Apri il menu principale

Piri (in greco Πύρις), personaggio dell'Iliade (XVI, vv. 416-418), fu un guerriero troiano[1].

Piri fu ucciso da Patroclo nell'azione bellica descritta nel libro XVI dell'Iliade relativo alla battaglia delle navi.

(GRC)

«Τληπόλεμόν τε Δαμαστορίδην Ἐχίον τε Πύριν τε,
Ἰφέα τ' Εῦιππόν τε καὶ Ἀργεάδην Πολύμηλον,
πάντας ἐπασσυτέρους πέλασε χθονὶ πουλυβοτείρῃ.
»

(IT)

«Echio e Piri e Tlepolemo Damastoride
Ifeo ed Euippo e Polimelo Argeade
tutti, l'uno sull'altro, li abbatteva sul suolo fecondo.»

([2])

NoteModifica

  1. ^ Omero, Iliade, XVI, vv. 416-418, trad., G. Cerri. Milano, BUR, 1966.
  2. ^ Omero, Iliade, Ibidem.

BibliografiaModifica

  • Raffaele Cantarella. La letteratura greca classica. Milano, BUR, 2002. ISBN 8817112518.
  • Omero, trad. G. Cerri, Iliade. Milano, BUR, 1966.
  • AA VV, Letteratura greca della Cambridge University. Milano, Mondadori, 2007.

Voci correlateModifica