Apri il menu principale

Pink Anderson

cantante e chitarrista statunitense

BiografiaModifica

Cresciuto a Spartanburg (nel nord ovest della Carolina del Sud), si unì al Dr. Kerr dell'Indian Remedy Company nel 1914 per intrattenere la folla cantando e ballando mentre Kerr cercava di vendere un intruglio spacciato per medicinale. Nel 1916, a Spartanburg, Anderson conobbe Simmie Dooley, da cui Pink imparò a cantare blues. Quando Anderson non viaggiava con il Dr. Kerr, lui e Dooley suonavano ai piccoli raduni a Spartanburg e nelle località vicine.

Dopo che il Dr. Kerr si ritirò nel 1945, Anderson si dedicò totalmente al blues e sviluppò il suo talento con una piccola chitarra e una armonica a bocca. Alcuni problemi di cuore lo costrinsero a ritirarsi nel 1957. Suo figlio, conosciuto come Little Pink Anderson, ha seguito le orme del padre ed ora vive e suona in Georgia[1].

Anderson registrò alcune canzoni nel 1960 e nel 1963 apparve nel film The Bluesmen.

DiscografiaModifica

  • 1961 - American Street Songs
  • 1961 - Vol. 1 Carolina Bluesman
  • 1962 - Carolina Medicine Show Hokum & Blues
  • 1962 - Vol. 2 Medicine Show Man
  • 1963 - Ballad & Folksinger, Vol. 3

"Pink" FloydModifica

Il musicista Syd Barrett ricavò il nome Pink Floyd unendo i nomi dei due suoi bluesmen preferiti: Pink Anderson e Floyd Council.

NoteModifica

  1. ^ Colin Larkin (a cura di), 5th Concise Edition. The Encyclopedia of Popular Music, Omnibus Press, 2007, ISBN 978-0-85712-595-8.

BibliografiaModifica

  • Colin Larkin (a cura di), 5th Concise Edition. The Encyclopedia of Popular Music, Omnibus Press, 2007, ISBN 978-0-85712-595-8.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN10038668 · ISNI (EN0000 0000 5941 1112 · LCCN (ENn85269848 · GND (DE13496697X · BNF (FRcb13943982b (data) · WorldCat Identities (ENn85-269848