Pioniere (rivista)

rivista settimanale italiana per ragazzi
Pioniere
serie regolare a fumetti
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
EditoreAssociazione Pionieri d'Italia
1ª edizione3 settembre 1950 – 20 maggio 1962
Periodicitàsettimanale
Albi599 (completa)

Pioniere fu una rivista per ragazzi pubblicata in Italia negli anni cinquanta e sessanta.[1][2]

Storia editorialeModifica

Negli anni quaranta venne edita dalla Edizioni Astrea per due anni la testata Il Moschettiere, una rivista per ragazzi di fumetti di produzione italiana e francese che poi cambiò nome, nel giugno 1947, in Il Pioniere dei Ragazzi che chiuse nell'agosto dello stesso anno dopo 7 numeri. La pubblicazione continuò nel 1948 come Noi Ragazzi, edita da UDI (Unione Donne Italiane) fino al 1950 con contenuti simili.[3][4]

Nello stesso anno, venne quindi fondata una nuova testata, Pioniere, ideata negli ambienti della sinistra italiana come alternativa al Corriere dei Piccoli e a Il Vittorioso, e, oltre a fumetti e a rubriche varie, conteneva anche interventi di natura sociale e politica. Venne diretto da Dina Rinaldi e Gianni Rodari (che fu anche autore). comprendeva nel gruppo creativo Marcello Argilli e Gianni Rodari.[1] Esordì nel 1950 grazie a Carlo Pagliarini che fu il primo presidente dell'Associazione Pionieri d'Italia (associazione che organizzava i ragazzi tra gli 8 e i 13 anni) che fu l'editore della rivista.[1][5]

Parteciparono alla realizzazione di questi giornali e fumetti per ragazzi importanti intellettuali della cultura italiana, tra cui Ada Gobetti, Amedeo Gigli, Alfonso Gatto, Giulia Mafai, Clario Onesti, Fernanda Macciocchi, Gabriella Parca, Luisa e Mario Sturani, Gaziella Urbinati, Raoul Verdini, Renata Viganò, Alfredo Zennaro, Marcello Argilli, Pino Zac, Franco Migliacci e altri.

La testata venne pubblicata fino al 1962.[1][2] Le pubblicazioni ripresero dal 1963 al 1966 come Il Pioniere dell'Unità edito come supplemento del giovedì de L'Unità[2][6] e, nel 1967, venne riproposta come inserto della rivista Noi Donne edita da UDI fino al 1970 col nome Pioniere Noi Donne.[7]

Il Comitato Ricerche Associazione Pionieri, ha data via alla ricerca e alla digitalizzazione degli albi non più protetti da diritto d'autore.[8]

PersonaggiModifica

 
Cipollino e il cavalier Pomodoro in un francobollo russo del 1992

Pubblicò serie a fumetti di produzione italiana e francese come Chiodino, un personaggio esordito nel 1953 e pubblicato fino alla chiusura e del quale vennero pubblicati negli anni anche libri come "Le avventure di Chiodino"[9], Cipollino, ideato da Rodari, protagonista di una serie di vignette che divenne uno dei personaggi principali della testata e protagonista poi anche di una trasposizione letteraria nel romanzo Le avventure di Cipollino scritta dallo stesso Rodari;[10] il personaggio ebbe successo anche in Russia e in altri paesi dell'area comunista dell'est Europa; venne pubblicato anche in Cina. Altri personaggi furono Coccodella e Chicchiricchio, pubblicati regolarmente fino al 1956, Pif, personaggio di produzione francese, Atomino, pubblicato per la prima volta nel Il Pioniere del Giovedì, supplemento de l'Unità nel 1963, e successivamente anche nel Pioniere supplemento Noi Donne e che venne pubblicato anche nella Repubblica Democratica Tedesca dal 1964. Furono pubblicati negli anni anche libri, quali "Sei storie di Atomino"[11] e "Atomino"[12], Aquila Bianca, esordito nel 1960, fu un personaggio che si proponeva di raccontare la storia dal punto di vista dei nativi americani.[1][13]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Pioniere, su guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 18 novembre 2019.
  2. ^ a b c FFF - Pioniere, su lfb.it. URL consultato il 18 novembre 2019.
  3. ^ Noi Ragazzi, su guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 18 novembre 2019.
  4. ^ Moschettiere, su guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 18 novembre 2019.
  5. ^ Pietro Greco, L’universo a dondolo. La scienza nell’opera di Gianni Rodari, Springer, 2010, ISBN 978-8847017078.
  6. ^ Il Pioniere dell'Unità, su guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 18 novembre 2019.
  7. ^ Pioniere, su guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 18 novembre 2019.
  8. ^ Indice generale "Pioniere", su ilpioniere.org. URL consultato il 24 luglio 2020.
  9. ^ (IT) Gabriella Parca e Marcello Argilli, Le avventure di Chiodino, in L'arciere, Giunti, 1994, ISBN 978-8809009783.
  10. ^ Gianni Rodari, Storia delle mie storie, in Il Pioniere, 1965.
  11. ^ Marcello Argilli e Vinicio Berti, Sei storie di Atomino, Morano, 1970.
  12. ^ (IT) Marcello Argilli, Atomino, in Topo di biblioteca, Piccoli, 1995, ISBN 978-8826170152.
  13. ^ Pino Boero e Carmine De Luca, La letteratura per l'infanzia, in Manuali Laterza, 11ª ed., Laterza, 2010, ISBN 978-8842076629.

BibliografiaModifica

  • Silvia Franchini, Diventare grandi con il Pioniere, 1950-1962: politica, progetti di vita e identità di genere nella piccola posta di un giornalino di sinistra, Firenze, Firenze university press, 2006
  • Pietro Macchione, Storia del giovane Rodari, Varese, P. Macchione, 2013, pp. 221–238

Collegamenti esterniModifica