Pietro Pastorino

calciatore italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il velocista italiano, vedi Pietro Pastorino (atleta).
Pietro Pastorino
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex-Centrocampista)
Ritirato 1946 - giocatore
1964 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??Santa Margherita
192?-1930Genova 1893
Squadre di club1
1930-1932Genova 18931 (0)
1932-1933Imperia21 (1)
1933-1934Genova 18938 (0)
1934-1936GC Vigevanesi55 (1)
1936-1937Andrea Doria4 (0)
1937-1939Atalanta54 (1)
1939-1940Napoli16 (0)
1940-1941Liguria20 (0)
1941-1942Stabia7 (0)
1942-1943Sestrese10 (5)
1943-1944Casale5 (0)
1945-1946Sestrese31 (3)
Carriera da allenatore
1945-1946Sestrese
1948-1949Sestri Levante
1949-1950Lavagnese
1956-1959Entella
1960-1961Imperia
1962-1963Lavagnese
1963-1964Entella
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pietro Pastorino (Genova, 17 agosto 1913 – ...) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo centrocampista.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresce nel Genova 1893 con cui debutta in Serie A a 19 anni. Viene mandato in prestito all'Imperia dove, in Prima Divisione, ha la possibilità di maturare esperienza utile a ritornare tra i rossoblu dopo un anno.

Nella sua seconda stagione nel massimo campionato gioca 8 partite, e si conclude con la prima retrocessione del Genoa in Serie B, venendo trasferito al Vigevanesi in Serie B a fine stagione. Dopo due stagioni con i lombardi, la seconda chiusa con la retrocessione, ritorna a Genova, questa volta all'Andrea Doria, per passare poi nel 1937 all'Atalanta.

Con i bergamaschi disputa un campionato da titolare in Serie A, chiuso con la retrocessione tra i cadetti, ed un altro di Serie B nel quale la promozione svanisce all'ultima giornata. Viene quindi ceduto al Napoli, con cui disputa il campionato di Serie A 1939-1940. Torna quindi a Genova per vestire la maglia del Liguria, con cui centra la vittoria nel campionato di Serie B 1940-1941.

Nel 1941 torna in Campania dove disputa un campionato di Serie C, con lo Stabia, quindi passa al Cavagnaro Genova (rinominato in seguito Sestrese).

Durante l'interruzione bellica ai campionati ufficiali disputa il Campionato Alta Italia 1944 con il Casale, per chiudere la carriera con la Sestrese, con cui disputa un campionato di C e uno di B.

In carriera ha totalizzato complessivamente 46 presenze in Serie A e 115 presenze e 2 reti in Serie B.

AllenatoreModifica

Dopo un triennio all'Entella, ha allenato per una stagione l'Imperia nelle serie minori; è poi tornato all'Entella, dove ha vinto un campionato di Serie D.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Liguria: 1940-1941

AllenatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

Entella: 1957-1958

Competizioni nazionaliModifica

Entella: 1963-1964

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Pietro Pastorino, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.