Apri il menu principale

Pilatus PC-9

aereo da addestramento Pilatus Aircraft
Pilatus PC-9
RAAF PC-9.png
Un PC-9 dell'australiana RAAF
Descrizione
Tipoaereo da addestramento
Equipaggio1-2
CostruttoreSvizzera Pilatus Aircraft
Data primo volo7 maggio 1984
Data entrata in servizio1987
Utilizzatore principaleSvizzera Forze aeree svizzere
Altri utilizzatoriAustralia RAAF
Arabia Saudita Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Sa'udiyya
Thailandia Kongthap Akat Thai
Esemplari605
Sviluppato dalPilatus PC-7
Altre variantiBeechcraft T-6 Texan II
Dimensioni e pesi
Lunghezza10,14 m
Apertura alare10,125 m
Altezza3,26 m
Superficie alare16,29
Peso a vuoto1 725 kg
Peso carico2 350 kg
Peso max al decollo3 200 kg
Propulsione
Motoreun turboelica Pratt & Whitney Canada PT6A-62
Potenza1 150 shp (857 kW)
Prestazioni
Velocità max593 km/h (320 kt)
Velocità di stallo143 km/h (77 kt) EAS con flap a zero e carrello ritratto
128 km/h (69 kt) con flap e carrello abbassato
Velocità di crociera556 km/h (300 kt) a 7 620 m (25 000 ft)
Velocità di salita20,8 m/s (4 090 ft/min)
Corsa di decollo391 m (1 280 ft)
Atterraggio700 m (2 295 ft)
Autonomia1 537 km (830 nmi)
4 h 30 min
Tangenza11 580 m (37 992 ft)
Armamento
Piloni6
Notedati riferiti alla versione PC-9M

dati estratti da Jane's All The World's Aircraft 2003-2004[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Pilatus PC-9 è un aereo da addestramento prodotto dall'azienda svizzera Pilatus Flugzeugwerke AG. Ultimo sviluppo di una lunga serie, è un velivolo monomotore a turboelica, biposto, ad ala bassa e con un abitacolo a bolla, ad alte prestazioni (velocità massima di oltre 500 km/h) e che ha ottenuto nel tempo un ottimo successo commerciale.

Assieme al brasiliano Embraer EMB 312 Tucano rappresenta l'ultima evoluzione di addestratori leggeri a elica come lo statunitense Beechcraft T-34 Mentor e l'italiano SIAI-Marchetti SF-260.

Indice

Storia del progettoModifica

Il PC-9 venne progettato per la necessità di sviluppare un velivolo di prestazioni superiori da offrire al mercato e da affiancare alla gamma di modelli allora in produzione. Evoluzione più potente del PC-7, il PC-9 pur mantenendone l'impostazione e l'aspetto condivideva ben poco della struttura del precedente modello. Tra le altre migliorie, era caratterizzato da una cabina di pilotaggio di maggiori dimensioni e dotata di seggiolini eiettabili e l'adozione di un aerofreno in posizione ventrale.

Il programma di sviluppo del PC-9 venne iniziato ufficialmente nel 1982. Sebbene alcuni elementi aerodinamici vennero precedentemente testati su un PC-7 nel 1982 e nel 1983, il primo prototipo del PC-9 venne portato in volo per la prima volta il 7 maggio 1984. Un secondo prototipo volò il 20 luglio dello stesso anno, dotato dello standard di strumentazione elettronica di bordo prevista per la produzione e praticamente in configurazione di preserie.

La certificazione venne ottenuta nel settembre 1985, troppo tardi per competere con la richiesta di fornitura di un addestratore da parte della britannica Royal Air Force, la quale dichiarò vincitore lo Short Tucano, versione britannica costruita su licenza del brasiliano Embraer EMB 312 Tucano. Tuttavia, grazie alle operazioni di marketing che condivideva con la British Aerospace durante il concorso riuscì ad ottenere un primo ordine di fornitura da parte dell'Arabia Saudita.

Successivamente venne scelto come addestratore per il concorso americano Joint Primary Aircraft Training System o JPATS, indetto per l'adozione di un moderno aereo da addestramento, con un contratto stipulato con la Raytheon Aircraft Company (ora Hawker Beechcraft) per la produzione su licenza di centinaia di esemplari denominati T-6 Texan II.

Impiego operativoModifica

Il primo PC-9 di produzione di serie assegnato alla Royal Australian Air Force venne portato in volo il 19 maggio 1987, al quale fu assegnata la denominazione australiana PC-9/A.

La compagnia aerea tedesca Condor Flugdienst usa 10 esemplari nella versione aereo da traino.

VersioniModifica

PC-9
versione da addestramento basico biposto.
Beech Pilatus PC-9 Mk.2
al fine di competere nel concorso statunitense JPATS, la Pilatus e la Beech Aircraft Corporation svilupparono una versione ampiamente modificata del PC-9, denominata Beech Pilatus PC-9 Mk. II che venne valutata la vincitrice tra le altre 7 proposte presentate dai contendenti. venne successivamente ridenominato Beechcraft T-6 Texan II ora prodotto e commercializzato indipendentemente dalla Raytheon Aircraft Company (ora Hawker Beechcraft e che acquisì la Beechcraft nel 1980) negli stabilimenti di Wichita, Kansas. Oltre 700 esemplari sono stati forniti alla USAF e U.S. Navy.
PC-9/A
versione da addestramento basico biposto destinata alla Royal Australian Air Force prodotta su licenza in Australia dalla Hawker de Havilland. La Croazia acquisì 3 esemplari ex-RAAF nel 1997.
PC-9B
versione aereo da traino biposto destinata alla Luftwaffe. Questa versione è caratterizzata da un aumento della capacità di carburante consentendo di volo a un massimo di 3 ore e 20 minuti. Inoltre è equipaggiata con 2 verricelli Southwest RM-24 posizionati sotto le ali con i quali possono trainare un obiettivo fino alla distanza di 3 500 m.
PC-9M
questa versione venne introdotta nel 1997 come il nuovo modello standard. È caratterizzata da una pinna dorsale allargata al fine di migliorare la stabilità longitudinale, una radice alare dalla carenatura modificata, stall strip sul bordo d'attacco, nuovi controlli e una nuova elica. La Croazia ha acquistato 17 nuove unità nel 1997, la Slovenia (PC-9M, soprannominato Hudournik -rondone) ha emesso un ordine per 9 esemplari nel dicembre dello stesso anno, l'Oman ha ordinato 12 esemplari nel gennaio 1999 e l'Irlanda ha firmato un contratto per 8 esemplari nel gennaio 2003. La Bulgaria ha acquistato 12 esemplari nel 2004. L'ultimo ordine è stato effettuato dal Messico, che ha ricevuto almeno due esemplari nel mese di settembre 2006.

UtilizzatoriModifica

MilitariModifica

  Angola
Ad agosto 2015 opera con i 4 esemplari consegnati a partire dal 1987.[2][3]
  Arabia Saudita
opera con 50 esemplari consegnati dal dicembre 1986.[4]
  Australia
 
Un PC-9 della Roulettes, la pattuglia acrobatica della RAAF.
opera con 65 esemplari (dei 67 originalmente consegnati) - 2 forniti direttamente dalla Pilatus, 17 assemblati localmente da esemplari in kit di montaggio forniti dalla Pilatus e 48 prodotti su licenza in Australia dalla Hawker de Havilland. Il PC-9 è il velivolo utilizzato dalla Roulettes, la pattuglia acrobatica della RAAF.[5]
  Bulgaria
opera con 6 esemplari consegnati nel 2004.[6]
  Ciad
opera, al maggio 2018, con un PC-9 destinato all'addestramento e come aereo da attacco leggero.[7][8][9]
  Cipro
opera con 2 esemplari consegnati dal 1989, uno dei quali risulta distrutto in un incidente il 10 settembre 2005.[10]
  Croazia
 
La figura acrobatica effettuata dai PC-9M della pattuglia acrobatica croata Wings of Storm.
3 PC-9A e 15 PC-9M, 3 della versione A e 12 di quella B in servizio al marzo 2019.[11] I PC-9s sono usati nell'addestramento avanzato dei piloti e nella pattuglia acrobatica nazionale Wings of Storm.[12]
  Iraq
ricevette 20 esemplari consegnati dal 1987. Attualmente risultano tutti distrutti o ritirati.[13]
  Irlanda
opera con 8 PC-9M consegnati alla fine del 2004. Nel 2005 gli esemplari vennero aggiornati con armamento offensivo, 2 rocked pods e 2 pods dotati di mitragliatrici.[14]
  Messico
2 PC-9M consegnati alla fine di settembre 2006.[15] Un PC-9M in servizio all'aprile 2019.[16]
  Birmania
10 esemplari consegnati dall'aprile 1986, tutti in servizio operativo al dicembre 2016..[17][18]
  Oman
opera con 12 esemplari consegnati tra il 1999 e il marzo 2000.[19]
  Slovenia
 
Due PC-9M Hudournik della slovena Brigada zračne obrambe in letalstva Slovenske vojske sopra il porto di Capodistria.
opera con 11 esemplari, ridesignati PC-9M Hudournik. 3 esemplari consegnati dal 1995 (uno dei quali perso in un incidente nel 2004) e 9 consegnati dal novembre 1998. Tutti gli esemplari sono stati aggiornati in Israele.[20]
  Svizzera
opera con 14 esemplari consegnati dal 1987. 2 vennero riconsegnati alla Pilatus dopo le valutazioni, e un altro perso in un incidente.[21]
  Thailandia
opera con 36 esemplari consegnati dal 1991. Attualmente sono 22 i PC-9 rimasti in servizio attivo.[22]
  Stati Uniti
opera con 47 esemplari di T-6A Texan II, la versione prodotta su licenza del PC-9.[23]
opera con 340 esemplari di T-6A Texan II come addestratore. Hanno sostituito il Cessna A-37 Dragonfly nel 2008[24]

CiviliModifica

  Germania
opera con una flotta di 10 esemplari versione aereo da traino.
  Regno Unito
opera con 2 esemplari per i test di sviluppo su contratto della Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Sa'udiyya.

NoteModifica

  1. ^ Jackson 2003, pp. 455-456.
  2. ^ Angolan military aviation OrBat Archiviato il 7 marzo 2012 in Internet Archive..
  3. ^ "Le forze aeree del mondo, Angola" - "Aeronautica & Difesa" N. 346 - 08/2015 pag. 68
  4. ^ Saudi military aviation OrBat.
  5. ^ Australian military aviation OrBat.
  6. ^ Bulgarian military aviation OrBat Archiviato il 14 luglio 2011 in Internet Archive..
  7. ^ "LES AÉRONEFS DES FORCES AÉRIENNES DES NATIONS DU G5 SAHEL EN 2018 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 10 maggio 2018, URL consultato il 9 marzo 2019.
  8. ^ "Le forze aeree del mondo. Ciad" - "Aeronautica & Difesa" N. 377 - 03/2018 pag. 70
  9. ^ Chadian military aviation OrBat Archiviato il 27 dicembre 2008 in Internet Archive..
  10. ^ Cypriotic military aviation OrBat Archiviato il 27 maggio 2012 in Internet Archive..
  11. ^ "Le forze aeree del mondo. Croazia" - "Aeronautica & Difesa" N. 389 - 03/2019 pag. 70
  12. ^ Croatian military aviation OrBat Archiviato il 27 dicembre 2008 in Internet Archive..
  13. ^ Iraqi military aviation OrBat Archiviato il 27 dicembre 2008 in Internet Archive..
  14. ^ Irish military aviation OrBat.
  15. ^ Mexican military aviation OrBat Archiviato il 20 dicembre 2008 in Internet Archive..
  16. ^ "EL PODER AÉREO DE LA ARMADA Y LA FUERZA AÉREA MEXICANA", su defensa.com, 29 marzo 2019, URL consultato il 10 aprile 2019.
  17. ^ Birmese military aviation OrBat Archiviato il 14 marzo 2012 in Internet Archive..
  18. ^ "Le forze aeree del mondo. Birmania" - "Aeronautica & Difesa" N. 362 - 12/2016 pag. 68
  19. ^ Omani military aviation OrBat Archiviato il 27 dicembre 2008 in Internet Archive..
  20. ^ Slovenian military aviation OrBat Archiviato il 28 agosto 2014 in Internet Archive..
  21. ^ Swiss military aviation OrBat.
  22. ^ Portuguese military aviation OrBat.
  23. ^ US Navy military aviation OrBat Archiviato l'11 gennaio 2009 in Internet Archive..
  24. ^ US Air Force military aviation OrBat Archiviato il 10 dicembre 2010 in Internet Archive..

BibliografiaModifica

  • (EN) Stephen Harding, U.S. Army Aircraft Since 1947, Atglen, Pennsylvania, Schiffer Publishing Ltd., 1997, ISBN 978-0-7643-0190-2.
  • (EN) Paul Jackson, Jane's All the World's Aircraft 2003-2004, Coulsdon, UK, Jane's Information Group, 2003, ISBN 0-7106-2537-5.

Velivoli comparabiliModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica