Pietro dei Faitinelli

poeta italiano del XIV secolo

Pietro dei Faitinelli, soprannominato il Mugnone[1] (Lucca, 1280 circa – 1349), è stato un poeta italiano del Due-Trecento.

BiografiaModifica

Di professione notaio, partecipò attivamente alla vita politica della sua città natale, essendo di parte guelfa. Nel 1313 sposò Becchina di Coluccio della Volpe. Non si sa se ebbero dei figli.

Dal 1314, con la vittoria della fazione opposta, fu costretto a vivere a lungo in esilio. Rientrò a Lucca nel 1331, dopo un'amnistia concessa da re Giovanni I di Boemia.

Della sua produzione poetica ci restano 17 sonetti e una canzone. I temi principali delle sue opere sono la misoginia e la satira politica e morale, secondo la tradizione comico-realistica.

NoteModifica

  1. ^ Il soprannome è riportato anche come Muglione, Mugione, Mughione, Magnone, Mucchio; il cognome come Faytinelli, Fatinelli, Fantinelli

BibliografiaModifica

  • Pietro dei Faitinelli, Rime, a cura di Benedetta Aldinucci, Firenze, Accademia della Crusca, 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN310506641 · BAV 495/22849 · CERL cnp00287625 · GND (DE102432309 · WorldCat Identities (ENviaf-310506641