Pinar de Chamartín (metropolitana di Madrid)

stazione della metropolitana di Madrid
MetroMadridLogoSimplified.svg Pinar de Chamartín
Metro Madrid Pinar Chamartin.jpg
I binari della stazione
Stazione della metropolitana di Madrid
Gestore Metro de Madrid
Inaugurazione 2007
Stato In uso
Linea Madrid-MetroLinea1.svg
Madrid-MetroLinea4.svg
Madrid MetroLigero1.svg
Localizzazione Calle de Arturo Soria
Tipologia Stazione sotterranea
Interscambio Autobus urbani 29, 125, 129, 150
Autobus interurbani 158
Autobus notturni N1
Note Zona tariffaria A1 Ascensore
Mappa di localizzazione: Madrid
Pinar de Chamartín
Pinar de Chamartín
Metropolitane del mondo

Pinar de Chamartín è una stazione delle linee 1 e 4 della metropolitana di Madrid e della linea ML1 della metropolitana leggera; è il capolinea delle tre linee.

Si trova nella zona nord della città di Madrid, all'intersezione delle vie Arturo Soria e Dalia, nel quartiere Costillares del distretto Ciudad Lineal.

Storia e caratteristicheModifica

La stazione fu inaugurata l'11 aprile 2007 con le due stazioni della metropolitana[1], mentre il 24 maggio 2007 venne aperta la stazione della metropolitana leggera.[2].

L'apertura di questa stazione ha portato un beneficio agli abitanti della zona e ha migliorato il servizio delle due linee interurbane con capolinea nel quartiere, una diretta a Alcobendas e l’altra a San Sebastián de los Reyes. Queste due linee, a causa della scarsa domanda, vennero sostituite il 21 settembre 2011 da un’altra linea, la 158, che cerca di servire le zone servite dalle due linee precedenti.

La stazione presenta un unico acceso in Calle de Arturo Soria in prossimità del numero 330, per raggiungere il vestibolo bisogna quindi scendere due rampe di scale. Per accedere alle linee di metro bisogna scendere ulteriori scale, mentre per entrare nella linea di metro leggero bisogna salire per breve tratto di scale. La stazione ha tre tornelli: quelli che vanno alla metropolitana, quelli che vanno alla metropolitana leggere e quelli che comunicano entrambi. Sebbene il trasbordo sia gratuito, è necessario convalidare il biglietto.

La stazione è decorata con un murale in metallo di 25 x 5 metri e un’unità 477 dei vecchi tram di Madrid.

AccessiModifica

Ingresso Pinar de Chamartín

  • Arturo Soria Calle de Arturo Soria 330
  •   Ascensore Calle de Arturo Soria 330

InterscambiModifica

AutobusModifica

UrbaniModifica

Diurni
Linea Destinazione Fermata
125 Mar de Cristal 137: Pinar de Chamartín (Calle de Arturo Soria 329)
129 Plaza de Castilla
150 Sol-Sevilla
125 Hospital Ramón y Cajal 138: Pinar de Chamartín (Calle de Arturo Soria 330)
129 Manoteras
150 Virgen del Cortijo
29 Manoteras 4646: Pinar de Chamartín (Calle Dalia 2)
Felipe II 4647: Pinar de Chamartín (Calle Dalia 1)
Notturni
Linea Direzione Fermata
N1 Cibeles 137: Pinar de Chamartín (Calle de Arturo Soria 329)

ExtraurbaniModifica

Diurni
Linea Destinazione Fermata Operatore
158 Madrid (Pinar de Chamartín) 137: Pinar de Chamartín (Calle de Arturo Soria 329) Interbús
Alcobendas - San Sebastián de los Reyes (Tempranales) 138: Pinar de Chamartín (Calle de Arturo Soria 330)

Tram 477Modifica

Nel vestibolo della stazione è esposto il tram 477, in omaggio a tutti i vecchi tram che hanno percorso la città di Madrid tra il 1871 e il 1972[3][4]. Per la precisione, è un Charleroi II costruito dalla Società Franco-Belga di La Croyère e utilizzato per la prima volta nel 1908.

Il suo peso è di 10 590 chilogrammi, è lungo 8,32 m, largo 2,04 m ed è equipaggiato con due motori elettrici MTV5 Charleroi da 48 CV di potenza. Poteva trasportare in totale 37 passeggeri, 16 dei quali nei posti a sedere.

Il 477 fu rimodellato nel 1935 e nel 1943, prestando servizio fino al 1962. Nel 1971 fu restaurato per poter partecipare negli eventi commemorativi del centenario dell'introduzione del tram a Madrid e circolò per l'ultima volta il 31 maggio 1972, giorno in cui fu dismesso il servizio tranviario nella città.

Questo mezzo è visibile in diversi film, tra cui Il dottor Živago di David Lean nel 1965 e The bikes are for the summer di Jaime Chávarri nel 1984. L'aspetto attuale dipende da un restauro effettuato nel 1995 nelle officine del CAF di Saragozza.

NoteModifica

  1. ^ (ES) El nuevo mapa del metro, su elpais.com, 12 aprile 2007. URL consultato il 1º giugno 2019.
  2. ^ (ES) El tranvía a Las Tablas comienza a circular hoy, su elpais.com, 24 maggio 2007. URL consultato il 1º giugno 2019.
  3. ^ (ES) El metro de Pinar de Chamartín llega a Gran Vía en 23 minutos, su 20minutos.es, 12 aprile 2007. URL consultato il 1º giugno 2019.
  4. ^ (ES) Metro: Ampliación de las líneas 1 y 4 hasta Pinar de Chamartín (IV), su espormadrid.es, 12 aprile 2007. URL consultato il 1º giugno 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Capolinea Fermata precedente Linea   Fermata successiva Capolinea
Pinar de Chamartín   capolinea   Pinar de Chamartín   Bambú   Valdecarros
Capolinea Fermata precedente Linea   Fermata successiva Capolinea
Argüelles   Manoteras   Pinar de Chamartín   capolinea   Pinar de Chamartín
Capolinea Fermata precedente Linea ML1   Fermata successiva Capolinea
Pinar de Chamartín   capolinea   Pinar de Chamartín   Fuente de la Mora   Las Tablas