Pinar del Río

Pinar del Río
comune
(ES) Pinar del Río
Pinar del Río – Stemma
Pinar del Río – Veduta
Localizzazione
StatoCuba Cuba
ProvinciaPinar del Río
Territorio
Coordinate22°24′N 83°40′W / 22.4°N 83.666667°W22.4; -83.666667 (Pinar del Río)
Altitudine60 m s.l.m.
Superficie708 km²
Abitanti190 532 (2004)
Densità269,11 ab./km²
Altre informazioni
Linguespagnolo
Cod. postale20100-20200-20300
Prefisso+53-48
Fuso orarioUTC-5
Nome abitanti(ES) pinareños/as
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cuba
Pinar del Río
Pinar del Río
Sito istituzionale

Pinar del Río è un comune di Cuba, capoluogo della provincia omonima, situato nella parte occidentale del paese nei pressi dell’Avana. Deve il suo nome alla grande quantità di pini presenti sul territorio. La zona è anche conosciuta per annoverare il maggior numero di aree protette di tutta l’isola di Cuba; tra esse spiccano il Parque Nacional de Viñales e la Península de Guanahacabibes, rinomata per la presenza di specie uniche come le tartarughe marine, osservabili principalmente tra il mese di maggio e di agosto. [1]

In questa zona si trova la maggiore produzione di tabacco, che ne fa il centro dell'industria dei sigari, con l'80% della produzione totale. Una delle piantagioni principali localizzate nella città è quella di Alejandro Robaina, lavorata dai guajiros e situata nella parte occidentale del comune. La cultura del tabacco viene definita guajira, termine derivante dal nome dei tradizionali contadini dell’isola. [2]

Anticamente era conosciuta come Nueva Filipinas.

StoriaModifica

Pinar del Río è stata una delle ultime grandi città di Cuba fondata dagli spagnoli, il 10 settembre 1867. La città e la provincia sono state fondate come Nueva Filipinas (Nuove Filippine) in risposta a un afflusso di lavoratori asiatici provenienti dalle Isole Filippine per lavoro nelle piantagioni di tabacco.

La storia di Pinar del Río inizia con i Guanahatabey, un gruppo di nativi nomadi che vivevano nelle caverne e si procuravano la maggior parte del loro sostentamento dal mare. Meno avanzati degli altri nativi indigeni che vivevano sull'isola, i Guanahatabey erano un gruppo pacifico e passivo la cui cultura nacque in gran parte indipendentemente dalle culture Taino e Siboney più a est. I Guanahatabey erano estinti al momento dell'arrivo degli spagnoli nel 1492; rimane poca documentazione di prima mano su come fosse strutturata e organizzata l'arcaica società di Guanahatabey, sebbene alcuni siti archeologici siano stati trovati nella penisola di Guanahacabibes.

Monumenti e luoghi di interesseModifica

Il comune ospita alcuni edifici importanti a livello culturale e storico. Il Teatro José Jacinto Milanés, realizzato in stile neoclassico, costituisce uno degli otto grandi teatri costruiti durante il periodo coloniale e risale al XIX secolo. Il Museo de Ciencias Naturales ospita una delle collezioni più fornite sulla storia della fauna e della flora dell’isola, risale al XX secolo ed è ubicato all’interno del Palacio de Guasch. Il Palacio de los Matrimonios, in stile eclettico, è un ulteriore esempio di edificio emblematico della città all’interno del quale è possibile assistere occasionalmente ad un matrimonio tipicamente cubano. [3]

Altri progettiModifica

NoteModifica

  1. ^ ViaggiareCuba, Pinar del Río, Cuba, su viaggiarecuba.com. URL consultato il 14 febbraio 2022.
  2. ^ ViaggioaCuba, Quali sono le cose migliori da vedere a Pinar del Río?, su viaggioacuba.com. URL consultato il 14 febbraio 2022.
  3. ^ ViaggioaCuba, Pinar del Río, su viaggioacuba.com. URL consultato il 14 febbraio 2022.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN127855761 · LCCN (ENn81126250 · J9U (ENHE987007562170205171 (topic) · WorldCat Identities (ENlccn-n81126250
  Portale Cuba: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cuba