Pietro Venturi

avvocato e politico italiano
Pietro Venturi

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XIII, XV

Assessore facente funzioni di Sindaco di Roma[1]
Durata mandato 31 maggio 1872 –
10 novembre 1872
Predecessore Giuseppe Troiani
Successore Luigi Pianciani

Assessore facente funzioni di Sindaco di Roma
Durata mandato 5 agosto 1874 –
14 gennaio 1875
Predecessore Luigi Pianciani
Successore Pietro Venturi

Sindaco di Roma[2]
Durata mandato 14 gennaio 1875 –
novembre 1877
Predecessore Pietro Venturi
Successore Emanuele Ruspoli

Pietro Venturi (Campagnano di Roma, settembre 1824[3][4]Roma, 2 gennaio 1892[3]) è stato un avvocato e politico italiano.

BiografiaModifica

Nato a Campagnano di Roma,[5] fu eletto assessore alla Amministrazione, Economia, Legali nella seduta comunale del 14 ottobre del 1871, a seguito della quale, il 21 ottobre[6] il sindaco Francesco Rospigliosi Pallavicini si dimise perché in disaccordo con la nomina dei componenti della Giunta Comunale.

Subentrò al Troiani come Assessore facente funzioni sindaco nel maggio del 1872.

Già assessore, alle dimissioni di Luigi Panciani da Sindaco, divenne facente funzioni di Sindaco, quindi fu sindaco di Roma dal 15 gennaio 1875 al novembre del 1877, e come Sindaco della Capitale il 27 ottobre 1875 conferì a Giuseppe Garibaldi la medaglia d'oro dei difensori di Roma nel 1849.[7]

Successivamente alla carica di Sindaco, presiedette anche la Camera di Commercio di Roma.[8]

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Pietro Venturi, in Biografie dei consiglieri comunali di Roma, Roma, 1873.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN62626011 · GND (DE129356387 · CERL cnp00597105
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie