Apri il menu principale

Pietro Reichlin (Roma, 20 marzo 1956) è un economista e accademico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato nel 1956, è figlio di Alfredo Reichlin, ex deputato di PCI e PDS, e di Luciana Castellina, fondatrice de il manifesto e anch'essa deputata, fratello di Lucrezia Reichlin anch'essa economista.[1]

Nel 1981 si è laureato in Scienze statistiche presso La Sapienza di Roma,[2] conseguendo poi un PhD presso la Columbia University di New York nel 1987.[2]

Specializzato in macroeconomia, economia monetaria, mercati finanziari e ciclo economico, ha insegnato presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II (1992-1994), l'Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio" di Chieti (1994-1998), e La Sapienza (1998-2005).[2] Dal 2005 insegna economia politica alla LUISS "Guido Carli" di Roma.[2], dove è anche direttore del centro di ricerca Center for Labor and Economic Growth. [3].

Autore di diversi libri, collabora con Il Sole 24 ORE[2], con Lavoce.info.[4] e L'Unità [5].

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ Paolo Foschi, I tre Reichlin, dal Partito comunista all'alta finanza, in Corriere della Sera, 3 maggio 2009, p. 12. URL consultato il 29 settembre 2013 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  2. ^ a b c d e Pietro Reichlin, Il Sole 24 ORE. URL consultato il 29 settembre 2013.
  3. ^ CELEG, su celeg.luiss.edu. URL consultato il 12 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2016).
  4. ^ Pietro Reichlin, Lavoce.info. URL consultato il 29 novembre 2016.
  5. ^ LUISS

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN15920302 · ISNI (EN0000 0000 8200 7249 · SBN IT\ICCU\UFIV\085639 · LCCN (ENn89662760 · GND (DE132042835 · BNF (FRcb16513559t (data)