Pina Turco

attrice italiana

Pina Turco (Torre del Greco, 5 agosto 1984) è un'attrice italiana.

BiografiaModifica

Laureata in Antropologia culturale presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza",[1] si fa conoscere nella soap Un posto al sole nel ruolo di Maddalena De Luca e in Gomorra - La serie nel ruolo di Debora Di Marzio. Nel 2015 è co-sceneggiatrice del cortometraggio Bellissima Premio David di Donatello per il miglior cortometraggio 2016.[2] Nel 2018 protagonista nel film Il vizio della speranza diretto da Edoardo De Angelis e nel 2020, nella parte di Ninuccia, nel film TV Natale in casa Cupiello con Sergio Castellitto.

Vita privataModifica

Dal maggio 2017, in una cerimonia privata a Castel Volturno, Pina Turco è sposata con il regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Edoardo De Angelis.[3][4] La coppia ha un figlio, nato nel luglio 2017.[5]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

RiconoscimentiModifica

David di Donatello[6][3]
Tokyo International Film Festival[7]
  • 2018 - Miglior attrice per Il vizio della speranza

NoteModifica

  1. ^ Giovanni Salzano, L’intervista hashtaggata a Pina Turco: «Non vedo l’ora di invecchiare», su magazine3d.it, 19 febbraio 2019.
  2. ^ Bellissima.
  3. ^ a b Gianni Valentino, I volti di Napoli, Pina Turco: “Non volevo fare l’attrice ignorante, ora corro per il David", su la Repubblica, 24 marzo 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  4. ^ Francesca Cicatelli, Debora di Gomorra: matrimonio in 10 a Castel Volturno e Giorgio in arrivo, su Il Mattino, 5 aprile 2017.
  5. ^ Giovanni Salzano, L'intervista hashtaggata a Pina Turco: «Non vedo l'ora di invecchiare», su Magazine #3D, 19 febbraio 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  6. ^ Le nomination dei David di Donatello, i premi del cinema italiano, su il Post, 19 febbraio 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  7. ^ Emanuele Sacchi, «Aspettare e sperare». L'Italia vince a Tokyo: De Angelis, Pina Turco e il loro vizio della speranza, su MYmovies.it, 4 novembre 2018. URL consultato il 24 dicembre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica