San Marino nel 1864, completati gli studi in San Marino si scrisse all'Università di Bologna e tra i suoi docenti ci fu Giosuè Carducci. Inoltre venne in contatto con i fermenti socialisti in Romagna. Ottenne la laurea nel 1889 e insegnò storia e geografia nel liceo di Città di San Marino e ebbe tra i suoi allievi il futuro fascista Italo Balbo. Si fece portavoce delle classi più disagiate, fondò nel 1892 il primo gruppo socialista sammarinese, fondò il movimento che portò all'Arengo del 1906, si avvicino alla Società Unione Mutuo Soccorso di cui divenne presidente fino al 1917. Fondò la Cassa di Risparmio, il Magazzino cereali, le Cucine economiche e la Cooperativa degli Scalpellini. Nel 1921 venne esonerato dall'insegnamento per le sue idee socialiste. Venne picchiato varie volte dai fascisti e fu sorvegliato e condannato ai domiciliari. Per mantenersi fu costretto a dare lezioni private a Santarcangelo di Romagna e a Rimini. Fu chiamato da Giovanni Gentile all'Enciclopedia Treccani. Venne investito da un'auto a Rimini nel 1933 e le sue condizioni di salute peggiorarono fino alla morte nel 1935.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN69304418 · ISNI (EN0000 0000 6129 5851 · BNF (FRcb12194391d (data) · BAV ADV10175176 · WorldCat Identities (ENviaf-69304418